Domenica 16 Dicembre 2018
   
Text Size

Dura replica del PD sulle posizioni di Città Aperta e PSI

partito democratico_simbolo_640_x_300

Il PD di Conversano esprime il più forte dissenso nei confronti di coloro che oggi si industriano per “offrire alla città” un candidato sindaco “usato sicuro”, dopo essersi impegnati, nel recente passato, per rovesciare tavoli e per azzoppare coalizioni nella vana speranza di poter raccogliere a posteriori attorno a sé consensi ed approvazioni.

Questo è quello che sta tentando di fare “Conversano città aperta” e per questo esprimiamo il nostro forte e motivato dissenso alla loro proposta.

L’obiettivo vero dell’atteggiamento di CCA è provare a ripartire dalla prima casella, imponendo il proprio candidato sindaco in presenza della supposta debolezza del fronte di riformatori, moderati e progressisti, quasi che governare Conversano sia una specie di gioco dell’oca e non un impegno severo, che richiede competenze, passione, interesse esclusivo alla cosa pubblica.

IL PD si è mosso con tenacia e coerenza per realizzare una coalizione tra partiti, movimenti e società civile, accomunati dall’essere contrari al modo di amministrare Conversano da parte del sindaco Lovascio e della sua Giunta.

Eravamo tutti consapevoli che il percorso per costruire una coalizione tra riformisti, progressisti e moderati sarebbe stato complicato, ma la inevitabile dialettica all’interno della coalizione rappresentava un punto di forza e non di debolezza, perché si svolgeva nei tempi e nei modi giusti ed anche perché l’obiettivo non era semplicemente vincere, ma governare la città in maniera efficace e qualitativamente elevata, senza essere sottoposti al ricatto di maggioranze variabili e di consiglieri volubili.

Tra i punti più delicati e decisivi per una vittoria elettorale c’è quello della individuazione del Sindaco; per questo nelle intese sottoscritte si era deciso il ricorso alle primarie in assenza di un candidato condiviso da tutti.

Quando ormai si era giunti al momento finale e quindi si era alla vigilia di una conferenza stampa convocata per annunciare che era stato raggiunto l’accordo su un candidato unico ovvero che avevamo deciso di ricorrere alle primarie, accade che improvvisamente ed inopinatamente, durante una cerimonia commemorativa, il segretario cittadino del PSI, senza alcuna ragione plausibile e senza alcuna spiegazione preventiva - ma in verità a tutt’oggi neppure successiva - ai partiti “alleati”, annuncia la candidatura a sindaco dell’avv. Ciccio Magistà.

Il PD di Conversano, esprime profondo rammarico per questa vicenda la cui responsabilità politica ricade pere intero sul PSI e, profondamente convinto – come è – della validità della scelta a suo tempo fatta, auspica che sia comunque possibile ottenere i chiarimenti idonei a far rivivere l’unica coalizione che aveva ed ancora ha tutte le caratteristiche per proporsi come competitor vincente nelle prossime elezioni amministrative.

IL SEGRETARIO
Rino Ranieri

Commenti 

 
#5 vivagabriel 2012-10-02 12:11
fa un certo ribrezzo vedere conflittuarsi un recentissimo ex segretario di partito con un attuale segretario dello stesso partito. E' la prova conclamata del fallimento di un centro sinistra che non ha voluto mai mettere da parte gli egoismi ed i personalismi carrieristici, oltre che del chiaro perseguimento di opportunismi elettorali calpestando gli interessi della collettività. Ancora una volta state preparando la vittoria ad un candidato sindaco avversario, proprio come nelle precedenti consultazioni!Peccato perchè la maggioranza dei Conversanesi non ha un CUORE di centro destra.
Segnala all'amministratore
 
 
#4 blablabla 2012-09-29 15:55
quante belle parole! tutte fatte e dette per farsi spazio nell'elettorato che oggi ne ha piene le tasche. ed io, del PD, col cocchio che lo rivoterò con questa brava gente alla guida.
Segnala all'amministratore
 
 
#3 matteorenzi 2012-09-29 15:28
Segretario, ma di cosa sta parlando? In questi anni lei ha depauperato il potenziale elettorale del PD. La sua gestione disastrosa ha portato alla sconfitta delle ultime amministrative, ha fatto si che il PD perdesse ben tre dei consiglieri eletti nelle sue liste, ha lasciato che alcuni dei suoi consiglieri facessero da stampella al governo Lovascio senza che lei muovesse un dito o facesse una pur minima dichiarazione. ... non ha mai preso una decisione, mai un'azione di opposizione tranne risvegliarsi per la questione della pista ciclabile, giusto per fare un po' di propaganda. E adesso vuol far la vittima? Si renda conto che lei non è stato capace di guidare un partito importante come il PD ... Si rassegni, non è per lei il ruolo di segretario ... si dimetta!!! ...
Segnala all'amministratore
 
 
#2 redjoe 2012-09-29 12:27
Le osservazioni fatte dal segretario cittadino del P.D. Rino Ranieri sono ben giustificate, da qualche tempo si preparava il piatto già pronto, comunque in assenza di niente quello che passa il convento e il futuro per Conversano, il peggio è duro a finire.
Segnala all'amministratore
 
 
#1 Giobbe 2012-09-28 17:51
Se dovessimo pensare ad una coalizione politica fra me e mia moglie, due giorni dopo ci troveremmo sicuramente su due posizioni opposte. Ma credete ancora nella befana, qui ognuno pensa a se altro che governare per il bene comune. Cose scontate! ma inconfutabili.
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI