Lunedì 19 Novembre 2018
   
Text Size

PRIMO MAGGIO: IL RICORDO DEI CADUTI SUL LAVORO

FESTA_LAVORO_1

In occasione della Festa dei Lavoratori, una delegazione dei Partiti e dei Gruppi giovanili del Partito Democratico, Rifondazione Comunista, Partito Socialista e Sinistra Ecologia e Libertà ha reso omaggio al monumento ai caduti e mutilati sul lavoro. Presente anche Angelo Scisci, Segretario del movimento politico-culturale “Conversano nel Cuore”, e Vincenzo D’Alessandro, unico Consigliere Comunale.

Dopo un breve intervento di Francesco Manganelli, che alla memoria dei lavoratori ha unito un pensiero per la beatificazione di Giovanni Paolo II, la parola è passata al Segretario del PD, Saverio Ranieri: “Abbiamo voluto omaggiare i caduti sul lavoro scegliendo una composizione floreale tricolore per ricordare i 150 anni dell’Unità d’Italia. Un anniversario che non bisogna dimenticare, soprattutto per noi meridionali che tanto abbiamo sofferto e continueremo a soffrire, visto che le condizioni del Paese non sono buone. Non è una polemica politica ma un dato di fatto: Draghi ha preannunciato un ulteriore taglio del 7%”. Ed è questo il punto critico: “Si continua a parlare di tagli, che colpiscono le buste paghe e la sicurezza dei lavoratori, e non di investimenti produttivi, che possano rimettere in moto la nostra economia”.

Al quadro è da aggiungere un tasso di disoccupazione e inoccupazione altissimo, senza considerare i cassintegrati e il mondo del precariato, “dove la flessibilità è diventata un dato permanete”. L’augurio, quindi, è di “riconquistare la dignità del lavoro come recita la nostra Costituzione”.

“La percentuale di giovani disoccupati corrisponde al numero di persone che non va più a votare”. Da questa riflessione parte l’intervento di Cesare Preti, Segretario del PSI. “Evidentemente, la delusione e la disperazione hanno come contraltare una disillusione nei confronti dello Stato e della politica, sentimento di cui i Partiti devono farsi carico”. “Da moltissimi anni il lavoro non è più un fattore di integrazione e riconoscimento sociale, è stato sostituito dal ‘valore del consumo’. Sta a noi impegnarci per recuperarne l’autentico significato”.

Commenti 

 
#3 Levissimo 2011-05-10 06:49
Sempre meglio il "mago" del "nano del bunga bunga"

Draghi fa i tagli?
un po' confuso il tuttologo
e Tvemonti che mestiere fa?
Segnala all'amministratore
 
 
#2 andrealasgobba 2011-05-09 22:56
si, da domani il mago di terlizzi vostro presidente riattivase la 285 e deve dare la notizia prima della campagna elettorale del 2013. cosi' non si sbaglia.
Segnala all'amministratore
 
 
#1 tuttologo 2011-05-09 18:31
Eran 18 con Ranieri,
di sinistra, quelli veri (?)
han reso omaggio, tutti in coro,
ai caduti del lavoro.
L'hanno fatto, grandi maghi,
per i tagli di tal Draghi
e, per ultimo, è plateale,
per finire sul giornale.
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI