Lunedì 19 Novembre 2018
   
Text Size

AMIANTO SUL TETTO DEL SEMINARIO VESCOVILE

amianto-conversano

CRESCAMUS “IN ETERNIT” PER OMNIA

Circa 200 metri quadrati di copertura di lastre d’eternit (miscela di cemento e amianto) proprio dove meno te l’aspetti. Non zone industrial-annonarie, o presunte tali, bensì il tetto del Seminario vescovile, epicentro della crescita “in Illo” e dell’insegnamento dei più “salubri” principi di convivenza civile.amianto-conversano-tetto

Molte di quelle lastre, come visibile dalle fotografie, sono danneggiate e presentano segni di corrosione – testimoniati dalla presenza di formazioni di muschi e licheni. Elementi sufficienti per corroborare l’ipotesi di liberazione – e dunque il rischio d’inalazione – delle fibre, in una zona ad alta concentrazione antropica. Infatti, a due passi insiste un gruppo di scuole, frequentato giornalmente da centinaia di ragazzi; senza dimenticare che il Seminario affaccia su Largo della Corte, il “luogo del passeggio”.

Una situazione al limite che dura da anni, sotto gli occhi inerti di tutti, in primis della Curia, che non sembra essersi mai posta il problema. E questo, nonostante la comunità scientifica sia unanime nel riconoscere la nocività del materiale, documentato che l’esposizione alle sue fibre è veicolo di patologie irreversibili dell’apparato respiratorio (asbestosi, carcinoma polmonare e mesotelioma della pleura).

Da chi cura la tua anima, ti aspetteresti anche una ragionevole tutela del corpo. Stentiamo a credere che il nostro Vescovo non sia a conoscenza della pericolosità potenziale della circostanza e non abbia ritenuto necessario procedere a un sopralluogo, propedeutico alla bonifica o alla rimozione dei pannelli. Tuttavia, se l’etica del buon pastore non fosse sufficiente, ricordiamo che dal 1992 una serie di decreti e leggi impone la messa in sicurezza delle coperture in eternit quando, a causa dell’azione di agenti esterni, inizino a sfaldarsi.

Confidiamo in una celere risposta.

amianto-vescovile-conversano

 

20

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

22

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI