Sabato 17 Novembre 2018
   
Text Size

LA MAGGIORANZA SFIDUCIA IL PRESIDENTE GENTILE?

gentile-presidente

Già nello scorso consiglio comunale (19 giugno), Lovascio aveva avanzato la chiara volontà di chieder conto dell’operato del Presidente del Consiglio Pasquale Gentile che, insieme a tutta l’opposizione, alla fine del lungo Consiglio del 15 giugno, aveva abbandonato l’aula, facendo saltare il numero legale e, con questo, l’approvazione del deliberato sull’impianto di Via Gobetti.

L’intervento di Lovascio, cui non furono ammesse repliche in virtù della necessità di discutere la questione Martucci, evidenziava non solo la scorrettezza del gesto – l’intera assise era stata preventivamente informata dell’assenza del primo cittadino per un impegno istituzionale – ma anche la deroga alla terzietà della carica rivestita da Gentile. Terzietà che in molte occasioni è stata ottimo salvagente per evitare la paralisi delle sedute consiliari.

Sembra ora aprirsi una lotta di tempi: da un lato Lovascio che, dopo l’approvazione del bilancio, intende far chiarezza sulla struttura politica della sua maggioranza riprendendo in mano la questione Bugna e, evidentemente, quella Gentile. Dall’altro, il dialogo interno all’UDC che si è aperto in questi giorni potrebbe spingere Gentile – che non ha mai smesso di evidenziare i passi falsi dell’amministrazione – ad anticipare tutti e ritornare a sedere tra i banchi dell’opposizione.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI