Domenica 18 Novembre 2018
   
Text Size

LE OPPOSIZIONI E LA TESTA DEL SINDACO

entratamunicipio
Dal calderone infuocato del consiglio comunale di ieri pomeriggio escono in sequenza: una maggioranza che fatica a ritrovarsi e una richiesta, finalmente (quasi) univoca di tutta l’opposizione, di dimissioni del sindaco Lovascio.

Sul piatto della bilancia un documento politico forte, firmato dai nove consiglieri di minoranza (manca solo Di Mise, assente per motivi personali) e la palla passa adesso alla coalizione di governo, che avrà tempo una settimana per ritrovarsi e valutare, in attesa di un consiglio comunale che sarà comunque riproposto lunedì prossimo alle ore 18:00 in prima convocazione, in maniera speculare rispetto a quanto accaduto ieri.

La seduta si apre quasi subito con le scintille fra le due parti politiche principali, il Pdl e il Pd. Dopo le comunicazioni del presidente Gentile che annuncia un nuovo consiglio per il 16 (alle ore 16), in vista della venuta a Conversano del dott. Alessandro Calasso, direttore sanitario dell’Asl, tocca a Salzo precedere furtivamente il sindaco Lovascio e chiedere “una sospensione del consiglio per riunione dei capigruppo sui temi inerenti alla discussione”. “Non vorrei che il tempo maturato finora non fosse sufficiente per limare le ultime cose”, chiosa il medico ospedaliero.

Una provocazione che il suo antagonista D’Alessandro raccoglie in pieno: “Non si aspetta un consiglio comunale – il monito del capogruppo Pd – per poi sospenderlo, senza motivo, fra l’altro. Il Pdl sia più chiaro”. La genuinità del consigliere Tuccino Lofano rende esplicito che è intenzione di parte della maggioranza “riunirci per chiedere un rinvio di un giorno, per discutere ancora”. “Avete avuto tutta l’estate – risponde Rotunno – quattro mesi di sospensione, altro che cinque minuti”. “Non è possibile andare avanti così”, gli fa eco Raffaele Piemontese.

PRONTO A DISCUTERE. A fare da bilancia alle volontà di tutti ci prova il sindaco Lovascio. “Sono pronto alla discussione in qualsiasi momento, da parte mia, però è chiaro che c’è una richiesta di una parte politica importante nella nostra coalizione, vi chiedo di prenderla in considerazione con serenità e senza pregiudizi”. La Giunta perde un altro pezzo, intanto. Dopo l’assessore Frangiamore, dimessosi a marzo, anche Roberto Faedda lascia l’incarico, questa volta per motivi ancora più personali (conciliare gli impegni lavorativi con quelli politici “diventa difficile ogni giorno di più”, come spiegheremo in un articolo a parte).

Il sindaco ringrazia l’ex assessore: “Prima di concludere il suo lavoro, ha svolto un compito egregio che gli fa onore: quello di predisporre le carte per le prime assunzioni al Comune dopo 20 anni”. Ritornando alla richiesta di sospensione, Bonasora annuncia che non parteciperà alla conferenza dei capigruppo, Lonero rincara la dose rimarcando che il dibattito “in realtà è già aperto. Perché non continuare a parlarne adesso?”.

Un assist subito colto da D’Alessandro che si lancia in una ulteriore battaglia tutta politica: “Meglio approfondire la questione qui, alla luce del sole. È evidente che il sindaco non ha la maggioranza. C’è bisogno di fare chiarezza”. Il tempo di una serie di battibecchi e si vota per la sospensione. Tutti favorevoli tranne Bonasora, coerente con la sua dichiarazione.

Alle ore 19:30 si ferma il consiglio, per almeno dieci minuti che in realtà diventano quasi tre ore: fra conferenze dei capigruppo e riunioni delle varie fazioni politiche si ritorna in aula alle 22:25. Nel mezzo, una mozione di dimissioni del primo cittadino, firmata dai nove presenti all’opposizione: il rinvio della discussione “aggrava la crisi amministrativa” e “il paese non può ulteriormente reggere il rinvio di soluzioni politiche, sociali ed economiche”, come si legge nella nota, che sarà inserita al punto 2 del prossimo consiglio.

Alla fine, con l’astensione delle stesse opposizioni, a maggioranza passa il rinvio di una settimana (ci si ritroverà lunedì 14 alle 18). Della serie, zero a zero e palla al centro: si ricomincia, con sette giorni di fiato in più.

Commenti 

 
#20 danielepasquale5@gmail.com 2009-09-16 16:00
Certo, apprezzare l'operato degli assessori ma chiedere al contempo un totale ricambio della giunta, appare paradossale. Il tutto si configura come una bieca lotta per le poltrone o, visti gli apprezzamenti, non si capiscono le richieste del capogruppo pdl. Io sono convinto che, malgrado le buone intenzioni della "Squadra Lovascio", gli scarsi risultati sono sotto gli occhi di tutti. Non c'é governabilità e in una situazione di maggioranza monocratica come questa, il nocciolo del problema per lovascio sembra essere il segretario del PDL locale. Non é in grado di dirimere la questione interna? Ne traggano, entrambi, le dovute conseguenze.
Segnala all'amministratore
 
 
#19 Ale Lomele 2009-09-16 15:21
Gianvito il sindaco è stato eletto nell'ambito di una coalizione in cui la parte principale la interpretava il Pdl. I voti di Salzo, Lofano insieme a quelli di Lonero etc hanno permesso a Giuseppe di diventare sindaco. Adesso ben 5 consiglieri su 10 (escludo il sindaco) mettono in crisi l'amministrazione. Praticamente metà della sua maggioranza e per giunta l'unico partito della maggioranza. Per cui ritengo paradossale difendere l'amministrazione in riferimento a Lovascio e criticarla considerando parte(quella consistente) della sua maggioranza.
Lovascio si è mostrato sì coerente e perseverante, ma in consiglio è stato messo seriamente in difficoltà da Lonero quando lo stesso leader de "il centro" si è addentrato nel merito e nel metodo delle questioni.
Purtroppo le buone intenzioni non bastano, e forse ha ragione qualcuno a dire e ribadire che si amministra con i partiti e dentro i partiti.
E questo mi sembra un grosso limite di questa compagine amministrativa.
Segnala all'amministratore
 
 
#18 marco 2009-09-16 12:39
capisco chi ha votato lovascio,ma... questa maggiornaza,se esiste ancora,deve andare a casa.Hanno mostrato tutti i limiti.
Segnala all'amministratore
 
 
#17 danielepasquale5@gmail.com 2009-09-15 23:22
Se questa amministrazione deve proseguire il mandato elettorale, mi auguro che ci sia più controllo dell'intera macchina burocratica. Che si spazzino via quelle odiose nicchie di potere in mano ai tanti "minimei" di questa e delle passate compagini amministrative. Tutto sia più trasparente: dalla esposizione ed il preventivo controllo delle graduatorie dei meno abbienti assistiti, allo snellimento delle pratiche all'utc, dal proseguimento dell'opera d'informatizzazione degli uffici all'accesso più rapido e meno farraginoso alla documentazione degli uffici ... Il sindaco attui, senza ulteriori perdite di tempo, la rivoluzione che ha promesso. Io, con tanti altri, posso dubitare circa l'eventualità di un profondo cambiamento per la città ma lui ha il dovere di rendersi conto se, con gli uomini che lo affiancano (talvolta col sorriso sulle labbra ed il coltello nascosto dietro la schiena), può riuscire a mantenere le promesse e AGIRE o DIMITTERSI.
Segnala all'amministratore
 
 
#16 Gianvito Fanelli 2009-09-15 22:05
Lovascio probabilmente sapeva con chi aveva a che fare, ma in democrazia è il popolo a decidere e non è certo stato il nostro Sindaco ad eleggere Matteo Salzo al Consiglio Comunale. E' stata la cittadinanza a scegliere una persona simile, e comunque nessuno ha la palla di cristallo. C'è sicuramente un concorso di colpe, ma alla fine ha avuto ragione il primo cittadino, dato che i vertici provinciali del PdL hanno gentilmente indicato al sig. Salzo la via giusta da percorrere (casualmente totalmente incidentale con quella di M.S.).
Sta di fatto che il discorso del Sindaco non era fatto di sole parole, ma anche di fatti, ed un tale attaccamento non alla poltrona, quanto al voler fare bene il proprio lavoro per Conversano io non l'avevo mai riscontrato prima. E' nei momenti difficili probabilmente che più emergono le qualità di una persona, ed in questo momento Conversano ha bisogno di tenacia per mordere e stritolare ogni ostacolo verso una crescita totale del paese. Col sindaco Lovascio si può, non so tanto con gente come Salzo ed i suoi amichetti, ma mi auguro che in futuro Lovascio venga confermato magari affiancato da sole liste civiche e nessun partito (il mio sogno personale).
Segnala all'amministratore
 
 
#15 rossofuoco 2009-09-15 21:00
Lovascio ha fatto una bella figura rispetto alla sua maggioranza che invece era completamente nelle mani giocose di Salzo e di questo bizzarro PDL. Figura pessima del PDL (ne sono convinto, non erano d'accordo neanche tra loro) e figura pessima del resto della maggioranza, completamente inerme.
Per il resto questo "grande Lovascio" io non l'ho visto, considerato che ha la maggioranza composta da 11 unità (compreso il suo voto) e che ieri si è mostrato disponibile ad elargire qualche posto in giunta. Contenti voi.
Segnala all'amministratore
 
 
#14 assuefatto 2009-09-15 19:05
Sono giorni che mi chiedo, quando sento parlare di "malfattori", centri di interesse, speculatori, manovratori e altri epiteti decisamente duri nei confronti di certi componenti della maggioranza, ma se certe persone sono di una cosi specchiata malafede politica e umana, è davvero sicuro che il sindaco Lovascio non era minimamente a conoscenza della portata di certi personaggi quando ha accettato di costruire con loro una coalizione e uno (pseudo, vien da dire a questo punto) progetto politico???
Non sarebbe meglio ammettere di averci visto molto male accecati dalla rabbia sanguigna di arrivare a quella poltrona?
Sia chiaro, il discorso è bipartisan: così come Vendola non poteva non conoscere la portata di certi personaggi, Lovascio nel suo piccolo non poteva non sapere la tendenza storicamente inerziale di certi personaggi politici locali.
Ergo, credo che continuare a prendere in giro se stessi prima ancora degli altri sia profondamente irriguardoso verso la propria persona prima ancora che nei confronti di chi si è chiamati a rappresentare. Il sindaco deve prendere atto una volta per tutte di aver costruito un'armata Brancaleone che da un lato espelleva i "poteri forti" e dall'altro dava credito a degli insormontabili fenomeni cirrotici.
Credo che può bastare, altrimenti si sfonderà quel portone a cui ormai la città intera bussa da mesi, quello con un gran bel citofono con su scritto "RIDICOLI".
Segnala all'amministratore
 
 
#13 Giacomo Giotta 2009-09-15 17:37
Sapevo che il nostro Sindaco alla fine avrebbe risolto tutte le questioni.Spero che adesso riesca con più polso a far emergere il suo buon senso e a trasmetterlo da prima a tutta(più giusto a una parte del..)la sua maggioranza,e poi a farla "ri"-tornare a una parte dei suoi elettori......
Questo è un dato che alcuni dimenticano troppo spesso.Torniamo alle urne???E a quei 10000 che lo votarono come lo giustifichiamo???Che qualcuno fa i capricci???Ma fatemi la cortesia..Un'altra cosa che mi farebbe piacere e che si tornasse più spesso in piazza a diretto contatto con i cittadini....
P.S Caro Gianvito,vorrei conoscerti(sono ASSOLUTAMENTE etero,nn ti far venire strane idee in testa :-) ) ,credo che noi potremmo condividere molte idee insieme.....:-)
Segnala all'amministratore
 
 
#12 Gianvito Fanelli 2009-09-15 17:04
Più che altro sono forti la voglia di fare qualcosa per Conversano e di non darla vinta a certi malfattori, che mettono sé stessi davanti alla cittadinanza.
Segnala all'amministratore
 
 
#11 danielepasquale5@gmail.com 2009-09-15 14:42
L'unico errore di lovascio, persona libera e per bene, é quello di essere divenuto, ingenuamente, ostaggio dell'astio mal celato dei vertici locali del suo(?) partito. Non può avere una libertà minima di movimento ed ogni suo gesto di apertura diventa sintomo di debolezza. Io non condivido, in alcun modo, l'inconcludenza di questi mesi ne la matrice politica (che per la verità non sembra rispecchiarne il carattere). Ne apprezzo però il "candore" nell'agire e la coerenza . Mi sarei aspettato le dimissioni - gesto forse più eclatante e limpido - ma, con tenacia inaspettata, lui non molla.Talvolta si tenta di influenzarlo con fini non espliciti ma finora senza successo. Lo accusano di non essere democratico ma, al momento giusto, si affannano per tenerlo a galla. Probabilmente hanno più timore di lui di non avere riscontro nella città.
Segnala all'amministratore
 
 
#10 Gianvito 2009-09-15 13:37
O forse la convinzione di avere la coscienza apposto a differenza di qualcun altro! La forza di non dargliela vinta a chi non vuole il bene di Conversano!
Segnala all'amministratore
 
 
#9 marco 2009-09-15 12:49
dire "grande lovascio" mi sembra troppo,quando potrà durare con una maggioranza risicata?io sono sempre dell'avviso di tornare alle urne,ma chiedo troppo,perchè la paura di non tornare più a fare il sindaco è troppo forte.
Segnala all'amministratore
 
 
#8 oltrelaverita2 2009-09-15 03:53
ciao oggi a dire la verità mancava soltanto di mise che da qullo che ho capito è assente giustificato. vabbé leggeremo domattina.
Segnala all'amministratore
 
 
#7 Gianvito Fanelli 2009-09-15 03:24
*espressioni facciali, Lacapagira perdonerà la mancanza di coesione a livello del genere.
Segnala all'amministratore
 
 
#6 Gianvito Fanelli 2009-09-15 03:23
Non ho notato assenti. O sbaglio?

Grande Giuseppe Lovascio, prova di forza e coerenza, a differenza di Salzo che ha sparato cazzate a manetta (epocale il: cambiamo gli assessori anche se stanno lavorando bene)... Salzo, i tuoi interessi valli a fare altrove, FUORI DA CONVERSANO!!! Altro bel momento la citazione del Titanic totalmente sbagliata e priva di logica: non mi sembra tanto strano che i passeggeri della nave ballassero IGNARI della vicina collisione; semmai, si potrebbe citare l'orchestra che suonava pure mentre la nave colava a picco (e non colò a picco subito, ma dopo ore ed ore, sennò sarebbero morti tutti suppongo). Ma vabbè, il discorso è comunque stato privo di senso, logica, più volte mi sono girato verso dei miei vicini di posto per saggiare le espressioni facciale, tutte un misto fra incredulità, risate e quant'altro. Un discorso completamente improvvisato da una persona che non sa parlare e non dovrebbe poter avere un posto così importante, almeno Tuccino Lofano i fatti ce li mette, anche se la forma non è delle migliori (ma apprezziamo i contenuti). Fantastico poi il compagno di merende di Salzo che chiede una pausa di riflessione: che è, stiamo in Chiesa? Sono state chieste fin troppe pause, la realtà è che Lovascio è forte ed ha dalla sua L'ONESTA'.

I malfattori vadano via dalle palle!
Segnala all'amministratore
 
 
#5 danielepasquale5@gmail.com 2009-09-14 14:38
Oggi c'é consiglio. Quanti saranno i consiglieri che si assenteranno ad hoc per impedire l'epilogo della crisi? Impegni di lavoro o frequenti mal di pancia ... Ma chi gli ha ordinato di candidarsi se non avevano tempo da dedicare all'attività amministrativa? Forse il dottor ...? O il segretario del PD - L?
Segnala all'amministratore
 
 
#4 rossofuoco 2009-09-09 15:05
secondo me Salzo ha chiesto il rinvio perchè il Pdl necessitava di un confronto con gli organi provinciali di partito che non sono poi riusciti ad avere prima del consiglio...in sostanza cambia poco.
Segnala all'amministratore
 
 
#3 danielepasquale5@gmail.com 2009-09-08 16:37
Il capogruppo ha chiesto un altro rinvio della discussione, forse perché si diverte a tenere sulla corda il buon Lovascio. E' la solita manfrina o, più correttamente, é la solita melina. Si rinvia per far intendere che ci sono ancora sufficienti margini di manovra.E' un peccato però che il dott. Salzo non abbia ancora chiara la situazione di agonia in cui questa inconcludente situazione di immobilismo, lascia crogiolare la città e le sue problematiche. Tutto, evidentemente, si ricompatterà in attesa di una nuova crisi. Errare é umano, perseverare é diabolico. A chi giova questo rinvio? Un altro assessore ha abbandonato il campo, altri sembrano incatenati contro voglia alle loro scomode poltrone, non si può evidentemente tirarla ancora per molto. Adesso il sindaco, forse avrà compreso che deve necessariamente condividere le decisioni con tutte le componenti dell'armata brancaleone. La sua immagine risulterà un pò appannata, le sue pretese ridimensionate ... Ma, poco importa, "panta rei" (tutto scorre o passa).
Segnala all'amministratore
 
 
#2 rossofuoco 2009-09-08 16:10
Da 4 mesi senza assessore al bilancio, fuori tempo (considerata anche la proroga) per l'approvazione del bilancio, in pieno uragano rifiuti (vedi la lettera di Loiacono a Vendola),cosa succede?? Che il capogruppo(!!!) dell'unico partito(!!!??) di maggioranza(??!!) chiede una sospensione atta a rinviare il consiglio per una maggiore e migliore consultazione per la risoluzione della crisi. Dopo 4 mesi!!Dopo che Lovascio ha avviato e terminato le consultazioni!! Ma fatemi il piacere! Vergogna! Mentre voi fate giochi di prestigio tutti quei cittadini che hanno riempito la sala consiliare se ne sono tornati a casa con l'ennesima istanza rimasta inevasa..
Segnala all'amministratore
 
 
#1 marco 2009-09-08 13:11
per fortuna si doveva agire "subito e con responsabilità"...ma fatemi la cortesia,come diceva,lestingi,il peggior governo di destra è il migliore di centro - sinistra,dopo la sceneggiata di ieri sera posso dormire sonni tranquilli,un favore,trovate una scusa e tornate a casa la città viringrazierà
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI