Domenica 18 Novembre 2018
   
Text Size

Anomalie nelle procedure PIRP e la "lettera del 2007"

gentile 11

Come anticipato nel Consiglio Comunale del 17 aprile, il Presidente del Consiglio, Pasquale Gentile, ha presentato una mozione sulle procedure sottese all'attuazione del PIRP (Programma Integrato per la Riqualificazione delle Periferie).


LE AREE D'INTERVENTO − Il primo appunto sollevato dalla mozione riguarda l'esigenza di valutare se le aree di intervento, per la realizzazione delle opere previste, coincidano con quelle dichiarate nel 2007, anno in cui inizia ufficialmente l'iter del PIRP.

"Da una prima comparazione dei piani particellari del 2007 e di quelli del 2012 − spiega il Presidente del Consiglio − sono emerse non poche discrepanze. Ad esempio, leggendo le convenzioni stipulate, alcune ditte dichiarano aree le cui particelle non sempre corrispondono a quelle originarie. In sintesi, si ha contezza di nuovi frazionamenti, tutti da chiarire attraverso una meticolosa sovrapposizione dei documenti catastali".


GLI ESPROPRI − Il secondo aspetto, cui si chiede una risposta all'Amministrazione Lovascio, attiene la motivazione degli espropri nei confronti dei suoli di proprietà dei privati.

"Se, all'epoca, i privati cittadini avevano concordato con i soggetti attuatori la cessione dei propri terreni − domanda Gentile − l'Amministrazione avrebbe dovuto privilegiare la strada della perequazione, o comunque una transazione bonaria. Perché si è deciso di agire con l'esproprio forzoso?".


LA LETTERA SENZA RISPOSTA − A sostegno di una procedura in cui si riscontrerebbero zone d'ombra, Gentile ha rinvenuto anche una lettera a firma del suo predecessore, il prof. Francesco Macchia, "il quale − subito dopo l'approvazione della delibera madre del PIRP − invitava la Regione e l'assessore all'Assetto al Territorio, prof.ssa Angela Barbanente, a fornire un'interpretazione sulle presunte irregolarità rappresentate dai cittadini".

Tra le varie anomalie riportate dal prof. Macchia, emerge il falso presupposto della disponibilità delle aree e la violazione del bando regionale, il quale non consente l'esproprio per quelle aree volontariamente concesse dal privato. Ed entrando nel merito delle pratiche espropriative, non risulta − ieri come oggi − che le ditte abbiano versato gli oneri necessari ad acquistare le porzioni di suolo utili a realizzare l'opera proposta.

"Di fatto, nessuna risposta è stata data da parte della Regione − conclude Gentile − e le procedure sono continuate. Oggi ci troviamo con espropri in danno dei cittadini. È lecito, dunque, domandarsi perché quella lettera non abbia avuto sèguito e quanto siano fondate le denunce in essa contenute".

Commenti 

 
#4 rox 2012-05-11 11:16
:cry: la riqualificazione di Villa Belvedere?A me sembra che sia stato fatto uno scempio costruendo quell'anfiteatro,una massa di cemento e gradinate pericolosissime per quei bambini che vanno a giocare.Certo c'era ai tempi il problema dei drogati che andavano li' di sera a rovinarsi la vita...hanno semplicemente cambiato il luogo ma non le abitudini.Caro Avvocato Judice,non me ne intendo di politica,secondo me esistono i bravi e i cattivi,i furbi e gli assetati di potere.Per quanto un Sindaco possa compiere tante imprese eroiche,nell'investire il denaro pubblico nel rimodernamento infrastrutturale,tanto poco fa per investire sul futuro dei bambini,cominciando a far rispettare le leggi ad esempio,imponendo ai suoi cittadini norme e regolamenti che hanno valore nazionale e non solo territoriali.Conversano e' in Italia o sbaglio?Ci sono persone che hanno costruito ville e villoni su terreni abusivi,si costruiscono vani mansardati sui tetti delle case e sappiamo tutti che ci vogliono dei permessi specifici per farlo(e quanti fra questi sono regolari?),e nn parliamo della raccolta dei rifiuti...siamo proprio indietro anni luce col resto d'Italia!L'abusivismo e' una realta' ben radicata nella vita dei Conversanesi dove cio' che e' illecito e' lecito pur di campare!Se non si cambia la mentalita',se nessun politico fa scattare la molla,se non si innesca il meccanismo di crescita culturale e apertura mentale,si possono costruire anche piste ciclabili,grattacieli e dare ogni servizio utile al cittadino,ma non cambiera' nulla!L'imbroglio rimane sempre l'arma piu' utile per ottenere cio' che si vuole
Segnala all'amministratore
 
 
#3 avjudice@libero.it 2012-05-11 07:12
vorrei proprio che con un onesto dibattito si faccia chiarezza sulla reale portata e storia dell'esperienza della mia Amministrazione, che sono testimoniati con concretezza dai fatti e dai risultati, sotto l'occhio di tutti, compreso il Pirp, premiato dalla Regione Puglia - amministrazione Vendola/Barbanente - tra i primi progetti di riqualificazione delle periferie di Puglia, il finanziamento di 2 milioni di €. per la fogna bianca (4° progetto a livello regionale qualificatosi nel relativo bando), la riqualificazione urbanistica ed infrastrutterale della zona annonaria, costata circa 3 milioni di €., il completamento della riqualificazione villa belvedere e largo della corte - 900.000,00 €., oltre alla nuova illuminazione di viale degli Eroi e di via Morea, finanziamento vecchio macello con aggiudicazione - 4° posto al bando regionale rivolto ai giovani dal welfare, l'intuizione di portare concerti a livello altissimo presso il Pala San Giacomo,acquisizione di circa 1/3 del Castello dal Demananio ed ampliamento del museo civico nella nuova struttura al 2 piano, ecc.... Credo che solo i luoghi comuni diffusi da un noto settimanale locale, di interesse di potere, con il quale ho avuto l'onore di avversarmi, diffusi con cadenza settimanale, hanno generato sommaria critica e, perchè no unitamente anche a qualche mio errore, di certo non superiore a quelli umanamente commessi da miei predecessori e successori (i fatti lo dimostrano). Scusatemi per lo sfogo.
Segnala all'amministratore
 
 
#2 Giobbe 2012-05-10 14:26
Pasquale SINDACO!
Segnala all'amministratore
 
 
#1 S VENDO- LA PUGLIA 2012-05-10 12:31
Ma caro Gentile Lei non e' stato il rappresentante a candidato sindaco, proprio di quella parte dell'amministrazione Iudice, che annoverava nelle sue liste, diverse rappresentanti, di quella devastante esperienza amministrativa ?
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI