Lunedì 12 Novembre 2018
   
Text Size

IL 31 DICEMBRE SI CHIUDE LA DISCARICA

interventoconsiglio-bonasora
“Dall’incontro in Prefettura di questa mattina abbiamo avuto due sole certezze, e mi sembra che siano quelle più importanti: entro il 31 luglio prossimo, il presidente della Giunta Regionale, Nichi Vendola, si è impegnato ad attivare i nuovi impianti di biostabilizzazione e produzione di cdr; entro il 31 dicembre, lo stesso commissario ha dichiarato che emetterà l’ordinanza di chiusura tombale del vecchio sistema discarica di contrada Martucci”.

A margine del vertice barese, parla Vito Bonasora. Il consigliere regionale, per il quale si ventilava un posto in Giunta dopo il rimpasto operato dal Governatore Vendola (“sono a posto così, mi piacerà fare il consigliere regionale fino all’ultimo giorno, spero di riuscirci per il meglio, oggi ho fatto soltanto il mio dovere”), ribadisce ai microfoni di Conversanoweb che “questa mattina sono state sottolineate le esigenze di Conversano, ed è stato confermato che l’avvio dei nuovi impianti avverrà con i rifiuti provenienti dal bacino Ato Lecce 3”.

Le certezze, continua Bonasora, sono frutto di “una intesa più riservata raggiunta tra Vendola e Lovascio e da me fortemente voluta, in un incontro informale tenutosi alla fine del vertice di questa mattina”. I tavoli tecnici proseguiranno con due incontri: il 13 luglio, la famosa conferenza di servizi, sull’impianto di produzione cdr, mentre il 16 un summit politico istituzionale, ad integrazione di quello odierno.

Commenti 

 
#5 marcello 2009-07-09 12:46
Grazie del chiarimento Luigi.
Segnala all'amministratore
 
 
#4 luigiramunni 2009-07-09 00:28
Tornando a noi, quando il titolo dice che il 31 dicembre si chiude la discarica, è perchè con "discarica" (o "vecchio sistema discarica") intendo quanto al punto 2. Ora, nei poteri residui del commissario straordinario per l'emergenza rifiuti (l'on. Vendola ha competenze limitate ormai, perché la problematica è passata in capo alle province per il principio di sussidiarietà), vi è anche quello di decretare con ordinanza la chiusura "tombale", ossia la colmatura totale del vecchio sistema discarica (il riempimento della fossa fino ad esaurimento, tanto per capirci) con lo smaltimento dei rifiuti.

Dopo la colmatura (chiusura tombale) del vecchio sistema discarica, sulle stesse aree si continuerà a smaltire il rifiuto, ma facendolo per mezzo dei nuovi impianti di CDR, che stando alle rassicurazioni di Vendola, dovrebbero iniziare ad entrare a regime entro il 31 luglio. Allo scopo si terrà una conferenza di servizi il 13.

Riguardo al 31 dicembre, permettimi di sottolineare che, a mio modesto avviso, si tratta di una data alquanto aleatoria, perché è sì il termine stabilito da una legge che lo fissa come data ultima per l'esistenza in vita di discariche del vecchio sistema, ma con l'attuale spazio residuo, ecco parliamoci così, la colmatura totale potrebbe avvenire prima, o poco dopo.
(fine)
Segnala all'amministratore
 
 
#3 luigiramunni 2009-07-09 00:27
2. I tre lotti della discarica di bacino, di cui soltanto il terzo è in via di esaurimento, che costituiscono quello che io chiamo "vecchio sistema discarica".
3. I nuovi impianti di biostabilizzazione (cioè riscaldamento per un tot numero di giorni del rifiuto, attraverso un procedimento con temperature standard comprese fra i 50 e i 60 gradi centigradi) e produzione di Combustibile da Rifiuto (Cdr), che dovrebbero garantire alla fine un prodotto finale che si chiama "ecoballa" e uno scarto di lavorazione (circa il 30% di quanto immesso in ciclo). L'ecoballa sarà bruciata nell'inceneritore di Massafra (Taranto) mentre lo scarto sarà smaltito in una discarica di servizio composta da due cave già scavate e presenti nel sito di contrada Martucci.

Per inciso, la differenza fra smaltire con il vecchio sistema i rifiuti e farlo, trattandoli fino alla produzione di Cdr, ridurrebbe o annullerebbe quasi la carica batterica presente in essi, producendo una diversa concezione del rifiuto. Ma su questo non so ragguagliarti ulteriormente, non ho ancora avuto modo di studiare per bene le carte e le relazioni.
(continua)
Segnala all'amministratore
 
 
#2 luigiramunni 2009-07-09 00:26
Allora, caro marcello, come ben sai per esigenze tipografiche (diremmo, sul web, per esigenze di spazi), il titolo deve racchiudere in maniera sintetica il contenuto dell'articolo.

Secondo il mio modesto punto di vista, i nostri politici faticano nel far capire cosa si intende per "discarica" (che io chiamo anche "vecchio sistema discarica", giusto per essere più chiaro).

Nel sito di contrada Martucci al momento sussistono diverse realtà che è bene analizzare.
1. La vecchia discarica comunale, a cielo aperto, che non è più utilizzata (e quindi non riguarda più il nostro discorso) ed è la vera bomba ecologica, come faceva notare Vito Bonasora, giustamente, e che la Regione Puglia si è presa in carico economicamente di bonificare, rivalendosi sul gestore privato in seguito (leggi Lombardi Ecologia)

(continua)
Segnala all'amministratore
 
 
#1 marcello 2009-07-08 23:38
Scusa Luigi, facci capire meglio. Il tuo titolo parla di chiusura, mentre nell'articolo si parla di "chiusura tombale del vecchio sistema".
Chiude e/o si trasforma la nostra discarica?
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI