Lunedì 19 Novembre 2018
   
Text Size

FOTOVOLTAICO, SCOPPIA LA POLEMICA

entratamunicipio

A pochissimi minuti dal consiglio comunale, riceviamo e pubblichiamo da Gianni Volpe.

In merito all’interrogazione in Consiglio Comunale del 02 ottobre 2009 presentata dal Consigliere Gentile, mi permetto, in qualità di cittadino di Conversano e di cotitolare  della ditta Solenergia S.a.s., di contestare nella quasi totalità quanto affermato in tale interrogazione.

Nel dettaglio mi preme evidenziare i seguenti punti:

1.    L’art. 12 del Dlgs 29/12/03 n. 387 al comma 1 dispone che le opere per la realizzazione degli impianti di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili, nonché le opere connesse e le infrastrutture indispensabili alla costruzione e all’esercizio degli stessi impianti, SONO DI PUBBLICA UTILITA’ ED INDIFFERIBILI ED URGENTI;

2.    Al comma 7 del D.M 19/02/2007 si stabilisce che qualora la legislazione vigente, statale o regionale, non richieda alcuna particolare autorizzazione, è sufficiente per la realizzazione di un impianto fotovoltaico (fino a 1 MW) la sola presentazione della Dichiarazione di Inizio Attività, come anche ribadito dalla Regione Puglia nella LEGGE REGIONALE 21 ottobre 2008, n. 31;

3.    Sono totalmente prive di fondamento le affermazioni per cui i terreni destinati ad impianto fotovoltaico, sono resi chimicamente infertili e che vengono surriscaldati dai pannelli fotovoltaici. Invitiamo il Consigliere a godersi l’ombra e il fresco sotto un impianto fotovoltaico ed a visionare le numerose installazioni sopraelevate sotto le quali si coltivano tranquillamente frutta, ortaggi, ecc.;

4.    I pannelli fotovoltaici dopo 25 anni rendono ancora l’80% della loro resa iniziale e pertanto saranno dismessi dopo 35-40 anni dalla loro installazione. Ad oggi c’è già una associazione di produttori che ritira gratuitamente i pannelli dismessi in quanto totalmente riciclabili. Il pannello è fatto di alluminio, vetro e silicio (materia prima di tutti i componenti elettronici e presente nella comune sabbia);

5.    Se il Consigliere assimila il fotovoltaico (tecnologia finalizzata alla salvaguardia dell’ambiente ed incentivata da tutti gli stati europei) addirittura all’eternit significa che ignora totalmente quello di cui parla.

Sottolineo che, in un momento di crisi generale, il nostro è uno dei pochi settori in crescita, non capisco perché si debba screditare il mio lavoro e quello di altre ditte di Conversano con affermazioni prive di fondamento.

In seguito alla pubblicazione dell’interrogazione la nostra ditta ha avuto problemi con potenziali clienti, i quali improvvisamente hanno deciso di non realizzare impianti che erano in trattativa.

Grazie.


Giovanni Volpe

Commenti 

 
#5 paolo laricchiuta 2009-10-03 21:30
comunque il Sig. G. Volpe ha pienamente ragione; mi son per la "sceneggiata-in-stile-Tuccìn Lofè-n"ch' avrà sicuramente fatto il consigliere Gentile ma sembra quasi che l' aria, uscnedo dalla bocca, provochi suoni senza senso ovvero le sue parole leggere il punto n°5. . .
Segnala all'amministratore
 
 
#4 marco 2009-10-03 15:11
non ho parole...cado dalle nuvole.Per fortuna non ha fatto il sindaco.
Segnala all'amministratore
 
 
#3 titti 2009-10-03 00:40
speriamo che in futuro chi ci rappresenta parli con cognizione di causa e tuteli gli interessi pubblici e non quelli privati.
Segnala all'amministratore
 
 
#2 L4c4p4g1r4 2009-10-02 22:03
"un'acca" ciuccio!
Segnala all'amministratore
 
 
#1 L4c4p4g1r4 2009-10-02 22:01
Non prendertela: non capisce un acca di politica figuriamoci di energia
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI