Lunedì 19 Novembre 2018
   
Text Size

Pista ciclabile. PD: "Bisogna ripristinare il vecchio progetto"

Pista-ciclabile

Come preannunciato nell'ultimo Consiglio Comunale, il Partito Democratico ha aperto una discussione tematica sul progetto relativo alla realizzazione di una pista ciclabile bidirezionale.

Un confronto con associazioni, cittadini e commercianti (che approfondiremo nei prossimi giorni) riassunto in una mozione, presentata dal consigliere Vincenzo D'Alessandro, in cui si chiede di "ripristinare la progettazione prevista nella proposta PIRP" e di "sospendere qualunque provvedimento amministrativo in corso di definizione attinente la progettazione di piste ciclabili bidirezionali previste nel PIRP".

Le motivazioni di questa richiesta sono articolate nello stesso testo della mozione. Ciò che viene contestato è la scelta dell'attuale amministrazione di modificare il percorso della pista ciclabile, rispetto a quello originariamente presentato all'interno del PIRP. E questo "senza aver minimamente coinvolto la commissione consiliare di pertinenza né interessato l’intero Consiglio Comunale", passaggio necessario a detta dei democratici "visto il notevole impatto di viabilità cittadina che interessa tutta la città ivi compresi i commercianti".

"Il percorso originario previsto nella proposta PIRP − continua il testo della mozione − aveva un senso sociale e integrativo oltre che quello culturale, ambientale e tematico dell’intervento stesso". In particolare, consisteva nel collegare il quartiere da riqualificare (il quartiere Arcobaleno) con il centro storico della città.

Al contrario, "la modifica apportata dal Sindaco Lovascio non sembra avere una ratio ben definita, ma piuttosto connotata della casualità e/o improvvisazione, senza avere contezza del disagio che andrebbe a provocare la realizzazione di una pista ciclabile bidirezionale nel centro cittadino".

Per il Partito Democratico, infatti, la variante andrebbe ad interessare l’arteria principale della viabilità cittadina che è "l'unica soluzione al momento per decongestionare il traffico e la viabilità urbana della città, atteso che, allo stato, non si è ancora completato l’anello della circonvallazione, che da anni invano si promette di realizzare, ovvero la situazione parcheggi e viabilità cittadina ancora irrisolta".

"Le piste ciclabili − conclude la mozione − rientrano nei percorsi di mobilità sostenibile e sono degli obiettivi importanti che una buona amministrazione deve perseguire" avendo, però, messo a punto preliminarmente "un piano del traffico che interessi tutto il territorio in maniera organica e non casuale" e coinvolgendo i cittadini nell'individuare, attraverso un "piano di comunicazione efficace, le migliori soluzioni possibili nel cambio culturale e dello stile di vita. Comprese le domeniche ecologiche cittadine". 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI