Venerdì 16 Novembre 2018
   
Text Size

RIFIUTI, LOIACONO INCONTRA LA STAMPA

pasqualeloiacono
Ci siamo, o meglio, dovremmo esserci. Il condizionale, in questi casi, è d’obbligo. Potrebbe sempre spuntare una novità all’ultimo minuto e far saltare tutto. Stiamo parlando delle chiusura della discarica di Contrada Martucci. Nella giornata di ieri, l’assessore all’ambiente Loiacono ha incontrato la stampa per fare il punto della situazione.

Innanzitutto, è  stato rilasciato l’A.I.A. (autorizzazione integrata ambientale) alla Lombardi Ecologia. È un provvedimento che Loiacono definisce “non statico, ma dinamico” in quanto sarà aggiornato a 180 giorni dalla chiusura della discarica. Questo per consentire agli enti preposti di seguire la fase di post gestione. Inoltre il prossimo 16 novembre saranno validati i risultati del collaudo funzionale degli impianti di biostabilizzazione. A breve non saranno più i rifiuti salentini a finire nel compostaggio, ma quelli dell’ATO Ba5, comportando un adeguamento della tariffa che i comuni pagano al gestore (si ipotizza un costo di 70-75 euro a tonnellata di rifiuti).

Oltre alla prevista chiusura della discarica, si provvederà alla realizzazione di un piano di monitoraggio della falda, per scongiurare contaminazioni, e delle specie vegetali presenti in prossimità della discarica. Difatti, afferma l’assessore che, durante un recente sopralluogo, si sono osservati dei fenomeni sulla vegetazione che definisce “particolari”. Si tratta di bruciature sulla vegetazione, ma è ancora da chiarire se si tratta di manifestazioni dovute alla vicina discarica. E sempre durante quel sopralluogo si sono registrate fuoriuscite di gas dalla adiacenze della discarica. Si è accertato che si tratta di piccole quantità di metano. A fronte di ciò, con l’A.R.PA. sarà svolta una indagine puntuale al riguardo, cercando di capire le quantità di gas emessa e gli eventuali interventi da realizzare.

Infine sono state depositate presso la Provincia delle fidejussioni in modo da garantire che, sia la fase in corso, che la fase di post gestione trentennale possano essere garantite economicamente, in caso di omissioni da parte del gestore Lombardi.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI