Lunedì 12 Novembre 2018
   
Text Size

OSPEDALE, IL PD CERCA LA SINTESI CON PARTITI E MOVIMENTI

partito democratico simbolo 640 x 300

Lunedì 14 novembre presso la sede del Circolo PD, in via Cadorna, si è svolto un incontro sulle questioni legate alla Sanità ed all’Ospedale Jaia, con un “tavolo aperto” a cui hanno partecipato diverse forze politiche di Conversano ed in particolare UDC, PRC, PSI, Moderati per Conversano, oltre ad alcuni esperti.

I diversi interventi dei partecipanti hanno manifestato forte preoccupazione per la continua perdita di pezzi di funzionalità dell’ospedale Jaia, specie perchè mancano risposte chiare e definitive da parte del Governatore Vendola o dell’Assessore Fiore.

In questa situazione che dovrebbe vedere la città tutta stringersi intorno ad un unico obbiettivo registriamo, invece, una proliferazione di iniziative che, seppur singolarmente meritevoli, spesso non riescono a fare sintesi e ad abbandonare inopportuni velleitarismi di primogeniture.

L’iniziativa intrapresa dal PD trova la propria ragion d’essere proprio nella esigenza di fare sintesi e come tale è stata percepita dagli intervenuti che hanno partecipato attivamente alla discussione portando il proprio propositivo contributo alla proposta iniziale.

Nel corso della riunione è stato positivamente rilevato come la posizione del PD, elaborata da un apposito Gruppo di lavoro dopo aver ascoltato professionisti, operatori della sanità, tecnici, cittadini, collimi per diversi aspetti con i contenuti di altre proposte e quindi favorisca il raggiungimento di una posizione comune, peraltro tutte le idee messe in campo dai diversi soggetti, se non vogliono essere fumo negli occhi o pura demagogia, devono diventare proposta e, perché ciò accada, è necessario anzitutto conoscere la risposta che i politici intendono dare all’interrogativo principe rimasto tuttora senza risposta: “Quale è il destino dello Jaia, ospedale chiuso da Fitto e non risarcito da Vendola”.

Poiché il Sindaco Lovascio ha comunicato ufficialmente che, nel corso delle celebrazioni del martire Di Vagno, ha avuto garanzie dal Presidente Vendola di un incontro specifico e in tempi brevi, il PD ritiene che, nel rispetto delle Istituzioni, bisogna attendere l’esito di detto incontro, naturalmente senza abbassare il livello di vigilanza.

Per questo il PD rinnova ai partiti ed ai movimenti  la proposta di rivedersi lunedì 21 novembre nella propria o in altra sede per definire proposte che abbiano il crisma della realizzabilità, nello stesso tempo riconferma il massimo impegno e l’adozione di ogni utile iniziativa per obbligare la Regione a mantenere gli impegni assunti.

Il Segretario Cittadino

Saverio Ranieri

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI