Venerdì 16 Novembre 2018
   
Text Size

Dispute e perplessità sulla solidarietà ai Marò

mottola-consiglio- comunale-conversano

Durante l'ultimo Consiglio Comunale, si è discusso a lungo sul secondo ordine del giorno presetato da Mottola, che chiedeva un gesto di solidarietà verso i nostri conterranei che sono stati arrestati in India.

“Ho ritenuto doveroso esprimere solidarietà verso i due ragazzi pugliesi – ha dichiarato Mottola – che sono stati arrestati in India e che rischiano di essere giudicati dal tribunale indiano, anziché da quello italiano. Credo che il Consiglio comunale di Conversano, di fronte alla violazione di ogni diritto umano e di ogni norma del codice internazionale, debba esprimere solidarietà a questi due ragazzi”.

“Ritengo che questo punto dell’ordine del giorno sia frutto di un fattore puramente emotivo – ha affermato Rotunno. Dobbiamo essere cauti su questa vicenda, nel dare giudizi che non ci competono. È un argomento che rientra nel diritto internazionale, di cui si stanno occupando i nostri diplomatici e il Governo Italiano; noi non siamo in grado e non possiamo sapere se i due Marò hanno o meno commesso un reato. Fino a quando la giurisdizione non ha chiarito la questione, io propongo tanta cautela prima di esprimere giudizi”.

Questo pensiero è stato abbracciato anche dagli altri consiglieri dell’opposizione ed in particolare dal consigliere D’Alessandro il quale ha voluto puntualizzare che dare voto favorevole a questa proposta, significherebbe non fidarsi dell’operato del nostro Governo.

A difesa della proposta di Mottola, il consigliere Covito ha voluto spiegare che atti di solidarietà la giunta comunale li ha sempre fatti, pur non avendo alcuna valenza giuridica, per una questione morale. Anche altri esponenti della maggioranza hanno insistito sulla questione puramente morale e sulla non intenzionalità di emettere giudizi.

Dopo un po’ di peripezie e titubanze, il consigliere Salzo, da buon diplomatico, ha proposto una modifica accolta benevolmente da tutti. “Nessuno sa come è andata la vicenda, nessuno può e vuole giudicare. Dovremmo focalizzare l’attenzione solo su ciò che stanno vivendo i due Marò e il grande dolore recato alle loro famiglie e – ha aggiunto il capogruppo PDL – non dobbiamo dimenticare la perdita di uomini indiani e il lutto che ha avvolto le loro famiglie. Propongo che questo punto sia modificato inserendo solidarietà sia ai due marò italiani e alle loro famiglie che alle vittime indiane e alle loro famiglie”.

Commenti 

 
#1 Gianvito F. 2012-05-18 20:08
I "problemi".
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI