Sabato 17 Novembre 2018
   
Text Size

LE SOLUZIONI AL PROBLEMA CENTRO STORICO

castelloconversanonotte

DOPO LE PROTESTE, IERI IL CONSIGLIO MONOTEMATICO CON I COMMERCIANTI

La soluzione c'è, ma non piace a tutti.

Un consiglio comunale monotematico, quello di ieri 6 marzo, sul “guaio centro storico” dopo le rivolte degli esercenti dei giorni scorsi. Ricordiamo che un paio di settimane fa il consiglio comunale fu interrotto dall’invasione dei commercianti del centro storico, i quali manifestavano contro l’amministrazione e le misure restrittivi applicate alla ztl. Si decise allora per il consiglio monotematico di ieri.

LA DISCUSSIONE E LE SOLUZIONI - Nel frattempo l’amministrazione non è stata guardare. Ha intavolato la discussione con gli esercenti raggiungendo una soluzione che però non piace a tutti, e sulla quale ci sarà ancora da lavorare. L’accordo preso è valido per il Borgo antico e per Casalvecchio, mentre per Casalnuovo non si è ancora trovatata soluzione. Ed ecco allora che Piazza XX settembre dal 1 ottobre al 30 aprile sarà chiusa h24 la domenica, e in settimana sarà aperta dalle 06,00 alle 19,30. Dal 1 maggio al 30 settembre dalle 06,00 alle 16.00 il centro storico sarà chiuso.

IL DIBATTITO - Ad aprire la discussione gli interventi dell’Assessore all’ambiente Loaicono e di quello alla Cultura Sibilia, che fanno luce sulle mira future di questa amministrazione a riguardo della parte antica della città. Si punta molto sulla idea di centro vivibile, precisando che la chiusura del centro storico non è un intervento isolato, poichè anche altre iniziative sono in via di elaborazione. Ad esempio la telelevazione e i parcometri, il servizio bike sharing, la videosorveglianza con altre sette telecamere, pilomat in via Bolognini, un rondò su Largo san Rocco, raccolta rifiuti porta a porta con relativa scomparsa dei cassonetti, e parcheggi custoditi con park&ride.

L’amministrazione si è fatta trovare pronta sull’argomento accogliendo subito l’invito dei commercianti al dialogo. Ma non tutte le parti sono ancora soddisfatte. Tra l’altro l’opposizione non è stata per nulla coinvolta nella soluzione della questione, come se questo non fosse un problema di tutta la città, ma solo della maggioranza. Al momento le rimostranze degli esercenti sembrano essersi placate. Di certo se non ci sarà un cambio di rotta nel turismo e nell’idea di città sostenibile da parte dei cittadini, la problematica continuerà ad essere irrisolta.

VEDI ANCHE LA PROTESTA DEI COMMERCIANTI DURANTE IL CONSIGLIO

VEDI ANCHE VIDEOINTERVISTA AL SINDACO LOVASCIO SU TRAFFICO E CENTRO STORICO

 

 

Commenti 

 
#3 L4c4p4g1r4 2010-04-08 16:32
mutatis mutandis
Citazione:
All animals are equal, but some animals are more equal than others

ce l'hanno ricordato anche durante i (pochi) comizi nell'ultima campagna elettorale
Segnala all'amministratore
 
 
#2 nick 45 2010-04-08 13:12
Una serrata di protesta dei commercianti ed un Consiglio Comunale inutile e fazioso della maggioranza al potere, incompetente a modificare orari di apertura e chiusura al traffico della ZTL. I maggiori interessati ovvero i RESIDENTI, ancora classificati in A - B e C. ghettizzati, spiati e controllati a vista. Discriminati e...puniti!!! I residenti di categoria A, devono parcheggiare notte e giorno fuori della piazza, mentre i PADRONI DELLA PIAZZA XX Settembre ( Ricordate il film "Cinema Paradiso"?), possono parcheggiare comodamente in aree riservate (sempre nel Cenro Storico)dal pomeriggio al mattino successivo, compreso i giorni festivi, ed in più come il resto dei cittadini possono godersi tutta la zona A. Quindi sono loro i veri privilegiati, forse perchè vi abitano Amministratori diretti interessati, altri Amministratori che pur se residenti nella zona A, ha preferito aggiungeri a quelli di serie B, fiutando la comodità personale.
Ai Residenti della zona A, durante le manifestazioni estive, che gli amministratori hanno annunciato e previsto in....abbondanza,non è permesso raggiungere con la vettura il proprio garage, per non parlare poi, della SICUREZZA in caso di soccorso, essendo chiusa ogni possibile via di...fuga alternativa. Manca ogni indicazione certa, ma si improvvisa, talvolta, se ncessario! NON E' QUESTO UN PROBLEMA SERIO??? Ed i cassonetti dell'immondizia spostati in via Golgota, senza la promessa raccolta porta a porta, a danno dei tanti e tanti vecchietti residenti? Solo sogni o promesse elettorali.Contemporanemente si chiudono i Musei, Chiese fruibili solo durante le funzioni religiose, programmi ... da decidere o improvvisati, squalificano certamente un Amministrazione che,con ifatti ha dimostrato di essere molto di parte, sorda ai numerosi problemi che persistono, poco trasparente nelle scelte di chi si serve di Conversano e non per Conversano.
Segnala all'amministratore
 
 
#1 L4c4p4g1r4 2010-04-07 21:03
Ma crediamo davvero che se quei culi di piombo di certi concittadini non riescono ad arrivare in macchina fin sotto il negozio poi li snobbano per i centri commerciali? Alzi la mano chi non conosce qualcuno che non fa 50 mt. senza macchina.

Tra l'altro, finora mi pare che le auto si affollassero principalmente davanti ai bar. Quindi dove sarebbe la penalizzazione generale se tutto questo viene disciplinato?

Quanti esercizi sono tali da necessitare l'uso di auto per il carico/scarico delle merci?
Forse quelli di Via Porta Antica, che già è più trafficata di tante altre grazie anche alla sensibilità dei residenti (alcuni molto influenti, tra l'altro): roba da Conversano nel Quore, davvero.

Ma sì, lasciamoli fare e prendiamo esempio dai buoni aquilani: ci vediamo tutti al centro commerciale più vicino (con ampio parcheggio non sorvegliato): Un po' come Largo di Corte. :P
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI