Lunedì 19 Novembre 2018
   
Text Size

Via Zingari. La Regione disponibile a 'spostare' dal PIRP quasi 2 milioni di euro

via-zingari-palazzine-inagibili

Ottime notizie sul fronte della ricostruzione del quartiere del Casalnuovo, duramente colpito dall'esplosione dello scorso 7 giugno.

Insieme alle numerose iniziative di volontariato e alle sottoscrizioni pubbliche e private, sul tavolo c'era anche la proposta del movimento "Conversano Città Aperta": spostare sulla ricostruzione degli edifici crollati, inagibili o gravemente lesionati una parte dei 3 milioni di euro che, nell'ambito del PIPR (Piano di riqualificazione delle periferie), la Regione Puglia ha assegnato al Comune di Conversano per la realizzazione delle opere pubbliche.

Dalla proposta si è passati ai fatti: lo scorso 11 giugno, i consiglierei Gian Luigi Rotunno e Pasquale Bonasara hanno messo tutto nero su bianco ed hanno consegnato una lettera al Sindaco Lovascio e all'Assessore regionale Angela Barbanente in cui, per l'appunto, chiedevano la disponibilità a "rimodulare il PIRP", riservando alle famiglie del Casalnuovo la somma prevista per la costruzione "di alloggi per l’edilizia sovvenzionata".

Immediata la risposta della prof.ssa Barbanente: "Verificata con il Servizio Politiche Abitative la fattibilità tecnica, siamo pronti a rimodulare immediatamente il PIRP, destinando alla ricostruzione degli immobili crollati e al recupero di quelli gravemente lesionati, i 1.800.000,00 euro previsti per la costruzione di alloggi per l’edilizia sovvenzionata, e dando priorità, per l’assegnazione degli alloggi realizzati, alle famiglie rimaste senza tetto che abbiano i requisiti per accedere all’Edilizia Residenziale Pubblica".

Commenti 

 
#3 Gianvito F. 2012-06-15 18:17
Basta che queste case di edilizia sovvenzionata siano progettate con tutti i crismi ed integrate nel tessuto del Casalnuovo senza commettere orrori...
Segnala all'amministratore
 
 
#2 subjudice 2012-06-15 17:59
judice cerca conferme sulla bontà del suo "grande progetto per la città", speculando anche sulle sciagure!!!
judice, padre politico-spirituale del progetto che avvia la più grande speculazione edilizia degli ultimi 40anni, non pago di aver trovato il suo degno erede (lovascio), pronto a dar seguito agli accordi con i soliti tecnici, apportando qualche aggiustamento di facciata al pirp, ora trova anche modo di fare qualche polemicuccia da bar sul suggerimento di bonasora e rotunno ed il placet della regione, per destinare parte dei fondi alla ricostruzione delle abitazioni del casalnuovo.
Incredibile è il fatto che non senta lui per primo il dovere di scusarsi con i cittadini per non essere mai stati partecipi delle scelte di quel pirp...
anzi oggi qualcuno a sue spese s'è scoperto espropriato oltre che dei diritti minimi di cittadinanza, anche dalle proprietà...
e come se non bastasse, a dispetto del PIano di Riqualificazione delle Periferie, i nuovi amministratori spostano la pista ciclabile progettata, dalla periferia in centro!!!
i furbetti e i gabbati...
la storia si ripete...

per fortuna, forse (???) almeno quei 2milioni, saranno sottratti ai ras del cemento!
Segnala all'amministratore
 
 
#1 francesco judice 2012-06-14 22:36
sono particolarmente felice che un grande progetto per la Città, come la mia Amministrazione ha sempre ritenuto, sia di concreto e robusto ausilio a famiglie sfortunate in un particolare momento di bisogno e mi compiaccio particolarmente che i consiglieri Rotunno e Bonasora, che tanto hanno osteggiato tale progetto, abbiano poi rivisto la loro posizione.
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI