Mercoledì 21 Novembre 2018
   
Text Size

Parcheggio interrato: "Nessuno ne sapeva nulla"?

villa-dei-caduti

Dopo la pubblicazione dell'articolo in cui, riprendendo la determinazione n.27, rendevamo nota la nomina della Commissione per la selezione del professionista cui affidare l'incarico di assistenza e supporto al RUP (Responsabile Unico del Procedimento) nei lavori che riguarderanno il "parcheggio interratto Villa dei Caduti", alcuni tecnici ci hanno fatto sapere che − a loro avviso − non è stata data la giusta pubblicità all'iniziativa.

Per avere un quadro delle posizioni politiche sulla vicenda, abbiamo raccolto le dichiarazioni di alcuni consiglieri nonché la replica dell'Assessore ai Lavori pubblici.

Pasquale Gentile (UDC) si dice "mortificato che, ancora una volta, decisioni importanti per la città siano prese a livello assessorile o comunque in maniera unilaterale. Oltre a qualche ritorno di notizia giornalistica non abbiamo saputo nulla. È un opera che, se dovesse essere realizzata, stravolgerebbe per parecchio tempo la realtà circostante; senza contare i numerosi elementi da valutare, tra cui gli effetti idrogeologici e il mantenimento di una peculiarità artistica di Conversano". "A mio modesto parere − chiosa Gentile − prima di impegnare somme per affidare incarichi è necessario accertarsi della copertura finanziaria e confrontarsi con la cittadinanza, per capire se l'opera è efficace ed efficiente".

"Sarebbe stato corretto aprire un dialogo il più possibile allargato − ha commentato il consigliere Pasquale Bonasora (SEL) − anche in considerazione del fatto che ogni intervento che veicola lo sviluppo della città deve essere inserito in una progettazione generale e condivisa del territorio. Sono convinto, ad ogni modo, che si tratti dell'ennesimo annuncio di grandi opere destinate a restare solo sulla carta".

"Se l'Amministrazione ha accertato la concreta possibilità di realizzare questo parcheggio interratto − ha precisato Vincenzo D'Alessandro (PD) − doveva, da subito, coinvolgere tutte le forze politiche e sociali. Se invece ipotizziamo uno studio di fattibilità perché resti negli archivi, allora sorge il dubbio che si voglia assegnare un incarico solo per accontentare qualcuno. Mi impegno, comunque, a chiedere lumi nella prossima Conferenza dei capigruppo".

"Saluto favorevolmente l'iniziativa − ha dichiarato il consigliere Nico Mottola (PDL) − poiché rappresenta un contributo parziale alla risoluzione del problema parcheggio a Conversano. Tuttavia, un'opera del genere − destinata a modificare l'assetto urbanistico del paese − merita una maggiore partecipazione tanto da parte dei cittadini quanto da parte delle associazioni degli ordini professionali".

Infine, doverosa la replica dell'Assessore al ramo Carlo Gungolo: "L'opera è inserita nel Piano Triennale 2011-2013 che è stato discusso e approvato in Consiglio comunale e pubblicato sul sito istituzionale del Comune di Conversano. Chiunque, dunque, poteva e può chiedere ulteriori delucidazioni agli uffici competenti. Tra l'altro, personalmente ho rilasciato numerose interviste alla stampa locale per rendere noto il progetto della nostra Amministrazione". Per quanto riguarda la partecipazione della collettività, "per il momento siamo in una fase di studio di fattibilità. Appena avremo messo a punto un progetto su cui sia possibile ragionare in concreto, avvieremo il percorso di partecipazione pubblica, come abbiamo fatto in tutte le occasioni precedenti".

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI