Lunedì 19 Novembre 2018
   
Text Size

Una firma per la Commissione delle Pari Opportunità

conversano-città-aperta-simbolo

La scarsa presenza femminile nei luoghi di decisione politica è un dato che segnala, dopo oltre 60 anni dall’acquisizione del diritto elettorale, una sconfitta per la democrazia, lasciando aperto il problema del riequilibrio della rappresentanza e della realizzazione di una democrazia effettiva. Diventa necessario creare momenti di riflessione comune sul significato e il valore della politica, sulle modalità di partecipazione e sulle strade da percorrere non come “gruppo da proteggere” ma con autorità e capacità di influenza.

La Commissione per le pari Opportunità prevista nel Regolamento del Consiglio Comunale di Conversano, ha il compito di promuovere azioni positive per sostenere le donne a concorrere, con le stesse opportunità degli uomini, ed apportare il proprio contributo allo sviluppo della nostra società, ad esprimere le potenzialità e a trasmettere la propria esperienza nel corso della vita. La commissione è pertanto impegnata su molti fronti, dagli interventi relativi alla persona nei suoi molteplici aspetti (salute, maternità e paternità, famiglia, cultura) alla vita lavorativa, politica, sociale. Il Movimento Conversano Città Aperta si fa promotore della petizione per l’attuazione della Commissione pari opportunità sancita nel Regolamento Comunale all’art. 66. Nelle settimane scorse sono state raccolte le prime firme.

La lettera indirizzata al Sindaco e ai membri della Giunta è stata protocollata, condividendo l’iniziativa con la Consigliera Regionale di Parità Serenella Molendini. Al fine di dare possibilità al maggior numero di persone di aderire all’iniziativa il movimento organizzerà delle giornate in piazza in cui raccogliere le firme, a partire dal 9 marzo in occasione dell’incontro “Dalla procreazione alla realizzazione sociale e lavorativa”; mentre per tutti coloro che non potessero raggiungerci sarà possibile apporre la propria firma collegandosi al sito http://www.petizionepubblica.it/PeticaoVer.aspx?pi=CCA1.

L’iniziativa intende portare all’attenzione l’importanza di pensare alle politiche di genere attraverso l’assegnazione di ruoli attivi alle donne, affinché possano diventare interlocutrici in una realtà, come quella di Conversano, che vede ancora poche donne in politica tra i banchi degli eletti. Dobbiamo promuovere la presenza delle donne nelle istituzioni rappresentative dando più fiducia a quelle che dimostrano capacità e competenze.

La portavoce del Movimento Conversano Città Aperta

Annalisa Lacalandra

Commenti 

 
#1 ciucciatilcalzino 2012-03-01 08:02
al di là di quello che uno vuole, quando fa nascere un movimento politico,(ed oggi la necessità di movimenti non ha ragione di essere - anche perchè poi o entri in un partito o muori),ci piace assistere alla "promozione" di una commissione, del resto già nominata, che "darebbe" alle donne tutta quella tiritera snocciolata nell'enfatica dichiarazione. La verità vera è che se le donne vogliono spazio, specie in politica - come in questo caso, incomincino a lavorare nei partiti. Quelli veri!!!
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI