Mercoledì 14 Novembre 2018
   
Text Size

MOTTOLA: DEVE PREVALERE L'INTERESSE DELLA CITTA'

giannini-mottola

Dopo la riunione di maggioranza, tenutasi nella serata di ieri, abbiamo intervistato il consigliere Nico Mottola per capire, dopo due intensi giorni di dicscussione consiliare,  le prospettive dell'impianto di via Gobetti.

Un commento sui recenti eventi del Consiglio Comunale?

In primis, è importante ricordare all’opinione pubblica che in quella zona erano decaduti i vincoli pubblici fin dal 1989, e che il Comune non aveva risorse necessarie per acquisire un’aria così vasta. Detto questo, ritengo che si sia già ammessa la superficialità nel non aver preservato gli alberi: ci siamo assunti la nostra responsabilità politica. Annullare la variante sarebbe superfluo e dannoso: le autorizzazioni sono in regola, l'Ufficio Tecnico e il Comando della Polizia Municipale hanno espresso parere favorevole, la rotatoria è già stata realizzata. Con una sospensione in autotutela, ci si esporrebbe ad una richiesta di risarcimento danni da parte della Edileco, cosa che è nostra ferma intenzione evitare alla comunità.

Quello che pensiamo sia utile è cercare di mettere in atto tutte le risorse affinché quel distributore sia il meno impattante possibile: mascherare la pensilina, aggiungere più alberi, avere la possibilità di strutturare meglio la canalizzazione stradale, rivedere - se è il caso - la rotatoria, investire in una maggiore illuminazione pubblica, acquisire direttamente le aree destinate all’ampliamento dell’oratorio. Insomma, ragionare con l’azienda alla pari, creando le premesse per una congrua transazione. Come dicevo, non neghiamo la nostra responsabilità politica, però rimane l’irresponsabilità dell’opposizione: i mezzi della democrazia sono il confronto e non l’abbandono. I nostri amici dell’opposizione hanno volutamente enfatizzato a livello mediatico questa vicenda per distogliere l’attenzione dai veri problemi: il lavoro, la discarica, la sanità, il piano traffico, la questione ambientale.  Per quanto quella benzina sia stata inopportuna, non so se l’opinione pubblica sia veramente interessata a seguire l’annoso dibattito.

Quali strade avete ipotizzato nell’ultima riunione di maggioranza?

Il Sindaco si è preoccupato di evitare che tali errori possano ripetersi in futuro, richiamando ufficialmente l’Ufficio Tecnico. Ci sono stati frangenti abbastanza critici, poiché si chiedevano sanzioni per la condotta dell’Ufficio e dell’Assessore competente. Ha poi prevalso il buon senso: non si poteva perdere di vista l’interesse di Conversano, un interesse che sta nei provvedimenti in via di approvazione sempre legati all’urbanistica. Mi riferisco all’ampliamento della zona annonaria, al PUG e all’area industriale e artigianale: ci troviamo di fronte ad una serie di lavori avviati, l’ipotetico avvicendamento avrebbe comportato un cospicuo rallentamento, con danno per le politiche occupazionali che nasceranno da questi atti.

Va, infine, rilevato che continuiamo a portare con noi una serie di disagi gestionali: i dipendenti per quanto possano avere professionalità più che qualificate, nel complesso sono insoddisfacenti. Non si vuole scaricare la responsabilità su altri, ma questa è la realtà con cui ci confrontiamo quotidianamente. E non è stato possibile organizzare concorsi pubblici a causa del  macigno che si chiama “patto di stabilità”: negli anni trascorsi, evidentemente ha fatto comodo appaltare certi progetti all’esterno, inibendo la crescita delle professionalità interne.

Accennavamo alla  discarica come ad uno dei problemi imminenti. A che punto è l’iter utile alla sua chiusura?

Guardando in prospettiva,  vogliamo impegnarci a mutare l’attuale situazione della discarica in una risorsa. Attraverso un procedimento intelligente, bisogna trasformare il tal quale in biostabilizzato, procedere alla messa in bonifica – come ci ha promesso la Regione – di quanto è stato smaltito e, nel tempo, acquisire la proprietà degli impianti istituendo una municipalizzata che serva il nostro comprensorio BA-5. In questo modo, garantita la sicurezza legata ai luoghi e alle procedure, si potrà avviare un circolo virtuoso fatto di investimenti su differenziata, nascita di consorzi e sfruttamento energetico del biogas. È, dunque, fondamentale non perdere altro tempo: dobbiamo concludere gli atti amministrativi di nostra competenza per rimettere la questione alla Regione, la quale dovrà dare seguito alle promesse sancite già lo scorso anno, nelle fasi di emergenza. A tal proposito, parlando da Consigliere Comunale, dispiace che proprio in quella fase ci siamo limitati a piegarci di fronte alle ordinanze dalla Regione, senza barattare tali richieste con qualche garanzia di tutela del nostro presidio ospedaliero.

Commenti 

 
#6 l4c4p4g1r4+ 2010-06-17 21:10
sei il solito comunista paolo, te vuoi fare sempre alla romana, a spartire la pagnotta, non vedi l'ora di inizià a spartì pure te e i gallinacci.. un abbraccio a compà
Segnala all'amministratore
 
 
#5 laricchiuta 2010-06-17 15:46
mi fa così strano sentire parlare di istituire [...] una municipalizzata che serva il nostro comprensorio BA-5proprio dal nostro migliore esponente berlusconista in assise! ah sì, dimenticavo che, col tempo, arriveranno le Elezioni Comunali e la municipalizzata ConversanoEcologia sarebbe un ottimo bacino... elettorale! tanto, "lo fanno tutti!" n'è vè?

Credo invece che essendo acclarara la responsabilità POLITICA con la conseguente presa di coscienza che tutto ciò andava evitato A MONTE mediante realizzazione del piano per gl' impianti di distribuzione dei carburanti in città(s' auspica FUORI città), per evitare anche l' aspersione di cenere sul capo A VALLE. quando non serve più a nulla. La responsabilità dovrebbe, Berlusconi docet(si fa per dire), essere pagata letteralmente dal Consiglio Comunale e mi spiego: L' Edileco fa ricorso chiedendo 1000, s' arriva a fine iter e nel caso in cui vincesse(com' è possibile), si divide tale cifra per il numero dei consiglieri comunali(TUTTI): così chi ha sbagliato sia nell' eseguire che nel vigilare, paghi di tasca sua e NON l' intera collettività che si deve già sorbire l' orrore nel transitare di lì! ordine&legge , no?!? mi par equo per tutti.

Ah, la rotatoria la dedicherei a Barbie&Ken credo sia proprozionata&l' hanno pure già ammacata...

"povera patria! Schiacciata dagl' abusi del potere di gente infame che non sa cos' è il pudore"

www.musicaememoria.com/FrancoBattiato-PoveraPatria.htm

www.youtube.com/watch?v=6Ju_JnoNff4 (live)
Segnala all'amministratore
 
 
#4 marco 2010-06-17 13:15
sono perfettamente daccordo con ilconsigliere,mottola.deve prevalere l'interesse della città,TORNATE A CASA.
Segnala all'amministratore
 
 
#3 Beppe Cacciapaglia 2010-06-17 13:03
Non condivido una sola parola e forse neanche le virgole di quello che il consigliere Mottola esprime nell'intervista. Mi ricorda tanto la canzone napoletana chiavuto havuto havuto e chhadato hadato hadato scurdammene o passato ecc.... Ma che tipo di politica si vuole mettere in atto in questo paese, ma per favore. Si sottolineano i danni che si procurerebbero all'imprenditore e non si evidenziano quelli subiti dal Comune. Conversano sta diventando, purtroppo, facile terra di conquiste. Sento di essere nelle mani di irresponsabili e superficiali uomini politici propensi a non garantire i cittadini. Legga con più attenzione la delibera 83 e il sig. Mottola si renderà conto che l'autorizzazione all'espianto non esiste da nessuna parte e tanto meno l'apertura dei varchi su via Gobetti che era solo sulle tavole allegate e non espressamente descritte nel testo. Pertanto, o la cosa è stata tenuta nascosta durante l'approvazione della delibera di Giunta, oppure le delibere non vengono lette per intero. Credo nella buona fede del sindaco e di pochissimi altri. Ritengo che la delibera debba essere revocata e velocemente riformulata. E'essenziale ripristinare lo stato precedente dei luoghi, almeno quelli non espressamente autorizzati. Se questo non dovesse accadere, visto il vuoto normo-amministrativo, chiederò l'edificazione di un'edicola votiva dedicata a San Giuseppe, al centro del Largo della Corte, chissà che con l'aiuto di qualche Santo protettore comunale non mi possa essere concessa! Per governare servono uomini con le gonadi, chi non le ha può benissimo restarsene a casa.
Segnala all'amministratore
 
 
#2 MarioDaniele 2010-06-17 12:14
Se la pagina non si apre... provate a copiare e incollare il seguente link sulla barra dell'indirizzo di explorer:

http://maps.google.com/maps?f=q&source=s_q&hl=it&geocode=&q=Conversano+BA,+Italia&sll=37.0625,-95.677068&sspn=55.849851,114.169922&ie=UTF8&split=0&hq=&hnear=Conversano+Bari,+Puglia,+Italia&ll=40.960732,17.114114&spn=0.006587,0.01337&t=h&z=17&layer=c&cbll=40.960798,17.11401&panoid=AHRAXd-LdRI2-pVba9IAFQ&cbp=12,264.38,,0,-6.43

Buona navigazione, questa volta non reale ma virtuale.
Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI