Venerdì 16 Novembre 2018
   
Text Size

Decoro Urbano: "Manifesti PDL a spese dei cittadini"

mottola-conferenza

È stata protocollata qualche giorno fa una mozione − a firma dei consiglieri Bonasora, D'Alessandro, Gentile e Rotunno − in cui "si invita il Sindaco Lovascio e i consiglieri comunali Mottola e Giannini a restituire alle casse comunali 1.764 euro per le spese sostenute per un’iniziativa che nulla ha a che fare con l’attività amministrativa".

Tutto parte nel luglio 2010 quando, in una conferenza stampa, i consiglieri del PDL Mottola e Giannini illustrarono una campagna di comunicazione, intitolata “Conversano più civile per tutti”, per la promozione del decoro urbano. L’iniziativa prevedeva l'affissione di manifesti recanti messaggi deterrenti l'abbandono di rifiuti e le azioni vandaliche, nonché la successiva approvazione di tre ordinanze sindacali che inasprissero le pene per i trasgressori.

In quell'occasione il primo cittadino affermò che la proposta avanzata dai due consiglieri di maggioranza era “priva di qualsiasi titolo oneroso: impegno e spese sono stati interamente sostenuti dai proponenti. Quando si passerà all’approvazione, si eseguirà regolare procedura di assegnazione".

In realtà le cose sono andate diversamente: con determina del 22 dicembre 2012, si è disposta la liquidazione di 1764 euro in favore della ditta SIGNUM srl, affidando alla stessa la realizzazione di 560 manifesti da affiggere in città. Tra l'altro, quei manifesti non sono stati mai affissi e le previste ordinanze mai emanate.

Pertanto, i firmatari ritengono doveroso che quella somma sia restituita alle casse comunali, giacché non rientra nei compiti dell'Ente sobbarcarsi le spese di iniziative partitiche o di singoli consiglieri; iniziative che tra l'altro non si sono concretizzate e possono ben qualificarsi come "spreco della politica".

Commenti 

 
#3 esuberi 2012-05-28 11:57
Signori miei a Conversano bastano 30 manifesti 70x100. Se sono tre soggetti ne servono 90 e non + di cinquecento. Dove stanno i manifesti se non sono mai stati affissi? Le tasse di affissione sono state pagate? Chi ha permesso che tutto ciò avvenisse? Chi ha autorizzato la stampa? I due consiglieri comunali se fossero stati eletti in Irlanda sarebbero stati messi alla gogna e costretti a dimettersi. Ma in Italia e dunque a Conversano campa tu che campo pure io! Che schifo!
Segnala all'amministratore
 
 
#2 Vito notarnicola 2012-05-27 19:18
Sono certo che s'è stato commesso un errore da parte dei due consiglieri, questi, in quanto dotati di onestà intellettuale e senso del dovere, restituiranno la somma erroneamente spesa.Però è doveroso ricordare a questi amministratori di porre più attenzione nella gestione dei denari pubblici, in particolar modo,in questo momento di crisi economica-finanziaria, la quale sta mettendo a dura prova l'esistenza di molti cittadini conversanesi!
Segnala all'amministratore
 
 
#1 Ilaria 2012-05-26 17:34
Che vergogna!!!
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI