Domenica 16 Dicembre 2018
   
Text Size

Conversano: il sindaco Lovascio dialoga con Montanaro per il punto di primo intervento

Conversano-Conversano il sindaco Lovascio interviene per l’apertura del punto di primo intervento

Il centro di primo intervento è stato chiuso per mancanza di personale. Giuseppe Lovascio sindaco di Conversano intraprende un dialogo istituzionale con Vito Montanaro direttore dell’Asl-Bari. Montanaro programma nuove assunzioni e l’apertura del punto di primo intervento. Montanaro è disponibile anche ad un confronto con i cittadini.

 

Giuseppe Lovascio sindaco di Conversano è intervenuto per far riaprire h24 il punto di primo intervento del Poliambulatorio di III livello ospitato nell’edificio dell’ospedale “Florenzo Jaja”. Il Giuseppe Lovascio sindaco di Conversano e consigliere metropolitano ha avuto un colloquio istituzionale con Vito Montanaro direttore dell’Azienda Sanitaria Locale di Bari. Il direttore dell’Azienda Sanitaria Locale di Bari ha assunto un impegno per la riapertura anche nelle ore notturne del punto di primo intervento a Conversano. Il sindaco Lovascio ha richiamato l’ASL alle responsabilità assunte con la sottoscrizione del protocollo d’intesa tra Comune di Conversano, Azienda Sanitaria Locale di Bari e Regione Puglia per la realizzazione del centro Poliambulatorio di terzo livello. Il mancato rispetto dell’accordo tra istituzioni può portare all’insorgenza di un contenzioso amministrativo lesivo della credibilità della governance dell’Azienda Sanitaria Locale di Bari nell’esercizio del mandato costitutivo. L’interesse legittimo dei conversanesi e il diritto soggettivo dei richiedenti la somministrazione del servizio sanitario pongono all’ASL delle questione alle quali è necessario rispondere attraverso la predisposizione di atti risolutivi.

Vito Montanaro direttore dell’ASL- Bari in dialogo istituzionale con il Sindaco Lovascio lancia un piano di assunzioni. L’incontro tra il sindaco di Conversano Lovascio e il direttore dell’Azienda Sanitaria Locale di Bari ha prodotto effetti immediati. Vito Montanaro direttore dell’ASL-BARI ha rassicurato il sindaco Lovascio e la popolazione circa l’assunzione di personale sufficiente per l’apertura del punto di primo intervento a Conversano.  Il centro di primo intervento verrà aperto h24 per offrire servizi ai cittadini. Vito Montanaro direttore dell’ASL-BARI ha dichiarato che sulla questione dell’apertura del punto di primo intervento incontrerà anche la popolazione conversanese per dare rassicurazioni circa l’investimento della sanità pubblica nella città. Per l’ASL-BARI la fornitura dei servizi alla popolazione è una missione istituzionale da realizzare attraverso i mezzi dell’amministrazione in dialogo con le istituzioni locali e i cittadini. Il sindaco Lovascio ha manifestato fiducia nei confronti degli intendimenti espressi da Vito Montanaro direttore dell’ASL-BARI. Il sindaco Lovascio ritiene l’apertura h24 del centro di primo intervento una soluzione attuabile in tempi ridotti per andare in contro alle esigenze dei conversanesi e dotare anche di strutture sanitare efficienti la città.

La questione della governance conversanese. La città di Conversano ha esercitato sempre una certa capacità di governance istituzionale favorita dalla presenza delle scuole, di ospedali e di una classe politica a livello anche parlamentare e regionale. La chiusura dell’ospedale, il ridimensionamento dei servizi sanitari, la perdita del servizio h 24 del punto di primo intervento hanno messo a rischio la centralità istituzionale conversanese. Tuttavia proprio a seguito di tali avvenimenti la classe dirigente, gli amministratori e i cittadini hanno reagito. La città con alla testa il sindaco vede risvegliarsi il senso civico di cittadini, politici, amministratori locali intenti a difendere il bene comune nell’interesse dei conversanesi ma anche degli abitanti dei paesi limitrofi interessati dall’esternalità positiva prodotta dalla città. Conversano ha un ruolo centrale nella città metropolitana di Bari e cruciale nel sud est barese. Un ruolo che la classe dirigente pubblica, privata, ma anche del terzo settore, insieme con gli amministratori, i funzionari e i bankers possono difendere ed affermare nell’interesse dei cittadini.

  

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI