Sabato 23 Giugno 2018
   
Text Size

Conversano: al via il “Laboratorio Donna”

Conversano- occupazione femminile

Il “Laboratorio Donna” è una iniziativa di formazione rivolta alla donne di Conversano interessate nell’acquisizione di conoscenza tecnica per la realizzazione di prodotti di artigianato locale. I docenti del corso somministrano ai partecipanti informazioni tecniche per le produzioni seguenti: pizzo chiacchierino, maglia, pizzo rinascimento, restauro tessuti antichi. Il percorso formativo rivolto alle donne è previsto tra novembre 2015 e giugno 2016.

 

Iscrizioni al corso “Laboratorio Donna”

L’iscrizione al corso “Laboratorio Donna” costa 30 euro. Gli interessati possono rivolgersi al centro comunale “Donna & Lavoro” presente all’interno del complesso di Santa Chiara il lunedì, mercoledì, giovedì e venerdì dalle ore 9.30 alle ore 13.30 e il martedì dalle ore 16.30 alle 18.15. 

I partecipanti alla conclusione del corso riceveranno un attestato di partecipazione. Il centro studi “Maria Marangelli” è partner organizzativo dei corsi “Laboratorio Donna”. Gli interessanti possono rivolgersi al centro “Donna & Lavoro” ai numeri di telefono seguenti: 080.4959149; 080.4951027. La sede del centro è il Monastero di Santa Chiara- via Porta Antica della Città a Conversano.

 

Il centro comunale “Donna & Lavoro”

Il Comune di Conversano ha investito nella creazione di istituzioni volte a favore la formazione anche professionale, l’inserimento lavorativo e l’imprenditoria femminile attraverso la fondazione del centro comunale “Donna & Lavoro”. Il centro “Donna & Lavoro” è stato istituito nel 1996.  Il centro comunale “Donna & Lavoro” è un luogo rivolto all’: « […] aggregazione, centro di informazione e orientamento al lavoro e alla creazione d'impresa nonché laboratorio di idee e progetti delle donne nell'economia e nella società.» Il centro comunale opera con relazioni istituzionali e di collaborazione con organizzazioni di diritto pubblico e privato aventi finalità analoghe come il Centro Studi “Maria Marangelli” di Conversano e l’Agenzia per l’Impiego della Puglia. Il consiglio comunale deliberante l’istituzione del centro “Donna & Lavoro” nel 1996 ha perseguito l’obbiettivo di realizzare politiche economiche volte alla promozione della formazione, professionalità e imprenditoria femminile.

 

Gli obbiettivi del centro “Donna & Lavoro”

Il centro “Donna & Lavoro” persegue l’obbiettivo di realizzare attività di dialogo e incontro tra imprenditori, policy makers, funzionari pubblici, bankers, esperti di management delle piccole imprese e dell’artigianato volti alla modellazione di attività organizzative per la creazione di attività produttive locali con attenzione all’imprenditoria e all’artigianato femminile. Il centro “Donna & Lavoro” del comune di Conversano è impegnato anche in una attività di formazione e di consulenza nei confronti delle donne per offrire soluzioni e opportunità di crescita culturale, professionale, imprenditoriale, reddituale. Le attività del centro sono orientate a incrementare la probabilità delle partecipanti di trovare inserimento nel mercato del lavoro con reddito. La visine del centro “Donna & Lavoro” è improntata alla microfondazione del relazione tra impresa ed esigenze del territorio con una marcata attenzione alle questioni dell’autoimpiego della creazioni di impresa leggere sostenibili e compatibili con l’economia cittadina conversanese. Il centro “Donna & lavoro” ha anche l’obbiettivo di svolgere una attività di studio, archivistica, e documentale volta all’acquisizione di studi e ricerche e dati sulla condizione del lavoro femminile e alla partecipazione delle donne alla produzione del valore aggiunto sia a livello locale che nazionale. 

 

Le collaborazioni istituzionali del centro “Donna & Impiego” del Comune di Conversano

Il centro opera anche con un protocollo di collaborazione con il Ministero del Lavoro attraverso il centro per l’Agenzia per l’Impiego della Puglia per consentire l’acceso delle donne conversanesi ai finanziamenti, alle facilitazioni normative previste per la creazione di imprese a guida femminile, e per la partecipazione a corsi di formazione volti a fare crescere il valore produttivo e la capacità imprenditoriale del capitale umano femminile. Il centro è anche orientato all’ascolto delle esigenze provenienti dalle lavoratrici e dalle imprenditrici impegnate nella produzione di valore aggiunto dell’economia conversanese. Il comune di Conversano attraverso il centro “Donna & Lavoro” svolge anche una attività di consulenza nei confronti delle donne imprenditrici e lavoratrici per l’accesso a finanziamenti previsti dalla normativa nazionale, europea, e regionale. Il centro punta a dotare le donne conversanesi di strumenti per la crescita dell’auto-imprenditorialità e dell’auto-impiego.

 

La politica culturale del Comune di Conversano volta all’incremento dell’imprenditoria, dell’auto-impiego e dell’artigianato femminile

Il centro “Donna & Lavoro” ha nel suo mandato costitutivo anche il compito di realizzare una missione culturale volta alla valorizzazione delle donne nello svolgimento di lavori legati alla conoscenza anche di carattere intellettuale, artigianale e aziendale. Il Comune di Conversano attraverso il centro promuove la cultura dell’impresa femminile, i corsi di formazione imprenditoriale, percorsi di orientamento la lavoro, nascita di microattività imprenditoriali, autoimpiego, e artigianato tessile. La collaborazione del centro “Donna & lavoro” con il centro Studi “Maria Marangelli” è orientata alla produzione di opportunità anche di studio e di ricerca aventi ad oggetto la condizione femminile.

 

Il ruolo delle donne nell’economia

Il ruolo delle donne nell’economia è fondamentale per la crescita economica. La crescia dell’occupazione femminile produce una crescita del prodotto interno lordo. I paesi a maggiore tasso di crescita economica hanno anche livelli di occupazione femminile più elevati. La partecipazione delle donne all’economia consente di raggiungere elevati livelli produzione. Il tasso di occupazione medio delle donne in Italia tra il 2011 e il 2015 su base trimestrale è pari al 46,7%. Il tasso di occupazione medio dei maschi in Italia tra il 2011 e il 2015 in media su base trimestrale è pari al 65,6%. Il tasso di occupazione medio in Italia, comprensivo sia dell’occupazione delle femmine e dei maschi, tra il 2011 e il 2015 su base trimestrale è pari al 56,1%.

L’occupazione femminile italiana nel contesto dell’economia internazionale

Il tasso di occupazione medio dell’economia italiana comprensivo sia dell’occupazione maschile che dell’occupazione femminile su base annuale tra il 2011 e il 2014 è pari al 60,4% (Dati Eurostat). L’Italia è al 35° posto in una classifica di 40 paesi censiti dall’Eurostat comprensivi sia dei paesi dell’Unione Europea che dei paesi occidentali evoluti e dei paesi dell’est Europa. Il valore basso della classifica è dovuto in generale alla valore basso dell’occupazione in Italia anche se pesa il valore della bassa occupazione femminile. L’Italia è al trentacinquesimo posto in una classifica per l’occupazione femminile secondo i dati Eurostat in un set di 40 paesi.

 

Il ruolo delle donne per la crescita economica

Il ruolo delle donne per la crescita economica è fondamentale. Tra i modelli economici più importanti fondati sulla capacità imprenditoriale e gestionale delle donne vi è il modello della Grameen Bank dell’economista Yunus. Yunus ha creato in Bangladesh un sistema creditizio fondato sulla centralità della donna. Il micro-credito volto a combattere la povertà è stato utilizzato da Yunus come credito di genere. I creditori della Grameen Bank sono donne. Le donne debitrici sembrano avere un livello di affidabilità alto legato soprattutto alla necessità di restituzione del credito nell’interesse della famiglia. Le donne sono più affidabili degli uomini nel modello Greeman Bank e possono realizzare attraverso una dimensione microeconomica anche un effetto strutturale sull’economia.

 

Le politiche economiche per l’impiego e l’imprenditorialità femminile a Conversano

 

Il comune di Conversano attraverso il centro “Donna & Lavoro” ha creato una istituzione fondamentale per incrementare l’occupazione delle donne. Il modello conversanese volto alla formazione, alla consulenza e alla realizzazione delle imprese femminili può anche puntare sulla presenza di un assetto bancario-finanziario in grado di sostenere le imprese realizzate dalle donne conversanesi. La presenza della Banca Cooperativa di Conversano e dei piani di microcredito realizzati dalle organizzazioni del terzo settore possono trovare nel Comune di Conversano un centro di coordinamento anche insieme con le politiche regionali e nazionali in tema di lavoro femminile. La formazione può essere realizzata anche con l’ausilio degli ordini professionali. Un sistema integrato a fondamento relazionale può consentire di incrementare l’occupazione femminile e il prodotto interno lordo conversanese. 



 

geo\time

2011

2012

2013

2014

EU (28 countries)

TOTALE

68,6

68,4

68,4

69,2

MASCHI

75

74,6

74,3

75

FEMMINE

62,2

62,4

62,6

63,5

EU (27 countries)

TOTALE

68,6

68,5

68,5

69,3

MASCHI

75

74,7

74,4

75,1

FEMMINE

62,3

62,5

62,7

63,5

Euro area (19 countries)

TOTALE

68,4

68

67,7

68,2

MASCHI

74,9

74,1

73,4

73,8

FEMMINE

62

62

62

62,7

Euro area (18 countries)

TOTALE

68,4

68

67,7

68,2

MASCHI

74,9

74,1

73,5

73,8

FEMMINE

62

61,9

61,9

62,6

Euro area (17 countries)

TOTALE

68,4

68

67,7

68,1

MASCHI

75

74,1

73,5

73,8

FEMMINE

62

61,9

61,9

62,5

Belgium

TOTALE

67,3

67,2

67,2

67,3

MASCHI

73

72,7

72,3

71,6

FEMMINE

61,5

61,7

62,1

62,9

Bulgaria

TOTALE

62,9

63

63,5

65,1

MASCHI

66

65,8

66,4

68,1

FEMMINE

59,8

60,2

60,7

62

Czech Republic

TOTALE

70,9

71,5

72,5

73,5

MASCHI

79,9

80,2

81

82,2

FEMMINE

61,7

62,5

63,8

64,7

Denmark

TOTALE

75,7

75,4

75,6

75,9

MASCHI

79

78,6

78,7

79,5

FEMMINE

72,4

72,2

72,4

72,2

Germany

TOTALE

76,5

76,9

77,3

77,7

MASCHI

81,7

82,1

82,1

82,2

FEMMINE

71,3

71,6

72,5

73,1

Estonia

TOTALE

70,6

72,2

73,3

74,3

MASCHI

73,5

75,1

76,7

78,3

FEMMINE

67,8

69,4

70,1

70,6

Ireland

TOTALE

63,8

63,7

65,5

67

MASCHI

68,2

68,1

70,9

73

FEMMINE

59,4

59,4

60,3

61,2

Greece

TOTALE

59,6

55

52,9

53,3

MASCHI

70,8

65

62,7

62,6

FEMMINE

48,7

45,2

43,3

44,3

Spain

TOTALE

62

59,6

58,6

59,9

MASCHI

67,7

64,6

63,4

65

FEMMINE

56,1

54,6

53,8

54,8

France

TOTALE

69,2

69,4

69,5

69,9

MASCHI

74

73,9

73,7

73,7

FEMMINE

64,7

65,1

65,5

66,2

Croatia

TOTALE

59,8

58,1

57,2

59,2

MASCHI

66,1

63,7

61,6

64,2

FEMMINE

53,6

52,6

52,8

54,2

Italy

TOTALE

61

60,9

59,7

59,9

MASCHI

72,5

71,5

69,7

69,7

FEMMINE

49,9

50,5

49,9

50,3

Cyprus

TOTALE

73,4

70,2

67,2

67,6

MASCHI

79,6

76,1

72,6

71,6

FEMMINE

67,7

64,8

62,2

63,9

Latvia

TOTALE

66,3

68,1

69,7

70,7

MASCHI

67,5

70

71,9

73,1

FEMMINE

65,3

66,4

67,7

68,5

Lithuania

TOTALE

66,9

68,5

69,9

71,8

MASCHI

67,2

69,1

71,2

73,1

FEMMINE

66,6

67,9

68,6

70,6

Luxembourg

TOTALE

70,1

71,4

71,1

72,1

MASCHI

78,1

78,5

78

78,4

FEMMINE

61,9

64,1

63,9

65,5

Hungary

TOTALE

60,4

61,6

63

66,7

MASCHI

66,4

67,3

69,3

73,5

FEMMINE

54,7

56,2

56,9

60,2

Malta

TOTALE

61,6

63,1

64,8

66,3

MASCHI

79

79,2

79,4

80,3

FEMMINE

43,8

46,6

49,8

51,9

Netherlands

TOTALE

76,4

76,6

75,9

75,4

MASCHI

82,4

82,3

81,1

81,1

FEMMINE

70,4

71

70,6

69,7

Austria

TOTALE

74,2

74,4

74,6

74,2

MASCHI

79,2

79,3

79,1

78,3

FEMMINE

69,2

69,6

70

70,1

Poland

TOTALE

64,5

64,7

64,9

66,5

MASCHI

71,9

72

72,1

73,6

FEMMINE

57,2

57,5

57,6

59,4

Portugal

TOTALE

68,8

66,3

65,4

67,6

MASCHI

73,2

69,8

68,7

71,3

FEMMINE

64,6

63

62,3

64,2

Romania

TOTALE

63,8

64,8

64,7

65,7

MASCHI

71,5

72,8

72,8

74

FEMMINE

56,2

56,7

56,5

57,3

Slovenia

TOTALE

68,4

68,3

67,2

67,8

MASCHI

71,8

71,8

71,2

71,6

FEMMINE

64,8

64,6

63

63,6

Slovakia

TOTALE

65

65,1

65

65,9

MASCHI

72,5

72,8

72,2

73,2

FEMMINE

57,4

57,3

57,8

58,6

Finland

TOTALE

73,8

74

73,3

73,1

MASCHI

75,6

75,5

74,7

74

FEMMINE

71,9

72,5

71,9

72,1

Sweden

TOTALE

79,4

79,4

79,8

80

MASCHI

82,1

81,9

82,2

82,2

FEMMINE

76,5

76,8

77,2

77,6

United Kingdom

TOTALE

73,5

74,1

74,8

76,2

MASCHI

79,3

80

80,4

81,9

FEMMINE

67,8

68,4

69,3

70,6

Iceland

TOTALE

80,6

81,8

82,8

83,5

MASCHI

83,3

84,4

86

86,5

FEMMINE

77,9

79,1

79,5

80,5

Norway

TOTALE

79,6

79,9

79,6

79,6

MASCHI

82,1

82,4

82,1

81,9

FEMMINE

77,1

77,3

77,1

77,1

Switzerland

TOTALE

81,8

82

82,1

82,3

MASCHI

88,2

87,9

87,4

87,1

FEMMINE

75,4

76

76,6

77,4

Former Yugoslav Republic of Macedonia, the

TOTALE

48,4

48,2

50,3

51,3

MASCHI

57,8

57,5

59,7

61,6

FEMMINE

38,8

38,7

40,7

40,8

Turkey

TOTALE

52,2

52,8

53,4

53,2

MASCHI

75,1

75

75,3

75

FEMMINE

29,7

30,9

31,8

31,6

United States

TOTALE

70,4

70,9

71,1

71,8

MASCHI

75,8

76,8

77

77,8

FEMMINE

65,1

65,3

65,4

66

 

 

conversano- tassi di occupazione

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI