Lunedì 22 Gennaio 2018
   
Text Size

TUTTE LE NOVITA' DEL CODICE DELLA STRADA

enzo-teofilo

SECONDO APPUNTAMENTO CON LA RUBRICA SOS BUROCRAZIA

Spazio aperto ai lettori con il Vice Comandante Enzo Teofilo


Le ferie sono agli sgoccioli. Si ritorna al quotidiano ed è bene ricordare che sono cambiate alcune regole per i conducenti di veicoli.

Premesso che il Nostro Codice della Strada parte da un principio fondamentale: La Sicurezza della Circolazione. In base a questo principio il primo dovere di chi guida un qualsiasi veicolo, dalla bici all’autoarticolato, è quello di non mettere in pericolo l’incolumità degli altri e di se stessi; infatti, anche se è sancito il “diritto di precedenza” esiste l’obbligo di assicurarsi di essere in grado di evitare le collisioni. Ad un incrocio, possiamo essere abbastanza certi che possiamo trovare chi non rispetta le precedenze.

Bene, per tentare di reprimere i comportamenti scorretti e ribadire il concetto di sicurezza, come sempre, durante l’estate vengono fuori le novità più sostanziose in materia di circolazione stradale.

Attenzione. L’alcool è una delle principali cause di disastri stradali. Ogni persona reagisce in maniera differente alla presenza di alcool nell’organismo. Non esiste un parametro certo percodice-strada-vigili dire quanto una persona cambi la sensibilità con questa sostanza in circolo. Esistono delle tabelle che possono dare una idea di massima, ma posso assicurare di avere rilevato incidenti stradali con conducenti che sembravano normalissimi ed avevano un tasso di alcolemia prossimo al coma etilico ed altri che sembravano ubriachi fradici e non avevano livelli illeciti.

Negli ultimi anni, l’Art. 186 (Guida sotto l’influenza dell’alcool) e per analogia anche il successivo Art. 187 (Guida in stato di alterazione psico-fisica per uso di sostanze stupefacenti), sono stati quelli soggetti al maggior numero di interventi da parte del legislatore.

Ora, entrando in vigore le ultime novità diamo delle linee guida per capire cosa fare per rispettare le norme severissime in materia di guida con lucidità ridotta o compromessa.

I neo patentati, cioè, chi ha conseguito la patente da meno di tre anni (controllate la patente al punto ove dice: “data di rilascio” e chi guida per motivi professionali, autisti, camionisti, rappresentanti, conducenti di veicoli tipo betoniere, trasporti in genere, furgoni, se sottoposti a controllo devono avere un tasso alcolemico pari a zero. NON DEVONO BERE ALCOLICI SE DEVONO GUIDARE. E’ diverso se guidano la loro macchina privata per diporto: es. il rappresentante in giro per lavoro non può bere, se in vacanza con la famiglia valgono le regole generali che vediamo di seguito.

Si può guidare con un tasso di alcolemia fino a 0,5 grammi per litro. ATTENZIONE, il valore scritto sulla maggior parte dei referti medici misura un altro rapporto, di solito l’Agente opera un calcolo per portare il valore a grammi per litro, non lasciatevi ingannare dai referti medici.

codice-strada-alcool-e-guidaLa prima fascia di illegalità è quella che è compresa tra 0,5 e 0,8 grammi per litro. Le sanzioni previste sono: sanzione amministrativa (si pagano soldi) da € 500,00 ad € 2.000,00. Se si rimane coinvolti in un incidente stradale con questi parametri le sanzioni raddoppiano. Se neo patentato o conducente professionale la sanzione è di € 666,67, se con incidente stradale diventa di € 1.333,34. Per tutti, consegue la sospensione della patente da 3 a 6 mesi. In caso di incidente si opera il fermo amministrativo (modo elegante di sequestrare il veicolo) per 180 giorni a meno che il proprietario sia un’altra persona. ATTENZIONE, se il proprietario del veicolo è a bordo e non ha impedito che il conducente guidasse poco sobrio si dovrebbe procedere al fermo. SI DECURTANO 10 PUNTI DALLA PATENTE.

La seconda fascia è quella di chi ha valori compresi tra 0,8 ed 1,5 grammi per litro. ATTENZIONE è un reato che prevede arresto ed ammenda. Si applicano le seguenti sanzioni: ARRESTO FINO A 6 MESI, non è consentito il pagamento di una cifra per chiudere il procedimento, essa verrà stabilita dal Giudice o dal Prefetto (non approfondisco per non creare confusione) alla fine del procedimento e comunque sarà compresa tra € 800,00 e € 3.200,00, se l’infrazione è rilevata nell’arco orario dalle ore 22,00 alle ore 7,00 del mattino, la sanzione aumenta di un terzo o della metà, lo decideranno sempre Giudice o Prefetto. Se si è coinvolti in un incidente le cifre raddoppiano comunque. In più: sospensione della patente da 6 mesi ad 1 anno e sequestro amministrativo del veicolo. Se illecito commesso con ciclomotore o motociclo si opera il sequestro per la confisca. Confisca, vi viene tolta la proprietà del bene. Se coinvolti in incidente il fermo diventa di 180 giorni ed almeno 30 giorni presso un deposito autorizzato. Non si sequestra se il proprietario è diverso da chi ha commesso l’infrazione. NONOSTANTE CI SIA LA SOSPENSIONE, SI DECURTANO 10 PUNTI DALLA PATENTE.

Ultima fascia è quella di chi ha valori di alcool nel sangue superiore ad 1,5. ATTENZIONE è un reato che prevede arresto da 6 mesi ad 1 anno ed ammenda . Si applicano le seguenti codice-stradasanzioni: non è consentito il pagamento di una cifra per chiudere il procedimento, essa verrà stabilita dal Giudice o dal Prefetto e, comunque sarà compresa tra € 1.500,00 e € 6.000,00. Se l’infrazione è rilevata nell’arco orario dalle ore 22,00 alle ore 7,00 del mattino, la sanzione aumenta di un terzo o della metà, se coinvolti in un incidente le cifre raddoppiano. In più: sospensione della patente da 1 a 2 anni, se il veicolo appartiene ad un’altra persona la durata della sospensione raddoppia, arriva fino a 4 anni. Si confisca il ciclomotore ed il motociclo. Se si è coinvolti in incidente stradale raddoppiano ancora le sanzioni e la patente, ATTENZIONE!!, E’ REVOCATA, cioè vi viene tolta per sempre ed il fermo del veicolo sarà di 180 giorni. SI DECURTANO 10 PUNTI DALLA PATENTE ANCHE SE REVOCATA. Riprendere la patente sarà molto complicato ed occorrerà molto tempo,

ATTENZIONE se l’infrazione è commessa da minorenne degli anno 18 (di solito si ha il patentino) gli sarà consentito di prendere la patente “B” (per l’automobile) dopo i 21° anni di età.

Per il momento mi fermo qui. Meditate quanto avete letto. La prossima volta approfondirò il nuovo Articolo 186 bis che riguarda neo patentati e conducenti professionali. Quello che vi ho dato è solo un quadro generale, ma vi assicuro, l’applicazione di tutte le possibili combinazioni richiede molta attenzione e professionalità.

Una caro saluto.

Enzo TEOFILO.

INFO E CONTATTI - Potrete interagire direttamente con il Vice Comandante dei Vigili di Conversano, Enzo Teofilo attraverso lo spazio commenti, postando le vostre richieste, dubbi, esponendo singoli casi, o scrivendo in privato all'indirizzo e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI