Lunedì 19 Novembre 2018
   
Text Size

DIBATTITO SULLA CRISI DELLE CILIEGIE

consiglio-conversano

Il 27 maggio in Consiglio si è discusso a lungo riguardo i provvedimenti da prendere in merito alla disastrosa situazione in cui vertono i ciliegeti conversanesi dopo che le piogge torrenziali della scorsa settimana ne hanno danneggiato una grossa percentuale.

Alla presenza del consigliere regionale del Pdl, Michele Boccardi, l’assessore alle attività produttive, Alfarano ha illustrato la situazione ai membri dell’assise sottolineando l’urgenza di operare una perizia tecnica che miri a quantificare i danni subiti, (in effetti se questa dovesse essere rimandata, diventerà impossibile avere una dimensione reale del danno).

Oltre alla richiesta dello stato di calamità naturale (già inoltrata alla regione da Boccardi), Alfarano ha reso nota l’idea di un tavolo tecnico previsto per il 7 giugno.

Per i consiglieri (vicini agli agricoltori colpiti dai gravi danni) l’imperativo è quantificare il danno per poter intervenire.

D’Alessandro PD, ha apprezzato la sensibilità del consigliere regionale Boccardi e si è detto a favore di una politica che, in futuro, unisca il campo agricolo a quello della ricerca. La sua proposta è stata quella di aggiungere al tavolo tecnico consiglieri ed esperti.

Locorotondo, Conversano nel cuore, ha denunciato: “ci si ricorda dell’agricoltura solo nei momenti tragici”, auspicando la formulazione di provvedimenti concreti. Inoltre ha aggiunto che Conversano è stato il comune più colpito.

Anche il sindaco Lovascio ha auspicato un’immediata perizia tecnica. Inoltre ha promosso l’idea di un consorzio che comprenda anche i comuni limitrofi. Questa può essere, a detta del sindaco, una risposta per il futuro.

Bonasora, Sinistra Ecologia Libertà dopo aver espresso sostegno agli agricoltori, si è congratulato con i pugliesi presenti in Senato, che hanno sollecitato l’organo di governo a prendere decisioni in merito al disastro-ciliegie. Tuttavia ha dichiarato: “il governo si decida a sbloccare i fondi FAS”. Fondi che in queste ore sarebbero stati utili alla causa degli agricoltori.

Piemontese PD, ha posto l’accento sulla disunione delle organizzazioni agricole, auspicando la realizzazione di un progetto atto a sostenere gli agricoltori sempre e non solo in corrispondenza di catastrofi naturali. Tuttavia ha condiviso la delibera promossa dall’assessore Alfarano.

Per Di Palma, Conversano nel cuore, bisogna concentrare tutte le energie nella quantificazione del danno ed impegnarsi in futuro, affinché le calamità naturali non causino tutti questi gravi disagi.

Rotunno PD ha sottolineato che nonostante le buone intenzioni, di concreto c’è ben poco. In seguito ha dichiarato che è dovere del Consiglio “bombardare tutti” affinché venga riconosciuto lo stato di Calamità naturale. Rotunno si è fatto inoltre promotore di Sessioni di Consiglio che sollevino problemi relativi all’agricoltura.

Covito, Conversano nel cuore, si è detto favorevole ad agevolazioni nei confronti dei produttori in merito ai contratti assicurativi.

Anche per gli altri consiglieri l’unico indirizzo da prendere è quello della consulenza tecnica immediata.

Commenti 

 
#1 vittorio 2010-05-28 20:56
Gentili lettori,
ci tengo a puntualizzare che il consigliere Pasquale Bonasora non fa parte del PD bensì di Sinistra Ecologia Libertà.
Mi scuso per l'errore e spero non abbia causato confusione.
Vittorio Di Lorenzo
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI