Domenica 18 Novembre 2018
   
Text Size

Servizi comunali in proroga da cinque anni

consiglio- lovascio e gentile

"Dal 2007 ad oggi abbiamo una serie di servizi comunali il cui costo è raddoppiato anche in ragione del ricorso allo strumento delle proroghe. Devo constatare, inoltre, che la documentazione richiesta ai direttori d'area non è pervenuta, e questo rende difficoltoso avere un quadro preciso". Così il presidente Pasquale Gentile ha sintetizzato il question time presentato nell'ultimo Consiglio comunale.

A rispondere il Sindaco Giuseppe Lovascio: "Il question time prevede cinque minuti per replicare, un tempo insufficiente data la portata dell'argomento che, sicuramente, potrà essere discusso approfonditamente sia in commissione che in sede di bilancio".

Quanto alla documentazione, il primo cittadino ha precisato che "non poteva essere reperita in ventiquattro ore. Ad ogni modo, questa mattina mi è stata consegnata una relazione in cui si elencano i servizi in proroga con i relativi costi".

E, dalla lettura della relazione, emerge che per la maggior parte di questi servizi si sta procedendo ad espletare le gare per definire i nuovi gestori. Secondo i dati in possesso del Sindaco, le proroghe non avrebbero mai rappresentato un aggravio in termini di costi, ad eccezione dei servizi cimiteriali dove è stato necessario regolarizzare la posizione dei lavoratori secondo il contratto collettivo nazionale.

Un ultimo scambio di battute sui "tempi" dell'Amministrazione. Gentile fa notare che, poiché le scadenze dei contratti erano note, i bandi di gara avrebbero dovuto essere approntati  in tempo utile. "Per una gara servono soldi − ribatte Lovascio − e, nonostante questo ente abbia i conti più che in regola, non può investire nessuna risorsa a causa dei vincoli imposti dal pareggio di bilancio".

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI