Domenica 18 Novembre 2018
   
Text Size

MARTUCCI, LA REPLICA DI LOCAPUTO

discarica-lombardi-ecologia

Non si fa attendere la replica di Enzo Locaputo alle osservazioni dell'assessore Pasquale Loiacono in merito alla questione discarica Martucci pubblicate su Conversanoweb. Segue il comunicato a firma di Locaputo.

______________________

Molto spesso accade che vi siano più verità. Ma non è questo il caso, dove il vero è accertato dalle carte. Mi riferisco alla mancata chiusura della discarica di C.da Martucci al 31/12/2009, e alle accuse di menzogna e di scorrettezza mosse contro la mia persona e la mia parte politica dall’ass. Loiacono nel suo ultimo intervento sul vostro giornale.

L’assessore “consiglia” di non trattare l’argomento, in quanto, a suo dire, ne usciremmo con le ossa rotte. Noi invece vogliamo parlare della mancata chiusura della discarica, perché è giusto che i conversanesi sappiano realmente come sono andate le cose. Per farlo ci riferiamo ai decreti emanati dal Commissario Straordinario per l’emergenza rifiuti Vendola tra il 28 e il 30 dicembre 2009, due giorni prima della fine del suo mandato, in quanto, è giusto ricordarlo, la Puglia non è più una regione a rischio sul fronte dei rifiuti.

Ebbene, nel decreto n.21° del 28 dicembre 2009, si ricorda che “l ‘avvio delle attività di pubblico servizio di gestione del sistema impiantistico complesso per rifiuti urbani è subordinato all’acquisizione del prescritto certificato di agibilità da parte del Comune di Conversano”.  Ovvero il comune avrebbe dovuto procedere all’acquisizione delle aree degli impianti, ma non l’ha fatto. Motivo per cui nel decreto n.80 del 30 dicembre 2009 si considera che “allo stato, non sono state ancora completate tutte le attività propedeutiche al rilascio del certificato di agibilità da parte del Comune di Conversano previsto e necessario per l’avvio delle attività di pubblico servizio”. Dunque il nostro Comune non ha eseguito tutte le procedure necessarie entro i tempi utili, impedendo di fatto l’avvio degli impianti e la chiusura della discarica . Ed ecco solo allora spuntare il rinvio della chiusura al 1 luglio 2010, ultimatum entro il quale “dovrà intervenire il completamento delle operazioni di collaudo e il rilascio di ogni atto di competenza del Comune di Conversano”. Sperando che per quella data tutte le procedure necessarie vengano svolte dalla nostra amministrazione, la quale nei mesi addietro avrebbe dovuto anche fare pressione sulla Progetto Ambiente Bacino Bari Cinque affinché procurasse tutta la propria documentazione utile entro la fine dell’anno. Cosa che sta avvenendo, ahinoi, solo nelle ultime settimane.

Eccola allora la tanto invocata verità. Capisco che l’ass. Loiacano voglia difendere il proprio operato, ma i fatti smentiscono le falsità raccontate dalla sua amministrazione per allontanare dal governo cittadino le responsabilità sulla mancata chiusura tombale della cava di C.da Martucci. E la speranza è che si possa avere anche una vera raccolta differenziata, passaggio fondamentale per il buon risultato del lavoro degli impianti. Dispiace dirlo, ma in questo siamo il fanalino di coda.

Enzo Locaputo

Coord. Regionale Sinistra ecologia e Libertà

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI