Giovedì 15 Novembre 2018
   
Text Size

OSPEDALE. LOVASCIO: “SERVE UNA VIBRANTE PROTESTA”

lovascio-consiglio

Nell’ultima assise, il capogruppo della Puglia Prima di Tutto, Raffaele Piemontese, ha riportato l’attenzione sulla situazione ospedaliera e del Distretto che “peggiora giorno dopo giorno”.

“Si stanno manifestando una serie di passaggi e provvedimenti – replica Lovascio – che ci danneggiano gravemente; è opportuno organizzare un incontro con estrema urgenza con il nuovo Direttore Generale e, se possibile, con lo stesso Assessore Tommaso Fiore. Non possiamo consentire che si cambi prospettiva da un momento all’altro. Sono sempre stato contrario alle azioni di protesta, privilegiando lo spirito di collaborazione di fronte alla volontà – manifestata dai nostri interlocutori – di costruire insieme; oggi, al contrario, voglio capire con quale atteggiamento l’altra parte (sia politica che tecnica) ha intenzione di approcciarsi alla vicenda di Conversano e, eventualmente, ipotizzare azioni di vibrante protesta”.

Tra i provvedimenti cui si riferisce Lovascio, viene citato il passo indietro sull’ottimizzazione del CUP (Centro Unico Prenotazioni) e sull’Unità di Oculistica laddove sembra venuta meno l’intenzione di farla funzionare all’interno del promesso poliambulatorio chirurgico. In aggiunta, la sottrazione dell’unico infermiere ottenuto per il distretto, sui cinque richiesti, nonché “l’ulteriore diminuzione dei posti letto, prevista per il 2012, è stata anticipata in parte al 2011 e sappiamo che l’ospedale di Conversano è al limite, per cui basterebbe toglierne un solo posto letto per sancirne la chiusura”.

Commenti 

 
#6 a r 2011-07-17 15:53
come?piemontese ha riportato l'attenzione.
lui le ha disattese per 30 anni,nonostante continua a fare politica,cosi si dice.
Segnala all'amministratore
 
 
#5 orgoglio conversanes 2011-07-16 18:01
Sul e dal "Florenzo Jaia" hanno mangiato tutti, cani e porci e oggi qualcuno parla di vibrata protesta. Dovrebbero vergognarsi d'andare in giro chi ha gestito il potere per ottenere porci comodi personali e di parte politica. Chi salverei? Nessuno. Hanno distrutto una storia che parte da Jaia ed è passata per nomi illustri e convegni internazionali che hanno dato lustro a Conversano. I maneggioni della politica hanno avuto l'abilità di disintegrare uno degli orgogli conversanesi, invidiati dai vicini comuni. Questo un aspetto. E la disintegrata della professionalità dove la mettiamo? Fior di professionisti costretti ad andar via per dar spazio agli esecutori d'ordini chiamiamoli politici. Oggi chi vibra? Uno di turno, l'altro da sempre anche perchè sull'ospedale ha costruito le sue "fortune" politiche. Sul "florenzo Jaia" secondo me c'è ancora spazio per uno scatto d'orgoglio ma di questo dovrebbe dar segno il popolo conversanese e non i maneggioni politici.
Segnala all'amministratore
 
 
#4 Giovanni 2011-07-16 14:35
Servirebbe una vibrante protesta per mandare a casa gli amministratori tutti.Vergognatevi, le priorità....... restano i vostri interessi personali. Sicuramente avranno anche il coraggio di ripresentarsi, magari candidati alle elezioni politiche nazionali...
Lasciate spazio ai giovani non ancora contaminati da tanta barbarie.
Segnala all'amministratore
 
 
#3 lacrime e sangue 2011-07-15 13:51
vibrante o vibrata?
a me pare tutta ammuina
Segnala all'amministratore
 
 
#2 falchi § Colombe 2011-07-15 09:36
Dica tutto il sindaco, Piemontese e i bene informati che la situazione è molto più seria di quello che dicono. Ora si ricordano della vibrante protesta ora che non vibrà .... più niente . Anche in questo caso abbiamo barattato qualche posticino, qualche cambio di posto in ospadale, qualche incarico rinnovato... che bel modo di amministrare. Speriamo solo che ove non esiste la giustizia degli uomini esista quella del destino. Chi vivrà vedrà e chi la fà l'aspetti
Segnala all'amministratore
 
 
#1 lacrime e sangue 2011-07-15 08:45
è la manovra, bellezze
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI