Giovedì 15 Novembre 2018
   
Text Size

25 APRILE 2011, FESTA DELLA LIBERAZIONE

liberazione_main

“Un gruppo di compagni si riunisce qui a voler ricordare questa giornata attraverso il canto del partigiano”. Così  il segretario del PD, Saverio Ranieri ha introdotto la manifestazione, promossa da Rifondazione Comunista, in onore del 66° anniversario della Liberazione d’Italia. Presente, oltre a Rifondazione e PD, anche il Partito Socialista.

“Non possiamo – continua Ranieri – far perdere la memoria del 25 Aprile e del suo significato. Purtroppo registriamo un deteriorarsi della cultura storica, dell’etica politica, del convivere civile attraverso l’assenza di iniziative da parte di Amministrazioni comunali, compreso questa, o, addirittura, con manifesti che irridono al 25 Aprile. Atti di una gravità estrema, che non rappresentano un episodio a se stante: sono una logica conseguenza di un Governo nazionale, affidato a persone che non hanno a cuore le sorti né degli italiani né della storia dell’Italia, e che stanno portando il Paese lentamente verso gli anni che precedettero il fascismo, con il complice silenzio di tanti”.

Qualche malumore per l’assenza di SeL e per la scelta dell’Amministrazione di non indire nessuna solenne cerimonia. Maggiori approfondimenti nel prossimo numero de La Voce del Paese.

 

Commenti 

 
#20 sabio 2011-04-29 07:01
il 25 aprile è una data storica che, come tante altre, necessita ricordare. Il sangue di tutti gli italiani, di destra e di sinistra, fu sparso sulla nostra terra e con esso si chiuse un ciclo storico, quello del sangue, per passare ad un altro ciclo, forse peggiore, quello del vil danaro. Grazie agli americani l'Italia fu "liberata" da uno e fu "prigioniera di "altri".E per la conquista del denaro e del potere sia da destra che da sinistra si condussero operazioni forse ben peggiori. Se è vero che i totalitarismi sono la morte dei popoli, mi volete spiegare ( e non in politichese) come mai il centro destra prendeva i soldi dagli USA e la sinistra dall'URSS. Ma l'Unione Sovietica non era una nazione che andava contro i nostri principi costituzionali? Ma i soldi, cari ragazzi, insieme al potere, cambiano le idee e gli uomini. E non fatevi prendere più in giro! Del resto, tutto ciò lo vivete ogni giorno.
Segnala all'amministratore
 
 
#19 p.laricchiuta 2011-04-28 11:33
PER #15 Angelo Lorusso 2011-04-27 12:08

RISPONDO CAPOVERSO per CAPOVERSO:
1°-alla o alle riunioni, PRC di cui sono segretario cittadino è stato FORMALMENTE INVITATO(via sms, mail e via dicendo)? in ogni caso, erano presenti alle predette riunioni almeno UN(1)esponente di PRC? NO; ciò vuol dire che i partiti presenti hanno deciso di aderire al MIO invito fatto via FB, PUR AVENDO formalizzato con SEL una decisione circa il 29 aprile della quale NON ERO A CONOSCENZA; elementi di SEL ne erano a conoscenza (A. Lacandela avvisato personalmente da ME incrociandolo al Bar Helios, A. Loiotila, C. Ganzo Giustiniani, G. Rotolo che HA partecipato; mi spiace tirare in mezzo gente ma è così) basta vedere l' evento quì: www.facebook.com/event.php?eid=150087481723385 con l' elenco dei "parteciperò" e "forse" ;
2°-a livello nazionale non è stato spostato nulla! a Bari, l' ANPI col Comune si son accordati per celebrazione al Sacrario il 29/04 ma questo vale per BARI città e non per l' intera provincia; a Roma e Milano le celebrazioni si son tenute il 25 aprile! a Conversano, se non fosse stato per PRC, AD OGGI non ce n' è né ce ne sarà ALCUNA: una vergogna di città! la responsabilità è dell' AMMINISTRAZIONE COMUNALE (maggioranze E opposizione);
3°ed ultimo- visto che le riunioni politiche le organizzate voi(invitando PD, PSI ed altri che non so e ME, qualche tempo dopo, via un compagno socialista) e con PRC e ME personalmente non parlate né invitate, agli eventi/celebrazioni/letture/iniziative che organizzo io invito e comunico CHI DECIDO io; il Monumento ai Caduti è sempre lì... poi, non ve la prendete se né vi viene in mente che a pasquetta è il 25 Aprile(Festa Nazionale della Liberazione) in primis né se partecipando a quelle che saranno(mai?)le celebrazioni ufficiali in bell' ordine non cantante "Bella Ciao". Scelte... vero?!? la prossima volta bisogna praticare più "[...]il dialogo costruttivo e di rinnovato spirito di cooperazione[...]" anche con chi non piace (PRC) sennò è troppo comodo!

In Fede
Paolo Laricchiuta
segretario politico Circolo PRC-FdS "A. Gramsci" Conversano, BA
Segnala all'amministratore
 
 
#18 daniele pasquale 2011-04-27 16:12
Questi malintesi potevano essere chiariti in forma privata ... perchè dare dimostrazione di incompatibilità e divisione?
Segnala all'amministratore
 
 
#17 p.laricchiuta 2011-04-27 11:51
sempre x bambiccione :
assolutamente vero; i partiti si stan sentendo da1pò xil1°maggio ed è ESEMPLARE come non si sia organizzato nulla per tempo xil25Aprile lasciando che o la cosa passasse xpoi dare addosso e all' Amm.Com e ai partiti o il nulla a cui assistiamo. c' aveva ragione1compagno: "passato il santo, passata la festa"!
Segnala all'amministratore
 
 
#16 p.laricchiuta 2011-04-27 11:41
x bamboccione:

carissimo bamboccione(hai scelto la brunettinana definizione... sei1grande!)le parole del segretario Ranieri le condivido; la "consegna" nella mani del PD è pura fantasia: rappresneta, il suo discorso iniziale, quanto il 25 aprile sia una festa di chi si ritiene di sinistra moralmente, civilmente, e non solo politicamente. un mio discorso iniziale sarebbe parso il cappello sull' iniziativa mentre NON ritengo il 25 aprile una festa comunista ma la festa di chi ha sacrificato anche la sua vita per la nostra: CHIARO!?! anche per quelli che, poi nel tempo ed anche oggi (la foto mostra...) alzano il braccio destro!
Segnala all'amministratore
 
 
#15 Angelo Lorusso 2011-04-27 11:08
Pasquale, ho sempre pregato che quelle previsioni fossero veritiere.

Per quanto riguarda l'assenza di SEL. Ero presente alla riunione organizzativa del 1° maggio tenutasi il fine settimana scorso.

In quella sede concertammo di rimandare le celebrazioni del 25 al 29, per ovvi motivi di autorefernzialità. Se a livello nazionale si sposta la celebrazione e in più i cittadini ne approfittano per godere di uno dei pochi giorni di ferie, non vedo perchè parlarsi addosso in solitudine.

Evidentemente in un secondo momento altrove si è scelto diversamente; sono sicuro che - nel selezionare i destinatari del massaggio per celebrare il 25 - sia sfuggito per la fretta il nome di uno qualsiasi dei rappresentanti del partito.


Giusto per confutare la tesi che si propina da 6 anni a livello nazionale, che SEL tende ad isolarsi. Posso personalmente effettuare una sintesi di comunicati ufficiali e non in cui SEL, a tutti i livelli, ha sempre cercato il dialogo costruttivo e di rinnovato spirito di cooperazione.


Forse sono concetti dimenticati.
Segnala all'amministratore
 
 
#14 daniele pasquale 2011-04-26 22:59
IL 25 APRILE IN SORDINA

“L’Italia berlusconiana è la peggiore delle Italie che ho mai visto, per volgarità e bassezza. Il berlusconismo è la feccia che risale il pozzo. Gli italiani devono vedere chi è questo signore. Berlusconi è una malattia che si cura soltanto con il vaccino, con una bella iniezione di Berlusconi a Palazzo Chigi, al Quirinale, al Vaticano, dove vuole. Soltanto dopo saremo immuni.”

(Indro Montanelli, 2001)
Segnala all'amministratore
 
 
#13 uno rosso 2011-04-26 22:26
x il segretario di R.C.
adesso dopo aver esternato tutta la rabbia che avete nel corpo e nella mente, credo sia giunta l'ora che voi giovani condottieri facciate delle proposte per la città.metteteci la faccia, il cuore e il tempo, ma fatelo bene, perchè i cittadini di questo paese sono molto esigenti. sai con altri atti fatti molti anni fa, da uomini rossi come te, già sono rimasti scottati.coraggio mettigli la faccia, e non avere paura tanto il lupo nero non ti mangia.
Segnala all'amministratore
 
 
#12 un cittadino bianco 2011-04-26 22:13
x falchi e colombe
ma con chi doveva organizzare l'evento? neanche loro ci credeno piu'. [mod]
Segnala all'amministratore
 
 
#10 bamboccione 2011-04-26 17:08
ma quale assenza di SeL per calcoli di bassalega politica!
semplicemente le inizaitive si preparano e non si arrangiano all'ultimo momento. tra l'altro gli inviti non si fanno a casaccio e all'ultimo momento. so che questi partiti stanno organizzando qualcosa er il 1 maggio, potevano organizzarsi tutti insieme anche per il 25 aprile.

esemplare poi la consegna di rifondazione di se stessi al pd: organizzano la cosa e fanno perlare solo ranieri. insomma gli piace menarsi sul partito delle lobbies. magari si aspettano un posticino anche loro
Segnala all'amministratore
 
 
#9 Alfredo Violante 2011-04-26 12:05
Pur se ovvio, ritengo opportuno precisare che, naturalmente, non sono il lettore che, firmandosi "Violante", ha fatto affermazioni che non mi appartengono e non condivido in alcun modo, neppure nelle virgole.
E, con l'occasione, vorrei segnalare al lettore che si firma "Bolognino" che nel virgolettato aggiunto in fondo a questa nota,potrà leggere le testuali parole pronunciate da Luciano Violante nel suo discorso di insediamento alla Presidenza della Camera. Lo faccio non per inutile puntigliosità, ma perchè credo che la prima esigenza per ricostruire la "verità storica" è l'onestà intellettuale.
Bene, rileggendo quelle affermazioni -che sono recuperabili attraverso una semplicissima ricerca in internet,non si può non notare che avevano un significato diametralmente opposto a quello che "Bolognino", ma naturalmente non solo lui, hanno provato a darvi: nessuna equiparazione tra il fascismo ed i valori dell'antifascismo; nessuna assoluzione postuma di chi lottò contro la libertà e a sostegno della tirannie nazifascista, nessuna comprensione per torturatori e fucilatori di patrioti. Ma invece l'indispensabile, onesto richiamo a capire perchè questo è avvenuto. Quali limiti aveva la lotta partigiana per non attrarre nella propria orbita soprattutto i più giovani. E, attualizzando la domanda, quali limiti hanno le attuali democrazie per alimentare ancora oggi al proprio interno coloro che si prefiggono di abbatterle o si attivano per negare l'innegabile, a partire dalla Shoà.
Davvero alterare la realtà, come -immagino- involontariamente "Bolognino" fa, non è la strada migliore per ricostruire valori comuni!
"...mi chiedo - dicevo - cosa debba fare quest'Italia perché la lotta di liberazione dal nazifascismo diventi davvero un valore nazionale e generale, e perché si possa quindi uscire positivamente dalle lacerazioni di ieri.
Mi chiedo se l'Italia di oggi - e quindi noi tutti - non debba cominciare a riflettere sui vinti di ieri; non perché avessero ragione o perché bisogna sposare, per convenienze non ben decifrabili, una sorta di inaccettabile parificazione tra le parti, bensì perché occorre sforzarsi di capire, senza revisionismi falsificanti, i motivi per i quali migliaia di ragazzi e soprattutto di ragazze, quando tutto era perduto, si schierarono dalla parte di Salò e non dalla parte dei diritti e delle libertà."
Segnala all'amministratore
 
 
#8 michi 2011-04-26 11:27
Che tristezza e che vergogna l'assordante silenzio dell'Amministrazione Comunale sulla celebrazione del 25 aprile. E che errore la mancata partecipazione di SeL, a maggior ragione se dettata da miopi calcoli di bassa politica.
I valori che la resistenza ha difeso sono la libertà, l'uguaglianza tra i cittadini senza distinzione di razza o di religione, il diritto all'autodeterminazione dei popoli. E dovrebbero essere valori universali, sempre attivi, sempre presenti nella vita di una collettività. Purtroppo non è così: basta pensare all'editoriale di Belpietro sul suo quotidiano per avere un'ulteriore conferma di questa triste verità. Del resto, pur di non dispiacere i suoi infidi alleati, il Presidente del Consiglio continua a disertare le manifestazioni celebrative e dà così un chiaro e preoccupante (per non dire altro) segnale al Paese. E, come si vede, non mancano anche in sede locale i suoi imitatori. Le macerie che il berlusconismo sta lasciando in questa sua lenta agonia sono destinate a pesare, ahimè, ancora per anni sulla coscienza civile dell'intera popolazione. E' questo il maggior crimine commesso da S.B. e dai suoi sodali.
Segnala all'amministratore
 
 
#7 p.laricchiuta 2011-04-26 09:13
esempio lampante: la libertà di espressione che si manifesta quì (nei limiti e nelle forme imposti dal contesto) e nella vita di tutti i giorno vengono da lì, dalla lotta partigiana: che fu fatta dagl' italiani contro altri italiani che erano nazi-fascisti e che furono sconfitti. altrimenti, se la storia avesse avuto il percorso opposto, col CAVOLO che la stessa libertà sarebbe stata garantita per tutti. anche per quei fascisti d' oggi che confondo o vogliono assimilare la Repubblica Italiana alla repubblichina dei vinti. il 25 Aprile è festa nazionale, di TUTTI gl' italiani: non vi è un motivo logico per non celebrarla il 25 o farlo il 29 aprile (non vi sono documenti ufficiali a Conversano da parte dell' Amm. Comunale su tale posticipazione). di cosa stiamo parlando allora? di un furto d' identità, quella di cui anche chi scrive quì frasi ignobili come "steccati ideologici" o "sangue dei vinti" o altre menzogne analoghe è fortunato figlio perché non ha dovuto subire la repressione fascista. l' avete dimenticato, la storia non insegna a chi non vuol imparare... W La Resistenza TUTTA, W l' Italia!
Segnala all'amministratore
 
 
#6 Rossa Primavera 2011-04-26 00:16
W la Resistenza

youtu.be/5nqibaqKWuw

youtu.be/1oIB1129Xzc

youtu.be/KRyKKIIXzIs

(gli assenti han sempre torto)
Segnala all'amministratore
 
 
#5 FINI 2011-04-25 23:38
Sono pochi e isolati nella coscienza civile degli italiani coloro che si ostinano ad erigere steccati di odio o a negare le infamie dei totalitarismi. La questione è chiusa "grazie alla sincera pacificazione nazionale nel rispetto della verità storica tra i vincitori e i vinti" operazione di cui si sono fatti carico soprattutto Francesco Cossiga e Carlo Azeglio Ciampi.
Segnala all'amministratore
 
 
#4 Bolognino 2011-04-25 23:30
Ricordatevi le parole dell'ex Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi e il vostro ex Presidente della Camera, Luciano Violante "Il 25 Aprile, giorno della Liberazione, si ricordi anche il sangue dei vinti” Solo facendo un atto di verità storica si farà un importante passo avanti sulla strada della pacificazione nazionale e della civiltà.
Segnala all'amministratore
 
 
#3 Violante 2011-04-25 23:25
[mod] Nessuno vi ha mai detto, che la resistenza comunista ha eliminato fisicamente anche chi, pur essendo all’interno del CLN, non si batteva per il comunismo, ma si riconosceva nei valori cattolici, repubblicani, moderati o liberali?
Segnala all'amministratore
 
 
#2 Giampaolo Pansa 2011-04-25 23:14
Se non si partecipa ad alcune cerimonie scattano le critiche. Se si partecipa qualcuno non è d'accordo. C'è una sinistra faziosa che si ispira più alle violente minacce degli Asor Rosa che all'equilibrio di Napolitano. Sarebbe invece opportuno vivere queste ricorrenze con spirito di pacificazione nazionale guardando tutti insieme alle tragedie del passato, ricordando tutti i caduti della guerra civile e considerando un grande patrimonio comune la riconquista della democrazia. Non sarà qualche nostalgico di Togliatti a prevalere, ma l'amore per la libertà di tutti gli italiani. Ma i faziosi di sempre vanno condannati con chiarezza.
Segnala all'amministratore
 
 
#1 falchi & colombe 2011-04-25 18:54
Caro segretario Ranieri, condivido le sue parole e le conseguenti considerazioni fatte a livello nazionale e locale. Oggi, osservando l'assoluta trascuratezza attuata dall'amministrazione in carica nel dimenticare una giornata cosi importante, mentre pensano ad altro stordendo il paese con operazioni macchiavelliche, lei aveva una grande occasione. Visto che il PD da Lei rappresentato ha sempre cercato di avere una primo genitura boicottando, si legge, le iniziative intraprese da altri perchè non ha organizzato una degna manifestazione per la circostanza invitando tutti gli altri partiti e movimenti diversi da quelli che oggi si riconoscono nella maggioranza per iniziare un nuovo percorso. Questa era a mio avviso l'occasione per avviare una nuova idea per Conversano, ritrovandosi in un progetto politico alternativo e senza i soliti equivoci . Signori segretari cittadini non perdete tempo, organizzate le forze, parlatevi, discutete ma operate per il bene di Conversano....
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI