Mercoledì 21 Novembre 2018
   
Text Size

Assemblea degli stati generali del Pdl

assemblea pdl foto gruppo

Lunedì scorso, presso l’Hotel Parco dei Principi a Bari, si è tenuta l’assemblea degli stati generali del PDL della Provincia di Bari. Il meeting dal titolo "Dalla condivisione delle idee, le scelte per il Pdl", moderato dal coordinatore provinciale del Pdl di Bari, On. Antonio Distaso, è stato un punto di confronto diretto tra rappresentanti ed eletti del partito. Questi ultimi non hanno perso occasione per condividere le proprie idee, proposte e talvolta anche lamentele, per fare forte ancora una volta il PDL.

Dopo il saluto del Presidente della Provincia di Bari, Francesco Schittulli, sono intervenuti il coordinatore cittadino del Pdl di Bari, Sen. Luigi d'Ambrosio Lettieri ed il vicecapogruppo vicario in Consiglio Regionale, Massimo Cassano.

A seguire numerosi interventi si sono distinti. Diversi sindaci, assessori e consiglieri comunali, Onorevoli, Europarlamentari e rappresentanti di partito hanno preso la parola davanti ad una folta platea di attentissimi. Ha invece concluso i lavori l’On Raffaele Fitto che ha espresso il proprio apprezzamento ad appuntamenti come questi di confronto e condivisione come strumento per la “ricrescita del partito”. L’On. Fitto, nel suo intervento ha voluto però mettere l’accento su un aspetto importante di tale meeting e cioè la presenza di numerosi giovani, ammirandone discorsi e pensieri ma soprattutto entusiasmo e passione.

E così se all’On. Fitto è toccato anche un discorso complesso ma puntuale su tutti gli aspetti della politica italiana di questi giorni, comprese strategie economiche e questioni nazionali, in tanti invece hanno puntato l’attenzione oltre che sugli interventi diretti per poter traghettare l’Italia fuori dalla crisi, soprattutto sulle strategie di partito.

assemblea pdl anita narracci

Alcuni coordinatori di Giovane Italia (Anita Narracci di Conversano, Ignazio Amodio di Monopoli, Valeria Pedote di Polignano, Onofrio Damone di Bitetto e il coordinatore provinciale Fabio Romito) hanno preso la parola per esporre i propri pensieri a riguardo.

Vi riporto quindi un remake del mio intervento, nonché le mie opinioni su questo Pdl in cui credo molto ma da cui mi aspetto dei cambi di rotta e dei fatti concreti.

Di certo dobbiamo ammettere che il Pdl necessita di una rinascita. Ogni buona ripartenza comincia da una buona autocritica e così, dopo aver stilato una lista di ciò che non vorrei per il mio partito ho pensato a quale sarebbe il partito che vorrei.

Il partito che vorrei è quello dell’ENTUSIASMO, della CONVINZIONE e della DETERMINAZIONE. Il partito che vorrei è quello che mette fuori la voglia di essere AL SERVIZIO DEGLI ITALIANI.

Convegni, informazioni, opuscoli e campagne elettorali sono pieni di proposte valide, audaci ed efficaci, ma bisogna poi portarle a vivere nella realtà.

È necessario riprendere i nostri obiettivi:

• Ridurre la pressione fiscale, burocratica, giudiziaria
• Rimarcare il valore della Famiglia
• Puntare sulla meritocrazia, selezione e formazione della classe dirigente
• Parlare di lavoro in termini di quantità, qualità ed inserimento
• Ricordare le liberalizzazioni di cui eravamo paladini

Dobbiamo lavorare sui nostri capisaldi per non perdere la concentrazione. Bene a questi appuntamenti, per mettere alla base del nostro partito le IDEE.

Dobbiamo intendere questo partito come una grande famiglia, bene alle discussioni interne (è necessario il confronto) ma fuori dobbiamo essere UNITI nel perseguire l’obiettivo comune e non a mostrare protagonismi personali a scapito di soggetti del nostro stesso partito.

Miriamo a rappresentanti territoriali SCELTI, e con scelti intendo richiamare i termini di COERENZA, CAPACITA’, COMPETENZE, PROFESSIONALITA’. In questo modo dobbiamo creare una rete salda nel territorio nazionale fatta di confronto e partecipazione. Dobbiamo tornare alla centralità delle segreterie e al loro ruolo di comunicazione e informazione con progetti pilota che partano dal Pdl nazionale ed arrivino in ogni comune.

Attraverso i rappresentanti dobbiamo arrivare alla gente, al Paese, ai quartieri. È necessaria quella clotoide impercettibile tra eletti e rappresentanti e tra rappresentanti ed elettori.

Oggi gli elettori pretendono CONFRONTO con i politici.

Dobbiamo tornare a scendere in PIAZZA! Se siamo al governo per dimostrare i fatti e se siamo all’opposizione per promuovere proposte concrete ( e questo vale non solo a livello nazionale ma ancor più nei singoli paesi dove è fondamentale il contatto diretto con il proprio elettorato).

Dobbiamo recuperare la capacità di ASCOLTARE il cittadino.

Dobbiamo dare l’idea di saper stare in mezzo alla gente. Se in democrazia non c’è la dovuta partecipazione, essa di trasforma in demagogia!

Dobbiamo guardare agli errori e cercare il modo di creare un partito forte partendo dalla base.

La politica non si fa solo nei tempi belli ma ancor più nei tempi brutti si misura il valore di una classe dirigente che voglia essere rappresentativa dei propri elettori e “al servizio degli italiani”.

La sfida è di parlare di politica in un momento in cui di politica non si vuole sentire.

Concludo questa grande digressione con le mie opinioni e le mie speranze, espresse in gran parte durante l’assemblea degli stati generali del Pdl provincia di Bari, con le parole di Maurizio Lupi durante un meeting ad argomento “il partito che vorrei”: “un grande partito lo costruiamo se torniamo a ricordare le motivazioni per cui siamo insieme!”.

Anita Narracci

Commenti 

 
#2 affranto 2012-08-10 15:23
caro amico, il PDL (esso, comunque)è fatto di anime diverse, del resto come tutti i partiti. Ma se sono partiti, perchè restano ancora qui?
Segnala all'amministratore
 
 
#1 un amico 2012-08-09 21:09
cara anita,tutto quello che tu cerchi non lo troverai mai in quel partito. egli è il simbolo dei personalismi esasperati e ciò che si programma la sera la mattina è tutto il contrario. auguri.
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI