Mercoledì 14 Novembre 2018
   
Text Size

GD, PRONTI A RICOSTRUIRE IL PARTITO

giovani-democratici-conversano

Riceviamo e Pubblichiamo l’intervento sulla locale situazione politica del Segretario dei Giovani Democratici, Alessandro Lomele.

Egregio direttore,

le ricorrenze del 25 aprile e del primo maggio ci hanno fatto rivivere valori quali l’antifascismo ed il lavoro, sempre più lontani dal sentire comune e quotidiano. Ormai non più riconosciuto e posto a rischio dal revisionismo il primo, bistrattato e relegato in subordine da un’ insensibile ed opportunista parte sociale (e politica?) l’altro.

Con tutti gli altri partiti e le giovanili di centrosinistra abbiamo colto l’occasione per ritrovarci e stare assieme e per farci tornare la voglia di fare Politica, quella vera. In effetti non è per niente vita facile per chi ultimamente voglia rimboccarsi le maniche e mettersi al servizio della comunità. La disillusione e la disaffezione da un lato e il pregiudizio e lo scetticismo dall’altro schiacciano la Politica, o meglio, i partiti e chi ha deciso di farne parte, come tra l’incudine ed il martello, dando fiato e nutrimento a chi vive la politica (o una sua storpiatura) armandosi di qualunquismo e demagogia. La classe politica ci ha messo del suo, per carità, anche i partiti, nessuno escluso, e tra questi anche e soprattutto il PD. Tanto a livello nazionale, quanto a livello regionale, soprattutto a livello locale.

Tralasciando ciò che accade da qualche altra parte e quindi concentrandoci sulla situazione locale, credersi autosufficienti, capaci di portare avanti la carretta da soli, ignorando la possibilità e l’opportunità di adottare metodi di condivisione è stato un errore imperdonabile. La paura di aprirsi ha portato il PD di Conversano a non valorizzare l’enorme potenziale umano a disposizione. Non gli ha permesso di concretizzare una leadership all’interno del panorama del centrosinistra, sfruttando le praterie fornitegli dall’immobilismo altrui, ed ha fatto vivere il partito di sola lotta interna tra le correnti e rivendicazioni personali. Il risultato è stato un partito che pian piano, in bene ed in male, si è svuotato.

Ma non tutti i mali vengono per nuocere e le stagioni, anche quelle più brutte, passano, soprattutto quando si rispetta una condizione necessaria al cambiamento: la consapevolezza di aver sbagliato e di non essere stati vittime di nessuno, l’assunzione delle proprie responsabilità. Il PD si è assunto le proprie responsabilità. Adesso il partito riflette sul serio sul suo prossimo futuro, si vuole mettere in discussione e vuole aprirsi e farsi contaminare. È la prima volta da un anno e mezzo che noi GD ci sentiamo partecipi se non protagonisti di un progetto, chiamati ad esprimerci su PUG, SETTORI PRODUTTIVI, CULTURA E TURISMO, RIFIUTI ED ENERGIA.

Certo, forse non godiamo ancora di ottima salute, ma la ricostruzione è un processo difficilissimo dopo il “terremoto”. E allora chiunque voglia cimentarsi e quanti finora hanno desiderato un PD diverso, più rispondente alla propria idea, non dovranno far altro che provare a bussare…anzi a sfondare la nostra porta. Non ci vorrà troppa forza.

Commenti 

 
#9 Alessandro Lomele 2011-05-24 10:14
Signor Michi, si potrà affacciare domani, mercoledì 25 alle 19.30 nella sede di via cosimo conte. Si faccia vivo!!
Segnala all'amministratore
 
 
#8 Angelo Lorusso 2011-05-22 16:19
Brava/o solo se,

infatti, anche a causa delle nostre tristi esperienze, abbiamo bocciato qualsiasi idea di sezione giovanile.
Considerato anche che la maturità politica non è affatto anagrafica.

Ottimo punto di partenza l'abbandono di pratiche di politica poliziesca, brava/o!
Segnala all'amministratore
 
 
#7 Alessandro Lomele 2011-05-22 13:06
Grazie Gianvito, mi permetto di dividere i tuoi complimenti tra tutti coloro che con me ci mettono "la faccia", persone fidate ed oneste.
La passione a cui si riferisce "andrealasgobba" è l'unico motore del nostro impegno. Abbiamo la fortuna di condividerli entrambi (passione ed impegno) con Angelo Lorusso e Paolo Laricchiuta, tra i tanti altri.
E mi sembra, d'altronde, che si sia tutti già integri ai rispettivi partiti (PD, SeL e Rifondazione), oltre che rappresentanti delle giovanili.
Un plauso per il contributo positivo. Di offese ce ne sono state poche, anzi niente....ops forse ho azzardato!!;-)
Segnala all'amministratore
 
 
#6 solo se 2011-05-21 07:21
cARO pAOLO,
forse ti saranno sfuggiti alcuni passaggi della repubblica italiana. Gia prima ed immediatamente dopo la sua costituzione, c'erano in giro personaggi (non tutti per fortuna) che pensavano solo a loro stessi.
Pertanto la notte a cui tu ti riferisci è sempre stata presente in tutte le ore della giornata. Quanto poi ai barlumi di speranza che si accendono in noi ogni tanto, vengono subito coperti con del buio ancora più fitto. Per arrivare al presente, funzionava il centro destra e subito la cacca su berlusconi (vera o falsa che sia) e giù di nuovo nella notte. Funzionava il centro sinistra e subito la cacca (vera o falza che sia) su "l'ingegnere dalema", la sua "barca" il ragioniere fassino e la sua "banca", i soldi off shore e via di seguito. Tutto ciò per dirti che il verbo EPURARE di staliniana memoria serve solo a qualcuno e non giova a noi tutti.
Quei giovani ben animati e desiderosi di una politica pulita ci sono in tutti i partiti. Ma ti sei chiesto perchè restano sempre giovani a livello politico? Eppure sono maggiorenni e quindi "grandi". Devono stare nel Partito "grande". Forse da lì si può iniziare a cambiare. Finchè saranno "giovani" lasceranno il tempo che trovano e non conteranno mai nulla. Serviranno solo a lavorare per il partito.O per avere un posticino. Ad maiora.
Segnala all'amministratore
 
 
#5 p.laricchiuta 2011-05-20 17:47
Caro Alessandro,
ho letto e condiviso le tue note di riflessione sulla situazione del partito in cui militi. le condivido nella sostanza. la sostanza di valori che devono tornare ad essere fari nella notte in cui l' Italia tutta è piombata. una oscurità di valori, l' impossibilità ad indignarsi, il ventennio berlusconiano dal quale s' intravede un barlume di fuoriuscita in questi giorni possano far ripartire una pratica innanzitutto personale alla politica maiuscola, quella che ha idee basate su valori. non su risultati che poi mostrano essere non (auto)sufficiente a garantirne la durata. ripartiamo non aprendo un cantiere ché, come sappiamo, ha il tallone d' achille negli STANZIAMENTI: ripartiamo dal programma per Conversano 2013, una città differente da quella che prospetta la fosca prospettiva attuale dell' amministrazione Lovascio. c' è tempo, non è vero che siano vicine l' elezioni. per lavorare in città di tempo e di facce ne troverai sempre. io&il mio circolo a pecorsi differenti siamo sempre costruttivamente disponibili. l' importante è che non vi sia già qualcosa di scritto(ti strizzo l' occhiolino...)
Hasta Siempre
Paolo
Segnala all'amministratore
 
 
#4 andrealasgobba 2011-05-19 20:22
avete una sola strada da poter percorrere credo nel modo piu' semplice possibile, la passione. la passione nel fare la politica pulita.la passione di poter decidere nell'esclusivo interesse della città e dei suoi cittadini. se percorrerete questa strada, allora sarete sulla buona strada. trasparenza, condivisione e pragmatismo sono elementi fondanti nelle scelte politiche. auguri.
Segnala all'amministratore
 
 
#3 Gianvito F. 2011-05-18 19:17
Ma speriamo! Siete l'unica via di salvezza per una sinistra che non fa la sinistra da un bel po' di tempo. Avete la faccia pulita, e non solo la faccia. Per questo vi auguro di poter lavorare davvero, come meritereste e, permettimi una nota personale, come meriteresti.
Segnala all'amministratore
 
 
#2 Michi 2011-05-18 16:45
Sono d'accordo. Non è facile, di questi tempi, sentire di giovani che vogliono impegnarsi in politica.
E' bene che siano i giovani in primo luogo a sentirsi partecipi della vita poltica e chiamino a raccolta le forze migliori della nostra città.
Mi auguro che l'invito non resti disatteso e che si avvii veramente una fase nuova nella politica conversanese.
Io sono disponibile.
Fammi sapere, Alessandro, come e dove poter partecipare.
Segnala all'amministratore
 
 
#1 Angelo Lorusso 2011-05-18 09:58
Bravo Alessandro,

speriamo che tutti coloro i quali abitualmente riempiono queste pagine di improperi capiscano le difficoltà della solitudine politica.

Speriamo che, come noi, anche loro inizino a muoversi in maniera PROGETTUALE e ne capiscano la fatica.

Ma soprattutto sperimentino le difficoltà e la necessità assoluta di lavorare insieme.

Auguri e un abbraccio anche da SEL!
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI