Domenica 18 Novembre 2018
   
Text Size

LOFANO: “LORUSSO DEVE DIMETTERSI”

lofano-consiglio

“Mi è capitato di vedere alle sei di mattina una betoniera che cementificava la palestra esterna di via Accolti Gil, concessa alla Cooperativa Artimedia. Non vi era traccia di nessun cartellone con le indicazioni del nome della ditta, dell’ingegnere direttore dei lavori o il numero di concessione”.

Cosi inizia l’interrogazione, presentata dal Consigliere Lofano, sulla concessione edilizia rilasciata alla Cooperativa Artimedia per l’esecuzione di alcuni lavori di recinzione e rifacimento della pavimentazione esterna del cosiddetto “campetto rosso”.

Nel dubbio, Lofano ha acquisito il carteggio ed ha scoperto che il nullaosta sarebbe stato rilasciato sulla base di un progetto di massima – e non già definitivo – per il sol fatto che il Comune non avrebbe adempiuto a precisi impegni, assunti in una conferenza dei servizi del 2007 (quella che regolò la convenzione con Artimedia, assegnando alla stessa gli spazi esterni/interni dell’ex palestra GIL per un periodo di venti anni).

Ciò premesso, si chiede “con quale titolo il Direttore dell’UTC, Ing. Andrea Lorusso, è intervenuto su questioni precedenti la vita di quest’Amministrazione, insediatasi solo nel 2008, e perché lo stesso si sia riservato un potere decisionale che spetta a Giunta e Consiglio Comunale, trattandosi di patrimonio pubblico”.

 

LA RELAZIONE. La risposta dell’Ing. Lorusso è arrivata in una dettagliata relazione, letta dall’Assessore Scazzetta, in base alla quale si apprende che i lavori non sono abusi avendo Artimedia presentato regolare SCIA, nel gennaio 2011, che costituisce formale titolo edilizio abilitativo. Il motivo per cui si è concesso il nullaosta, inoltre, non va trovato in un difetto di adempimenti, al contrario sta nel fatto che l’intervento di ripavimentazione costituisce apprezzabili risparmi per l’Ente.

Quanto, infine, all’incompetenza decisionale del Capoarea e al mancato coinvolgimento del Consiglio e della Giunta si rileva che la pratica non necessitava di alcun preventivo parere degli organi politici e amministrativi, avendo seguito tempi e procedure di qualsiasi altra istruttoria. Ad ogni modo, gli uffici hanno ugualmente ritenuto opportuno coinvolgere l’Assessore al ramo che nulla ha eccepito.

 

DIMISSIONI. “La relazione merita il 110 e lode – replica Lofano – ma ho sotto mano un documento del 2008 in cui tutti i candidati sindaci – anche il nostro caro Sindaco – s’impegnavano a destinare quell’area alla realizzazione di una palestra per il Primo Circolo Didattico che al momento usa un’aula incompatibile con le esigenze dei bambini”.

E poi l’affondo: “Quest’opera va rimossa, non ho nulla contro Artimedia ma, come Consigliere della maggioranza, non consentirò che sia negato uno spazio adeguato a oltre mille bambini. Ora, sappiamo che per l’impianto carburante di via Gobetti un assessore e un ingegnere comunale sono stati allontanati; perché nulla viene detto su questa vicenda? Il treno è già al capolinea e il capotreno deve scendere: non si può più avere fiducia nell’operato dell’ingegner Lorusso dopo tutto quello che ha combinato. Deve rassegnare le sue dimissioni”.

Da osservatori, ci limitiamo a una domanda: siamo solo in presenza di un passionale interesse civico per i mille bambini o questo è l’inizio di una “strategia delle tensioni” che mira ad attaccare la giunta Lovascio sui piccoli temi, non potendo platealmente boicottare i più grandi affari (vedi PIRP)? Se così fosse, rammaricherebbe notare che siano onesti imprenditori a dover fare le spese di queste baruffe in stile “commedia delle arti”.

Commenti 

 
#18 delle pasuinate 2011-07-19 21:48
Certa la presenza in C.C. di Lofano ai tempi dell'operazione grande erezione del traliccione
Segnala all'amministratore
 
 
#17 daniele pasquale 2011-07-19 18:33
@Andrea la sgobba
ho visto che il tuo forbito commento è stato moderato ...
Mi spiace. Evidentemente sei stato inutilmente volgare ed offensivo ...
Hai ragione: mi è rimasto poco da dire.
Specie ad un "nick name" ...
Puoi contattarmi attraverso altri canali e spiegarmi meglio il tuo pensiero se ti va(ad es., ). Grazie comunque.
Segnala all'amministratore
 
 
#16 andrea la sgobba 2011-07-19 12:31
hei pasquale ci fa piacere che tu dica queste cose a proposito dei vigili stagionali. ne prendiamo atto. anzi se hai qualche altra cosa da dire ,fallo, qui su questo web. il mio nich è uguale agli altri, sono i fatti che contano e tu di fatti penso che non e abbia da raccontare, un fatto è certo, qualcuno ha combattuto affinchè gli stagionali venissero assunti senza distinzione di colore ma solo per meritocrazia. [MOD]
Segnala all'amministratore
 
 
#15 Gianvito F. 2011-07-19 10:49
Non vorrei commettere errori, ma mi sembra di ricordare che nel cortometraggio TRAME ELETTROMAGNETICHE dedicato al traliccio di Telenorba il nome di Tuccino Lofano figuri fra quei consiglieri che permisero, in un giorno solo (penso record mondiale), che l'iter per la costruzione di quello scempio fosse iniziato e completato.

Ora, se questo è vero (vi prego di darmi conferma o confutare), perché Tuccino Lofano ai tempi SE NE SBATTEVA ALTAMENTE della salute di BAMBINI e CITTADINI TUTTI di Conversano?
Segnala all'amministratore
 
 
#14 daniele pasquale 2011-07-19 00:35
Vorrei tanto che funzionari, impiegati e dirigenti potessero parlare liberamente ed esplicitare pubblicamente il proprio diritto alla difesa. Se Lorusso può farlo, risponda in maniera chiara ed esaustiva altrimenti correrà il rischio di essere giudicato male anche da chi lo stima ...
Per quanto riguarda l'intervento de "il capo furbo", rilevo che sarà anche "furbo" nascondersi dietro ad un nick name ma, farlo millantando, non è granchè "virile".
Qualcuno vanta di essere intervenuto sulla questione dei vigili precari ma, stando ai fatti, o questo qualcuno ha poco peso oppure se lo è completamente speso per sistemare i fatti suoi ...
Di queste cose però, sarebbe opportuno non parlare più perchè stuzzicano sgradevolissimi ricordi ...
Tipo quelli, resi noti da un giornale locale, in cui un consigliere comunale minacciava il "licenziamento" di tutti i vigili stagionali solo perchè era stato multato ...
Tanto meglio perciò rimanere all'argomento che ha ispirato questa inopportuna "pi***ata fuori dal vaso" ...
Segnala all'amministratore
 
 
#13 redfox 2011-07-18 18:39
Tuccino,finalmente stai facendo gli interessi collettivi, quell'area è pubblica e deve essere fruita gratuitamente dal chiunque, se ciò non avviene perchè nessuno rispetta i beni collettivi, è una follia togliere un bene pubblico ai bambini, è l'ora di rivedere tutti gli spazo pubblici occupati abusivamente, speriamo che qualche magistrato indaghi.
Segnala all'amministratore
 
 
#12 Gianvito F. 2011-07-18 09:27
Lofano, vattene in pensione.
Segnala all'amministratore
 
 
#11 ibambinidella scuola 2011-07-16 20:26
sun quel campetto rosso doveva essere costruito il nostro spazio per i giochi e voi ve lo siete preso abusivamente. ce lo avevano promesso tutti i sindaci quando vennero a scuola .poi perchè ci fate pagare quando veniamo li da voi? eppure sapevamo che dovevamo usufruire della struttura gratis.ora noi siamo costretti a fare ginnastica in una stanza piccola piccola e molte volte non riusciamo neanche a respirare. fateci un favore lasciatecelo a noi quel posto anche perche non e il vostro e lo dissero i 4 sindaci.
Segnala all'amministratore
 
 
#10 il capo furbo 2011-07-16 20:19
lo abbiamo già fatto . dagli il tempo di fare le indagini.poi con uno come lui che è gia segnato nel libro nero della procura certamente non sarà tanto difficile far uscire tutte le magagne e gli intrallazzi concordati in quel di via matteotti. vedrai che questo paese lo puliremo.
Segnala all'amministratore
 
 
#9 orgoglio conversanes 2011-07-16 17:46
Conversano, in particolar modo, ha negli anni avuto una caratteristica che ha condizionato in negativo le amministrazioni che si sono succedute: meno spazio occupato da Consiglio e Giunta, più spazio occupato dal partito dei dipendenti comunali. La storia si ripete, Lofano ha tutte le ragioni, mi meraviglio come sia l'unico a risentirsene. Gli altri che fanno? Si fanno espropriare? Su via, un atto d'orgoglio! Lorusso vuol fare l'amministratore? Si faccia eleggere...
Segnala all'amministratore
 
 
#8 utopia 2011-07-16 17:36
E' troppo chiedere per il bene della nostra città tanti capi area onesti come l'ing. Lorusso e che consiglieri come Lofano se ne vadano a casa in pensione!
Segnala all'amministratore
 
 
#7 risiko 2011-07-16 16:59
quoto l'ultima parte dell'articolo... sono sempre gli imprenditori onesti a cadere in mezzo ai giochetti dei politici!!!
Segnala all'amministratore
 
 
#6 il vice capo 2011-07-16 16:55
capo furbo se sei così convinto che ci sono "atti personali" perché non lo dici a qualche giudice, piuttosto che accusare a vanvera?
Segnala all'amministratore
 
 
#5 Casa delle Arti 2011-07-16 14:12
Ulteriore comunicazione.

Si precisa altresì che il progetto di recupero e riqualificazione dell'attuale Casa delle Arti è parte integrate del PIRP ed è l'unico progetto, presentato nel 2008, a costo 0 (zero) per il comune/regione.

La direzione della Casa delle Arti
Segnala all'amministratore
 
 
#4 Casa delle Arti 2011-07-16 14:08
Comunicato Stampa

In riferimento all’interrogazione sottoposta al Sindaco Lovascio e al Presidente del Consiglio Comunale Gentile, dal consigliere PDL Lofano, la coop. soc. Artimedia, intende precisare che:
i lavori eseguiti ed in via di esecuzione, sono volti al recupero strutturale dell’area esterna dell’immobile denominato “palestra ex Gil”, sede della Casa delle Arti, in coerenza con le
autorizzazioni tecnico-amministrative rilasciate alla ns impresa dagli uffici comunali competenti.
Nel rispetto delle norme e delle procedure previste, ed in accordo con l’Amministrazione Comunale, Artimedia, facendosi carico di ulteriori investimenti, restituirà alla fruizione pubblica lo spazio in oggetto, sino ad oggi degradato ed inutilizzabile.
L’area attrezzata, grazie al ripristino e la nuova dotazione dei servizi previsti dalle norme in vigore, è destinata ad accogliere manifestazioni pubbliche di carattere sociale e culturale e sarà resa disponibile gratuitamente, al pari dello spazio coperto già recuperato, nei termini stabiliti dalla convenzione in essere tra Artimedia e l’Ente Locale, proprietario dell’immobile.
Artimedia deplora qualunque strumentalizzazione di carattere politico e ribadisce la piena disponibilità a perfezionare accordi e collaborazioni che contemplino le esigenze degli
Enti formativi con quelle delle attività promosse dalla nostra coop., come più volte ribadito all’Amministrazione Locale.
Artimedia, rispetto a ulteriori prese di posizione strumentali e prive di ogni giustificato motivo, che dovessero nuovamente proporsi, si riserva di adire le opportune vie legali a tutela della propria immagine, degli investimenti sin qui realizzati, delle attività in essere nonché di tutti i contratti vigenti con Enti pubblici e privati.

La direzione della Casa delle Arti
Segnala all'amministratore
 
 
#3 il capo furbo 2011-07-16 12:52
pasqua sei diventato un grande provocatore del web, bravo. dimentichi forse tante cose o fai finti di aver dimenticato. anche quando si stava cercando di sistemare i vigili stagionali qualcuno si è impegnato.o no.
l'impegno di qualcuno andava verso l'applicazione di un sistema meritocratico. quella dell'ing.lorusso non mi sembra tale, poichè trova molti atti che vanno nella direzione personale.
capito mi hai.certamente avremo le p***e per buttarlo fuori da questo comune, certamente non lo puoi licenziare, ci basterà che torni da dove è venuto.
Segnala all'amministratore
 
 
#2 delle pasquinate 2011-07-16 02:45
Quando il saggio indica il traliccio lo stolto guarda il dito! Il piccolo Luca vide il suo giocattolo in pericolo perché l'uomo Russo applico' la legge. Sua emittenza sbottó: Corri piccolo Tuccio, vai dai servi e chiedi la sua testa!.... in quel tempo il piccolo Luca salendo sul traliccio disse: "Miei sudditi tutto quel che io vedo di qui è già mio, ma l'uomo Russo vuol distruggere il mio castello per costruirne uno suo. Mi avete forse preso per un citrone!(?)" e il piccolo Tuccio dal basso del suo basso gridò: "no sire, sei il nostro eroe". E il re di denari ripetè: "mi avete forse preso per un citrone!(?)" E ancora dal basso: "no sire, sei il nostro eroe" ripetè più volte insieme al suo fido Sancho Giacincio. Sicuro della integrità dei suoi attributi il piccolo Luca, con una mano sotto e l'altra pure, disse: "Allora vieni avanti piccolo Tuccio, ecco la tua cerbottana, và e tira fiocchetti a tutte le finestre degli uffici dell'uomo Russo". Presto il piccolo Tuccio replicò: " Ma sire, basteran solo i fiocchetti?" - "certo piccolo Tuccio, non ricordi che con appena 5 milioni di vecchi fiocchetti cadauno ai nostri consigliori, e il castello si creò?"...e Tuccio dal basso del suo basso: "beh allora se cadauno, cadano tutti". E fu presto unto da sua emittenza: "Così mi piaci, vai e taci" Un minuto di silenzio...peppiacere. :-)
Segnala all'amministratore
 
 
#1 daniele pasquale 2011-07-15 21:45
"LICENZIATELO" SE AVETE LE P...!
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI