Venerdì 16 Novembre 2018
   
Text Size

VIDEOINTERVISTA LOVASCIO, TERZA PARTE

lovascio-sindaco

La città vecchia: traffico e parcheggi

Dopo la protesta degli esercenti del centro storico contro la chiusura anticipata delle viabilità, torna quanto mai d’attualità il secondo estratto della nostra intervista, in cui chiedevamo al Sindaco lumi sulle difficoltà nella gestione della città vecchia.

Oggetto di dibattito sarà, in primis, l’insuccesso nella regolazione del traffico. Sembra che, finalmente, l’ingegneristico meccanismo del “Signore, mi sposta la transenna?” si avvia al pensionamento: a breve saranno ripristinate le otto telecamere – ad oggi non funzionanti – e verrà ampliato il circuito di videosorveglianza ai varchi. In più, in sostituzione dei grattini, si adotterà il servizio parcometro, unitamente a quattro ausiliari del traffico che non graveranno sulle casse del Comune, poiché forniti dalla ditta vincitrice dell’appalto.

Tuttavia, il problema centro storico non si esaurisce con un più serio controllo sui veicoli. E di questo, Lovascio sembra più che consapevole: per venire incontro alle esigenze degli esercizi commerciali, “per far diventare il nostro centro storico un salotto”, è necessario recuperare aree da adibire al parcheggio. E poiché “non abbiamo grossi spazi intorno al centro storico, bisogno crearli sottoterra”. Peccato che nonostante le molte zone attenzionate – da Piazza Carmine a Piazza della Resistenza, passando per Viale degli Eroi – si è riscontrato uno scarso entusiasmo da parte dei soggetti privati, gli unici che, con la formula del project financing, possono sobbarcarsi il peso economico di tali opere.

Commenti 

 
#2 nick 45 2010-04-09 19:45
Sig.Sindaco se è allaicerca di spazi idonei da adibire a parcheggio, che fine ha fatto il progetto o solo l'idea di costruire un manufatto metallico sull'area privata, ma concesso dalla Curia Vescovile o Diocesi, in uso al Comune. E' a ridosso del Centro Storico, possono ricavarsi più piani sia sotto terra che fuori terra, compreso un grande piazzale adiacente via dei Paolotti. Però questa idea diventa peregrina sia perchè occorrono soldi pubblici che si preferiscono programmare in grande quantità (euro 500.000) per arredi urbani ed ancora altri (500.000 euro per barriere architettoniche nel Castello, sia perchè...toglierebbe luce e aria alle aule del Liceo, distante circa 7 metri dalla infrastruttura o forse perchè Tecnici-Amministratori non la gradirebbero in un contesto architettonico complessivo. Per la sua idea...pubblica è meglio dare tutto ai privati per lo sviluppo dell'economia e a costo zero per la Città. Opinioni! Il vero problema è che si vuole per ora solo la cornice...senza il quadro che sarà realizzato chissà quando e chissà come.Il futuro promette bene, promette anche che Lei vada a casa anzitempo, così il Turismo, quello vero e non delle parole, si svilupperà!!!!!:sad:
Segnala all'amministratore
 
 
#1 nick 45 2010-04-08 18:01
il signor Sindaco ha "dimenticato" che l'area antistante il Liceo Classico, di proprietà ecclesiastica,è stata concessa in uso proprio per parcheggio a ridosso del Centro Storico. Ma l'infrastruttura in ferro su più piani esterni (oltre quelli possibili nel sottosuolo)toglierebbe luce alle aule (distanti oltre 7 metri dalla ipotetica infrastruttura) e mal si concilierebbe nel contesto architettonico della zona. Meglio sperare che i privati facciano affari privati... con le decisioni avventate degli Amministratori compiacenti! Vogliamo una cornice costosa e di lusso per un quadro...non ancora ultimato.A proposito in quale anno saranno accese le luci dell'anfiteatro e sarà ultimato il verde pubblico. Faremo in tempo per le prossime elezioni amministrative del 2013? o forse molto prima, se la stessa maggioranza manderà a casa il proprio Sindaco! AFFRETTATEVI, per favore,perchè anche questo potrebbe essere utile per il rilancio del TURISMO!!!
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI