Lunedì 12 Novembre 2018
   
Text Size

ESSERE DONNA: UNA SFIDA CHE NON ANNOIA MAI

Anita-Narracci

Donne: le più amate e discusse creature della terra; indispensabili presenze nella vita di ognuno e discusse figure della società. Donne mamme, nonne, sorelle, amiche figlie e colleghe. Solo e semplicemente donne, CAPITANE CORAGGIOSE della vita di ogni giorno.

Questo il tema al centro della discussione tenutasi venerdì 30 settembre a Bari per volontà dell’on. Sisto, moderatore dell’incontro. In un autunnale pomeriggio barese Paola Concia (parlamentare del PD), Barbara Saltamartini (Responsabile nazionale del Settore Pari Opportunità del PDL) e il ministro Mara Carfagna si sono confrontate in piazza Ferrarese su uno dei temi più profondi e provocatori di ogni tempo e dove: l’ESSERE DONNA. Dopo un excursus sull’azione del governo, impegnato fin dai primi giorni alla salvaguardia del gentil sesso, il ministro delle Pari Opportunità si è messa in gioco, con le colleghe, sul proprio essere donna e donna-politico. Le tre signore ospiti della serata, con entusiasmo hanno incoraggiato le decine di partecipanti a non arrendersi e continuare nella battaglia per la conquista della parità in ogni campo. Lottare finché non ci sarà più bisogno di farlo e cioè finché non sarà più necessario un Ministero delle Pari Opportunità perché tutti saremo uguali, questa la sfida lanciata dalla Saltamartini.

La nostra società non può permettersi di essere mono sessuata (né che sia maschile ne che sia femminile) perché è necessario gestire insieme una realtà che appartiene a tutti. Molto spesso siamo noi donne a fare un passo indietro e cedere agli uomini compiti che possiamo svolgere da sole. Allora l’invito delle tre parlamentari è di non retrocedere perché “ogni rivoluzione per essere completa deve essere presieduta da donne”.

Non esiste mondo che esso sia familiare, lavorativo, italiano o straniero che non abbia bisogno di donne attive e coraggiose, non esiste uomo che possa fare a meno delle donne che lo circondano.

La Saltamartini invita tutte noi a prendere parte attiva nella politica, ad essere determinanti nelle decisioni, a condividere il potere con gli uomini. La politica ha bisogno della donna, quella donna che la Saltamartini chiama “architrave di sempre” in ogni contesto.

Giunti quasi ai tempi supplementari in un discorso che appassionava tutti, l’on. Sisto lancia una riflessione sul divario tra nord e sud chiedendosi se la figura femminile ne fosse vittima. Con grande diligenza, la Carfagna, spiega delle iniziative per le donne e soprattutto dei fondi varati dal governo per l’imprenditoria femminile del sud. “Le donne sono capaci di trainare settori importanti del nostro Paese e noi saremo al loro fianco” incoraggia Mara.

Donne: coraggio, autenticità, testardaggine, tenacia, dialogo, confronto. Donne che si impegnano in politica per dare un volto migliore e più collaborativo al mondo che oggi maschile non può essere.

Allora se la Carfagna invidia le colleghe per l’esperienza di militanza politica fin da giovani è lei stessa che incita me, giovane donna che inizia a impegnare la propria attenzione sulla politica, a gridare a gran voce che non voglio essere sola!

Il nostro Paese, che si intenda Conversano o l’Italia, ha bisogno di donne giovani o meno giovani che insegnino agli uomini che fin ora hanno occupato i banchi della politica che non devono più essere soli, né possono più lasciarci sole. Noi abbiamo bisogno del loro aiuto come loro del nostro. Prendendo in prestito le parole del ministro alle Pari Opportunità, concludo dicendovi: DIMOSTRIAMO DI ESSERE DELLE CAPITANE CORAGGIOSE, ANCHE IN POLITICA!

ANITA NARRACCI

Responsabile Giovane Italia PDL

Commenti 

 
#1 AllaRedazione 2012-01-09 01:09
come mai i commenti sono sempre censurati?
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI