Lunedì 12 Novembre 2018
   
Text Size

IL CONSIGLIO INTERROGA CALASSO

entratamunicipio
Consiglio comunale monotematico sulla “questione ospedale”. A tu per tu con la cittadinanza il Dirigente Generale dell’Asl Ba5 Calasso e il Dirigente Amministrativo Lippolis. Il dibattito consiliare è stato aperto del Presidente della Commissione Sanità Rotunno, il quale ha costruito il suo discorso su alcuni punti fondamentali, come il proseguo dei lavori sul distretto socio-sanitario, il rispetto del PAL, e la possibilità di realizzare presto gli ambienti per la procreazione assistita e il reparto di diabetologia.

Messi in mostra anche alcuni problemi, come la lunghezza delle liste d’attesa e una certa rivalità con gli ospedali vicini che “non ci fa bene se dobbiamo ragionare in termini di Distretto”. Inoltre non ha mancato di chiedere chiarezza sui reparti di ostetricia e ginecologia, deliberati dalla Regione, ma non ancora avviati alla realizzazione.

Questo ultimo punto è stato rimarcato da Lonero, il quale non ha risparmiato la polemica politica:”avrei preferito la presenza dell’assessore regionale perché noi rappresentiamo la parte politica e con quella ci dovevamo confrontare”.  Tutto politico invece l’intervento di D’Alessandro:”Conversano rivendica un ruolo e c’è la disponibilità politica di potenziare e dare continuità all’ospedale, ma prendiamo atto che si stanno facendo passi indietro. Ci aspettavamo il pareggiamento di un torto che Conversano subisce da anni, ovvero, la discarica.”

Non manca però di chiedere chiarezza sulla funzionalità del Distretto e sul PAL. Al centro del dibattito anche la questione del personale, giudicato scarso sia dall’assessore ai servizi sociali Conserva, che dal consigliere Bonasora. Quest’ultimo però vede rosa nel futuro del nosocomio cittadino, apprezzando “l’inversione di tendenza” della politica regionale sia nei lavori in corso di svolgimento, sia nelle delibere adottate dalla giunta regionale.

Tuttavia, secondo l’esponente di “Città Viva”, il problema è “capire quando le delibere si tramuteranno in servizi”. Tutte questioni alle quali Calasso ha risposto con molta chiarezza (vedere l’articolo relativo al suo intervento) e sincerità, evitando di fare promesse o previsioni azzardate.

Commenti 

 
#1 L4c4p4g1r4 2009-09-20 21:27
titolo ingannatore
(pensavo si trattasse del direttore di Adelphi non della ASL)
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI