Domenica 21 Ottobre 2018
   
Text Size

Conversano: i revisori evidenziano il rischio finanziario per il Comune

Conversano- spese ed entrate pro capite rispetto alla media nazionale

Il comune di Conversano ha sforato il patto di stabilità. Il collegio dei revisori ha evidenziato uno scostamento di 2.016.417,18. I revisori hanno richiamato l’ente comunale a realizzare dei correttivi alla spesa per permanere nel patto di stabilità.

 

La relazione del collegio dei revisori

Il collegio dei revisori è stato riunito il 20 novembre. La dott.ssa Elisa Capozzi, segretario comunale e direttore ad interim del servizio finanziario ha manifestato le criticità del Comune Conversano. Le entrate tributarie riscosse appaiono inferiori alle entrate tributarie accertate. Il comune di Conversano ha mancato di rispettare il patto di stabilità per l’anno 2015.

 

Il patto di stabilità interno ed esterno

Il patto di stabilità è stato introdotto dall’Unione Europea per il controllo della finanza pubblica dei singoli stati. Il patto di stabilità è sia esterno che interno. Il patto di stabilità esterno lega i singoli stati dell’Unione Europea. Il patto di stabilità interno è afferente le amministrazioni pubbliche all’interno di uno Stato. I comuni, le provincie, le città metropolitane, le regioni partecipano al rispetto del patto di stabilità. Il patto di stabilità interno è fondato sul raggiungimento di un pareggio di bilancio tra le spese correnti e le entrate in conto capitale. Lo stato dispone con legge e regolamenti le percentuali della spesa corrente da performare.

 

Elementi critici del patto di stabilità interno

Il patto di stabilità interno è stato oggetto di critiche. Il patto di stabilità interno crea un saldo attraverso la commistione tra elementi finanziari a diversa scadenza temporale. La spesa pubblica comunale corrente ha competenza annuale. Le entrate in conto capitale hanno una competenza ultra annuale. I margini di manovra per i comuni per il rispetto del vincolo del patto di stabilità sono ristretti. I comuni possono ridurre la spesa corrente attraverso l’applicazione della spending review. I comuni possono anche puntare ad una crescita delle entrate in conto capitale da trasferimenti con margini di successo ridimensionati. La spending review può efficientare la spesa. Il costo del rispetto del patto di stabilità è pagato dai cittadini attraverso un aumento del prelievo fiscale comunale anche nella riduzione dei beni e servizi prodotti su base comunale. L’economia pubblica comunale è destinata a subire una contrazione. La contrazione dell’economia pubblica può portare ad una crescita della diseguaglianza. L’ente comunale attraverso la riduzione della spesa può mancare anche il raggiungimento degli obbiettivi istituzionali. La riduzione dell’area dell’economia pubblica comunale può portare ad una riduzione del ruolo della politica e dei politici. Politici attenti, amministratori efficienti sono impegnati per un processo di razionalizzazione della spesa volto alla conservazione di un’area di economia pubblica.

 

 

L’andamento delle entrate totali e delle uscite totali del Comune di Conversano tra il 2010 e il 2015. Il Comune di Conversano può rispettare il patto di stabilità attraverso una revisione della spesa pubblica comunale rispetto alle entrate. Il comune di Conversano ha realizzato entrate nel 2010 pari a € 18.925.773,07 e un valore delle uscite pari a € 19.853.401,52 con un disavanzo complessivo pari a -€ 927.628,45. Nel 2011 il valore delle entrate comunali è stato pari a €   23.681.485,33 mentre il valore delle uscite totali è stato pari a €   22.410.540,22 con un valore positivo delle entrate meno le uscite pari a € 1.270.945,11. Le entrate comunali nel 2012 sono state pari a €   18.747.511,41 mentre le uscite sono state pari a €   23.806.790,93 con un valore delle entrate sulle uscite pari a -€ 5.059.279,52. Nel 2013 il valore delle entrate è stato pari a €   24.332.162,87 mentre il valore delle uscite è stato pari a € 25.495.517,83 con un valore delle entrate meno le uscite pari a -€ 1.163.354,96. Il valore delle entrate nel 2014 è stato pari a €   23.983.255,86 mentre il valore delle uscite è stato pari a €   22.139.476,28 con un valore complessivo delle entrate meno le uscite pari a €     1.843.779,58. Nel 2015 il valore delle entrate è stato pari a €   19.747.390,89 mentre il valore delle uscite è stato pari  €   23.047.284,23 con un valore delle entrate meno le uscite pari a -€     3.299.893,34. Il saldo cumulato del rapporto entrate meno uscite del comune di Conversano nel periodo 2010-2015 è pari a -€ 7.335.431,58. Nel periodo considerato la spesa pubblica del comune di Conversano ha superato le entrate totali per un valore pari a € 7.335.431,58. Il deficit per l’anno 2015 è pari a -€ 3.299.893,34. Tra il 2010 e il 2015 il comune di Conversano ha avuto un bilancio in deficit per gli anni seguenti: 2010, 2012, 2013, 2015. Il Comune di Conversano ha avuto un bilancio con avanzo negli anni seguenti: 2011, 2014. Il valore del disavanzo cumulato supera il valore dell’avanzo cumulato per un valore pari a € 7.335.431,58.

 

 

La composizione della spesa corrente del comune di Conversano per l’anno 2015

La composizione della spesa corrente indica in quale percentuale le risorse sono impegnate per le voci di costo. I dati sono forniti dal sistema Siope. Il sistema Siope è costituito da una collaborazione tra Banca d’Italia e Ragioneria Generale dello Stato.  Il 19,62% della spesa corrente del Comune di Conversano è impiegata per “Contratti di servizio per smaltimento rifiuti” per un valore pari a € 3.122.378,36. La voce “Altri oneri straordinari della gestione corrente” è pari al 13,51% della spesa corrente conversanese per il 2015 con un valore pari a € 2.149.826,34. Il 10,69% della spesa corrente per il 2015 del Comune di Conversano è stata impiegata per “Trasferimenti correnti ad altri” per un valore pari a €  1.702.181,18. Le “competenze fisse per il personale a tempo indeterminato sono pari al 9,42% della spesa corrente conversanese 2015 per un valore pari a €  1.499.909,74. Il 5,6 % della spesa corrente conversanese per l’anno 2015 è impiegata in “Altri contratti di servizio” per un valore pari a € 891.408,49. Il 4,7% della spesa corrente conversanese è costituta da “trasferimenti correnti a famiglie” per un valore pari a € 761.718,84. Il 4,14% della spesa corrente è prodotta da “utenze e canoni per energia elettrica” pari a €      658.940,49. Il 3,5% della spesa corrente conversanese è costituta da “Contributi obbligatori per il personale” pari per il 2015 a € 561.342,08. Il 3,09% delle spesa corrente comunale conversanese è costituta dalle “Mense Scolastiche” per un valore pari a €  492.621,44. Il 2,64% della spesa corrente è costituita da “Servizi ausiliari e spese di pulizia” pari a €  420.991,50. L’1,99% delle spese correnti del comune di Conversano è costituto da “Altre spese per servizi” pari a   € 317.202,70. L’1,81 % delle spese correnti conversanesi per il 2015 rinviene da “Contratti di servizio per riscossione tributi” per un valore pari a €      289.058,81. Le spese per “Rette di ricovero in strutture per anziani/minori/handicap/ ed altri servizi connessi” sono pari all’1,79% della spesa corrente conversanese per un valore pari a €      286.115,73. L’1,64% delle spese correnti è costituito da “Altre spese di manutenzione ordinaria e riparazioni” pari a € 261.895,99. L’1,49% delle spese correnti conversanesi 2015 è costituito da “Trasferimenti correnti a imprese private” con un valore pari a € 237.685,03. Le “Altre competenze ed indennità accessorie per il personale a tempo indeterminato” assorbono l’1,4% della spesa corrente conversanese per un valore complessivo pari a € 223.151,50. L’1,37% delle spese sono impiegate per “Manutenzione ordinaria e riparazioni immobili” per un valore pari a €      219.306,58. L’1,31% delle spesa corrente è “Spesa per gli organi istituzionali dell’ente- Indennità” con un valore pari a € 209.885,95 euro. Le “Spese per liti (patrocinio legale) sono pari all’1,2 % della spesa corrente conversanese per un valore complessivo di 192.872,15 euro. Le spese per IRAP sono pari all’1,2% della spesa corrente conversanese per un valore pari a €      191.753,86. Il 7,6% della spesa corrente conversanese è impiegata per costi relativi aventi valori inferiori all’1% con un costo cumulato pari a € 1.218.139,22.

 

Una spending review per il comune di Conversano

Il 53% della spesa pubblica conversanese è impiegato nelle seguenti 4 poste di bilancio: “Contratti di servizio per smaltimento rifiuti”, “Altri oneri straordinari della gestione corrente”, “Trasferimenti correnti ad altri”, “Competenze fisse per il personale a tempo indeterminato”. La spesa relativa ai “Contratti di servizio per smaltimento rifiuti” risulta in linea con le altre amministrazioni comunali. La voce “Altri oneri della gestione corrente” è residuale tuttavia potrebbe essere oggetto di una amministrazione efficiente dato l’elevato livello raggiunto nel 2015. Le poste di bilancio a carattere cumulativo, residuale a definizione mista dovrebbero essere ridotte nell’ammontare. La realizzazione di una politica economica del bilancio efficiente prevede anche la realizzazione di un sistema basato su poste di bilancio chiare.

 

I rischi dei tagli di spesa

Il patto di stabilità impone ai comuni di tagliare la spesa corrente. Tuttavia la spesa corrente costituisce il 69% della spesa totale conversanese per l’anno 2015. Il rischio del taglio alla spesa consiste nella riduzione dei beni e dei servizi alla popolazione. La riduzione della spesa ha un andamento regressivo sull’economia. La spending review necessita di una condizione qualitativa tale da poter essere realizzata nel rispetto delle condizioni di eguaglianza.

 

Le spese del comune di Conversano nel contesto dei comuni italiani avente popolazione compresa tra i 20.000 e i 59.999.

Il sistema Siope consente anche di realizzare dei confronti tra il Comune di Conversano e la media aritmetica e ponderata delle poste di bilancio pro capite dei comuni italiani con popolazione compresa tra i 20.000 e i 59.999 abitanti. La spesa per il personale pro capite del Comune di Conversano nel 2015 è stata par a 93,84 euro inferiore di 57,23 euro alla media aritmetica nazionale e inferiore di 58,55 euro rispetto alla media ponderata nazionale. Il comune di Conversano per essere in linea con i dati a livello nazionale dovrebbe aumentare il valore della spesa per il personale per un valore pari a € 1.492.443,94 rispetto alla media aritmetica e pari a € 1.526.866,90 rispetto alla media ponderata. Il personale del Comune di Conversano ha pagato il costo dell’austerity e della spending review. Il costo per consumi intermedi del comune di Conversano è stato pari a € 395,85 euro nel 2015. Il comune di Conversano ha un costo per consumi intermedi superiore di 37,38 euro alla media aritmetica italiana e maggiore di 32,14 euro rispetto alla media ponderata italiana. Il costo per i consumi intermedi del Comune di Conversano dovrebbe essere ridotto per un ammontare compreso tra i € 974.795,64 e i € 838.146,92 per essere in linea con i comuni analoghi italiani. Il valore delle spese correnti primarie pro capite del comune di Conversano è pari a €  605,59 euro superiore di 15,15 euro alla media aritmetica e di 8,65 euro alla media ponderata. Il comune di Conversano per essere in linea con la media aritmetica dei comuni italiani analoghi dovrebbe ridurre la spesa corrente primaria per un valore pari a € 395.081,70, per essere in linea con la media ponderata dei comuni italiani con popolazione analoga dovrebbe ridurre la spesa corrente primaria per un valore di € 225.574,70. Il valore della spesa corrente pro capite del comune di Conversano pari a 612,28 euro è superiore di 6,95 euro alla media aritmetica italiana e di 0,20 euro alla media ponderata italiana. Il comune di Conversano ha margini di manovra per ridurre la spesa corrente pro capite per un valore pari a € 181.242,10 rispetto alla media aritmetica e pari a € 5.215,60 rispetto alla media ponderata dei comuni italiani con popolazione tra i 20.000 e i 59.999 abitanti. Il valore delle spese in conto capitale del comune di Conversano pari a 174,36 euro è superiore di 80,50 euro alla media aritmetica e di 78,69 euro alla media ponderata. Il comune di Conversano può ridurre la spesa in conto capitale per un valore pari a €  2.099.279,00 rispetto alla media aritmetica e pari a €  2.052.077,82 rispetto alla media ponderata dei comuni italiani con popolazione analoga.

 

Le entrate del comune di Conversano rispetto alla media dei comuni italiani con popolazione analoga per il 2015.

Le entrate correnti pro capite del comune di Comune di Conversano sono pari a €  524,79 euro inferiori di € 38,73 alla media aritmetica nazionale e di €   41,47 euro rispetto alla media ponderata nazionale per il 2015. Il comune di Conversano per essere in linea con la media aritmetica nazionale dovrebbe incrementare le entrate correnti per un valore pari a €  1.010.000,94. Il comune di Conversano per essere allineato con la media ponderata nazionale dovrebbe incrementare le entrate correnti per un valore pari a  € 1.081.454,66. Il valore delle entrate tributarie pro capite del Comune di Conversano è pari a €  401,48 superiore di 9,69 euro alla media aritmetica nazionale e di 7,58 euro alla media ponderata nazionale. Il vlaore delle entrate tributarie pro capite conversanesi per il 2015 è superiore di € 252.695,82 alla media aritmetica nazionale e di € 197.671,24 alla media ponderata nazionale. Il valore delle entrate extratributarie conversanesi pro capite per il 2015 è pari a 82,36 euro ovvero inferiore di 20,43 euro alla media aritmetica nazionale e di 19,61 euro alla media ponderata nazionale. Le entrate extratributarie del comune di Conversano per essere in linea con la media aritmetica nazioanle dovrebbero essere aumentate di un valore pari a € 532.773,54, per essere in linea con la media ponderata nazionale dovrebbero aumentare di € 511.389,58. Le entrate in conto capitale pro capite del comune di Conversano sono pari a 77,30 euro ovvero superiori di 9,23 euro alla media aritmetica nazionale e di 8,73 euro alla media ponderata nazionale. Il valore delle entrate in conto capitale di Conversano è superiore di  €  240.699,94 alla media aritmetica nazionale e di € 227.660,94 alla media ponderata nazionale. Il valore delle entrate da contributi e trasferimenti correnti del Comune di Conversano pro capite per il 2015 è pari a 40,93 euro ovvero inferiore di 29,25 euro alla media aritmetica e di 30,77 euro alla media ponderata dei comuni italiana con popolazione analoga. Il comune di Conversano per essere in linea con la media nazionale dovrebbe incrementare il valore delle entrate da contributi e trasferimenti correnti per un valore pari a €  762.781,50 rispetto alla media aritmetica e pari a € 802.420,06 rispetto alla media ponderata.

 

Una spending review per il comune di Conversano volta al rispetto del patto di stabilità

Il Comune di Conversano può rispettare il patto di stabilità secondo le indicazioni del collegio dei revisori attraverso la riduzione della spesa e un aumento delle entrate. Il comune di Conversano può realizzare dei risparmi di spesa pari a € 1.063.721,62 rispetto alla media ponderata dei comuni italiani e pari a  €  1.369.877,34 rispetto alla media aritmetica attraverso la riduzione dei consumi intermedi primari e delle spese correnti primarie. IL comune di Conversano ha margini per un aumento delle entrate correnti pari a € 1.081.454,66 rispetto alla media ponderata a pari a € 1.010.000,94 rispetto alla media aritmetica dei comuni italiani. La riduzione delle spese correnti al livello e la crescita delle entrate ai livelli medi italiani per i comuni analoghi può consentire al comune di Conversano di rispettare il patto di stabilità. Il conseguimento del patto di stabilità è una opzione presente nelle scelte politiche a carattere finanziario dell’amministrazione comunale conversanese.


 

CONVERSANO

MEDIA ARITMETICA

MEDIA PONDERATA

DIFFERENZA RISPETTO ALLA MEDIA ARITMETICA

DIFFERENZA RISPETTO ALLA MEDIA PONDERATA

AMMONTARE IN EURO RISPETTO ALLA MEDIA PONDERATA

AMMONTARE IN EURO RISPETTO ALLA MEDIA ARITMETICA

SPESE PERSONALE PRO CAPITE

 €   93,84

 €  151,07

 €  152,39

-€ 57,23

-€ 58,55

-€  1.492.443,94

-€  1.526.866,90

CONSUMI INTERMEDI PRO CAPITE

 €  395,85

 €  358,47

 €  363,71

 €  37,38

 €  32,14

 €     974.795,64

 €     838.146,92

SPESE CORRENTI PRIMARIE PRO CAPITE

 €  605,59

 €  590,44

 €  596,94

 €  15,15

 €   8,65

 €     395.081,70

 €     225.574,70

SPESE CORRENTI PRO CAPITE

 €  612,28

 €  605,33

 €  612,08

 €   6,95

 €   0,20

 €     181.242,10

 €        5.215,60

SPESE IN CONTO CAPITALE PRO CAPITE

 €  174,36

 €   93,86

 €   95,67

 €  80,50

 €  78,69

 €  2.099.279,00

 €  2.052.077,82

ENTRATE CORRENTI PRO CAPITE

 €  524,79

 €  563,52

 €  566,26

-€ 38,73

-€ 41,47

-€  1.010.000,94

-€  1.081.454,66

ENTRATE TRIBUTARIE PRO CAPITE

 €  401,48

 €  391,79

 €  393,90

 €   9,69

 €   7,58

 €     252.695,82

 €     197.671,24

ENTRATE EXTRATRIBUTARIE PRO CAPITE

 €   82,36

 €  102,79

 €  101,97

-€ 20,43

-€ 19,61

-€    532.773,54

-€    511.389,58

ENTRATE CONTO CAPITALE PRO CAPITE

 €   77,30

 €   68,07

 €   68,57

 €   9,23

 €   8,73

 €     240.699,94

 €     227.660,94

ENTRATE PER CONTRIBUTI E TRASFERIMENTI CORRENTI PRO CAPITE

 €   40,93

 €   70,18

 €   71,70

-€ 29,25

-€ 30,77

-€    762.781,50

-€    802.420,06

 

 

 

Conversano- spese ed entrate pro capite rispetto alla media nazionale

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI