Venerdì 16 Novembre 2018
   
Text Size

SETTORI PRODUTTIVI: GLI INTERESSI DI POCHI BLOCCANO LA CITTÀ

dalessandro-2

Primo punto all’ordine del giorno il question time, presentato dal consigliere Vincenzo D’Alessandro, sullo sviluppo dei settori produttivi.

“Da tre anni – esordisce D’Alessandro – continuo ad interrogare l’Amministrazione sugli impegni presi sui settori produttivi e mai rispettati. Ci sono imprenditori pronti a investire che sono bloccati dal fatto che non sembrano esistere aree disponibili alla realizzazione d’insediamenti; eppure, c’è un documento formalizzato in Consiglio Comunale in cui s’impegnava Sindaco e Giunta a verificare gli assegnatari dei lotti delle zone produttive; a dare impulso alla progettazione dell’ampliamento dei progetti in deroga e a rilanciare lo sportello unico, al fine di favorire semplificazione dei procedimenti e riduzione dei tempi”.

“Tutte parole cui non è seguita nessuna azione – termina D’Alessandro. Cosa dobbiamo fare per farvi mantenere gli impegni presi”.

L’onere della risposta all’Assessore al ramo Giuseppe Locorotondo: “Da indagini dell’UTC, non vi sono aree disponibili, fatta eccezione per alcuni lotti non ancora attuati su cui servono nuove verifiche e accertamenti. Sono, tuttavia, in corso ampliamenti di tutte le zone PIP: per quanto attiene al PIP annonario il progetto, dopo le verifiche per assodare alcune incongruenze rilevate sulle interferenze con i pubblici servizi, è pronto. Altri progetti sulle zone artigianali e industriali sono in fase di redazione da parte dei tecnici comunali. Sui lotti assegnati e non utilizzati si sta lavorando”.

L’esercizio d’impegni futuri non soddisfa D’Alessandro: “Quello che dovremo dire alla gente è che gli interessi all’interno della maggioranza bloccano gli interessi della città. Abbiamo investitori pronti a rilanciare la nostra economia e fermiamo tutto per l’interesse di pochi”.

Commenti 

 
#2 fantastico 2011-07-16 02:33
ma i nomi chi li sa deve farli altrimenti ci giriamo intorno e facciamo il loro gioco, dai su su, che magari siccome in parecchi ormai a tasche vuote no hanno più nulla da perdere, magari trovano il coraggio di dirli almeno un paio di questi nomi, del resto che male c'è? al contrario c'è solo l'omerta da parte di chi sà e non vuole dirci chi sono questi signori che hanno gia e vogliono di più.... che brutta cosa la smania di potere e di denaro, lo volete capire che sono malattie? bene, facciamolo per la loro salute aiutiamoli, non facciamoli aggravare: FUORI I NOMI!
Segnala all'amministratore
 
 
#1 Lo scrofone 2011-07-15 13:39
caro Locorodondo ma quali verifiche! sono quei lotti che alcuni "magnati" dell'imprenditoria locale hanno bloccato per anni in attesa di stipulare DIRETTAMENTE e ai propri prezzi con il richiedente il suolo; non nascondiamo la testa sotto la sabbia! CONCORDO CON D'ALESSANDRO
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI