Mercoledì 19 Dicembre 2018
   
Text Size

Conversano: un polo liceale autonomo Morea-Simone

COnversano- liceo

 

Proposto l’accorpamento tra l’Ilaria Alpi di Rutigliano e il Sante Simone di Conversano.

Politici, amministratori, docenti e cittadini sono contrari.

Il sindaco Lovascio e il consigliere Rotunno propongono l’accorpamento tra il Sante Simone e il Morea. 

 

Nei giorni scorsi è stata avanzata la proposta di accorpare il Liceo Scientifico “Sante Simone” di Conversano con il Liceo Scientifico “Ilaria Alpi” di Rutigliano. I docenti e i gli amministratori comunali conversanesi hanno manifestato contrarietà rispetto alla scelta di accorpare il Sante Simone di Conversano con l’Ilaria Alpi di Rutigliano. Il sindaco Lovascio e il consigliere Rotunno hanno messo in evidenza la possibilità di procedere all’accorpamento tra il liceo Scientifico “Sante Simone” e il liceo classico “D. Morea” entrambi aventi sede a Conversano per il potenziamento dei servizi rivolti alla comunità studentesca, alle famiglie e al territorio servito dalle istituzioni scolastiche.

Giuseppe Lovascio sindaco evidenzia il ruolo degli istituti scolastici conversanesi nella città metropolitana di Bari. Il sindaco di Conversano Giuseppe Lovascio è intervenuto sulla questione dell’accorpamento del Liceo Sante Simone con il liceo “Ilaria Alpi” di Rutigliano. Lovascio ha messo in evidenza la necessità di realizzare un polo liceale costituito dal Liceo Scientifico Sante Simone e dal Liceo Classico D. Morea. Il sindaco di Conversano ha messo in evidenza i vantaggi economici, amministrativi e istituzionali prodotti dall’accorpamento degli istituti liceali Morea-Simone. Giuseppe Lovascio ha messo in evidenza anche l’opportunità istituzionale consistente nella tutela e rafforzamento della tradizione educazionale conversanese. Gli istituti scolastici di Conversano sono incaricati di una missione pedagogica-istituzionale a vocazione metropolitana. Gli studenti frequentanti il polo scolastico conversanese provengono da diversi comuni della città Metropolitana di Bari. L’autonomia degli istituti conversanesi può potenziare i servizi offerti alla comunità studentesca e alle famiglie per il bene comune.

Gianluigi Rotunno interviene a difesa dell’autonomia degli istituti conversanesi. Gianluigi Rotunno consigliere di minoranza del Comune di Conversano ha dichiarato di essere contrario all’accorpamento del liceo scientifico Sante Simone di Conversano con il liceo Ilaria Alpi di Rutigliano. Rotunno sottolinea l’esistenza di un polo conversanese dell’istruzione in grado di raggiungere anche attraverso l’autonomia elevati livelli di performance prestazionale per l’educazione delle generazioni future. Per Rotunno la proposta di accorpamento tra il Sante Simone e l’Ilaria Alpi è una complicazione istituzionale. Rotunno è fiducioso circa la capacità della pubblica amministrazione di riconoscere l’opportunità di un rafforzamento del polo scolastico conversanese con autonomia piena. Per il consigliere Rotunno le decisioni amministrative devono essere assunte nell’interesse dei protagonisti della scuola ovvero gli studenti. La scuola è al servizio degli studenti. Rotunno propone di investire il consiglio comunale della questione del potenziamento del polo scolastico conversanese. Rotunno riconosce il ruolo metropolitano dell’attività svolta dai licei conversanesi nei confronti degli studenti provenienti da comuni del sud-est barese.

I vantaggi dell’accorpamento dei licei conversanesi. L’accorpamento tra il liceo scientifico Sante Simone e il liceo classico D. Morea offre vantaggi non solo amministrativi e logistici, ma anche istituzionali per l’elevato livello di qualità dell’istruzione prodotta dai due istituti congiunti. Il Liceo D. Morea è un istituto importante non solo sotto il punto di vista storico ma anche per la capacità di produrre classe dirigente per la repubblica italiana e per le imprese, e anche per il livello di internazionalizzazione. Giovanni Pascoli poeta è stato esaminatore al Morea. Il liceo Morea ha formato politici, amministratori locali, magistrati, medici, avvocati, professionisti, docenti, giornalisti, artisti e classe dirigente sia di enti pubblici, privati e del terzo settore. Il Morea a livello internazionale è stato accreditato  dall’International Cambridge School (ICS). Gli studenti degli istituti conversanesi possono ottenere certificazioni internazionali grazie ad accordi con l’ICS riconosciute  non solo dalle università europee, statunitensi, asiatiche, e latinoamericane per studiare all’estero con profitto ma anche dalle imprese per un inserimento nelle organizzazioni aziendali di alto profilo. Gli studenti del Morea possono studiare in inglese matematica, geografica, storia, latino, storia dell’arte, scienze motorie. Il Sante Simone può offrire corsi di scienze applicate, un indirizzo sportivo, laboratori informatici, di fisica ed una sede nuova in via Gallo. L’accorpamento tra liceo Sante Simone e il liceo D. Morea può consentire di costituire unità nel processo di somministrazione dell’educazione sia umanistica che scientifica. Il Morea-Simone potrebbe avere un vantaggio competitivo nella città metropolitana di Bari per la capacità di offrire un sistema integrato di conoscenze diversificate nell’ordinamento scolastico italiano, europeo ed internazionale. 

Commenti 

 
#1 perplesso 2015-12-18 20:30
quante belle parole ( da politici di professione)..ma perchè non lo avete fatto prima?
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI