Sabato 17 Novembre 2018
   
Text Size

Sequestro c.da Martucci. La nota di Cittadini Protagonisti

discarica-sequestro-aprile-2013

Cari amici, oggi vi parliamo di un problema di cui non avremmo mai voluto riparlare che riguarda Conversano ed altri 21 comuni della provincia di Bari. Dicevamo che non avremmo voluto perché speravamo che tutto quel che era trapelato, da indiscrezioni giornalistiche e non, fossero solo preoccupazioni o congetture lontane dalla realtà. Invece, come nell’incubo più profondo, apprendiamo che in Contrada Martucci in queste ore si stanno mettendo i sigilli alla vecchia discarica, quella chiusa qualche tempo fa, ed alle due “vasche” di servizio soccorso annesse ai nuovi impianti.

cittadini protagonisti logo piccoloE’ evidente che tale atto da parte della Magistratura, tramite le forze dell’ordine, si basa su motivazioni serie che riguardano lo smaltimento dei rifiuti e l’ambiente in generale, tanto da giustificarne il sequestro. Ad ora non ci sono note le motivazioni per le quali si sia giunto a questa decisione, ma basta ciò a creare in noi cittadini una preoccupazione che va ben oltre la semplice strumentalizzazione elettorale come sarebbe facile divulgare. Dimentichiamoci per un attimo il momento storico e pensiamo quanto inciderà d’ora in poi questo stato di cose anche sotto l’aspetto ambientale ed anche economico e riteniamo giustificabile sin d’ora la preoccupazione delle famiglie che popolano la nostra città. Città che rischia di scoprire all’improvviso un momento di emergenza ambientale oltre che di malcontento giustificato e sincero.

Siamo certi della bontà dell’operato che è stato svolto dalle forze dell’ordine, che mirano a salvaguardare l’incolumità di una intera comunità.

Attendiamo notizie che compensino le nostre lacune, che ci permettano di conoscere qual è il vero stato dei fatti della discarica di proprietà della Lombardi oltre che dei nuovi impianti. Certo è che adesso vogliamo risposte concrete e non la solita demagogia se non totale assenza che ha visto le istituzioni sottacere su quanto stava accadendo, fino al punto che sino ad oggi con i rinvii e dimenticanze non si è stati capaci nemmeno di nominare i due esperti tanto richiesti dalla nostra comunità e quella molese attraverso le ormai famose Commissioni Congiunte. Chi deve dare spiegazioni le dia.

Dobbiamo collaborare tutti affinché, insieme, ed in maniera risolutiva si metta la parola fine a questa annosa e sporca storia che da troppi anni rappresenta una tegola sulla testa di ogni cittadino di Conversano e purtroppo anche dei comuni viciniori.


Pasquale Gentile ed il Direttivo di
Cittadini Protagonisti Conversano

Commenti 

 
#5 giogio 2013-05-11 19:19
mettere il simbolo è strumentale! Checchè ne pensi il Gentile, ne convengono tutti.
Segnala all'amministratore
 
 
#4 full 2013-04-27 14:53
ma interessarsi dei problemi della città , facendolo dall'interno di un partito 0, movimento politico non è un male ,anzi questo devono fare i partiti altrimenti, faremmo quello per cui dice il presidente Gentile ovvero, usare i poteri imprenditoriali vedi lombardi per sistemazioni personali. perché non chiedete all'assessore all'ambiente di questo comune cosa ha prodotto in termini di controlli, in termini di rispetto delle regole in materia ambientale,ecc.ecc.???
Segnala all'amministratore
 
 
#3 redjoe 2013-04-25 19:38
è condivisibile quello che pasquale gentile ha descritto, si deve aggiungere che i politici conversanesi negli ultimi 20 anni hanno mangiato, hanno sistemato i loro famigliari, si sono accontentati di briciole, tutto a discapito dell'ambiente e della popolazione locale, l'ambiente è stato violentato.
Segnala all'amministratore
 
 
#2 pasquale gentile 2013-04-24 10:59
Caro "logico", chi scrive e parla mettendoci da sempre nome e cognome, non ha bisogno di strumentalizzare e approfittare. Come è ben noto su questo tema e su tutti quei temi di interesse generale e diffuso non si possono e non si devono fare sconti. A mio parere, spero condiviso dai più, necessita fare una chiarezza estrema. Oggi si guarda dal 2006 al 2012 ma i veri problemi nascono molti anni prima e purtroppo si sono trascinati sino ai giorni nostri. Se per le norme del codice penale molti dei fatti reato riferibili alla "discarica" sono prescritti, la coscienza e la vita delle persone che ascoltano, vivono la quotidianità e spesso soffrono in silenzio, sono a mio avviso ancora vive e aspettano !!!
Segnala all'amministratore
 
 
#1 logico 2013-04-24 07:24
sarebbe bastato un intervento pulito, senza simbolo, per farci capire che non è propaganda elettorale.
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI