Domenica 18 Novembre 2018
   
Text Size

Fruttattiva C5 più forte di tutto. Melito ko

fruttattiva calcio

Grande prova d'orgoglio degli arancioverdi di Matteo Del Re che in piena emergenza sbancano il Pala Botteghelle di Reggio Calabria, superando con il sofferto punteggio di 8-7 il Futsal Melito.

La cronaca della partita parla di una Fruttattiva che sin dal primo tempo mette in campo quelle qualità già viste contro la capolista Martina, ovvero la grinta e la determinazione necessarie per rimontare, con capitan Rotondo e Del Re, ben due volte il vantaggio calebrese firmato dal duo Alampi-Olivieri, e per andare al riposo addirittura in vantaggio per 4-2 grazie alle segnature dello stesso bomber numero 2 e di Lomele.

Nella ripresa l'avvio del Melito è veemente e consente ai calabresi di trovare il pareggio con Stuppino e ancora Olivieri. La Fruttattiva, però, non ci sta e con il solito Rotondo si riporta in avanti. A questo punto, i padroni di casa escono allo scoperto e nel giro di pochi minuti realizzano ben tre reti, timbrate da Olivieri e Pulitano, che sembrano indirizzare i tre punti verso Melito. Ma è solo una sensazione perché i calabresi non fanno i conti con la fame di gol di capitan Rotondo che in un finale incandescente mette a segno una straordinaria tripletta che fissa il punteggio sul definitivo 8-7 per gli arancioverdi conversanesi.

Qui si chiude la cronaca della gara anche se purtroppo inizia quella di un dopopartita che nulla dovrebbe avere a che fare con lo sport. Nel tunnel che porta agli spogliatoi del Pala Botteghelle, infatti, i giocatori ospiti vengono presi di mira da alcuni tesserati e tifosi di casa e a farne le spese sono soprattutto lo stesso Rotondo e mister Del Re, colpiti con schiaffi e pugni. Per gli arancioverdi sono attimi interminabile che fortunatamente non portano a conseguenze ben peggiori per l'intervento di Franco e Alampi, rispettivamente tecnico e giocatore del Melito.

In un clima che definire rovente è un eufemismo, gli aiacini si vedono costretti anche a chiamare le forze dell'ordine, il cui arrivo, però, risulta superfluo grazie alla mediazione di un dirigente ospite che permette ai conversanesi di riprendere la strada per la Puglia senza ulteriori difficoltà.

A scatenare l'ira dei calabresi, la voglia di vincere mostrata dalla Fruttattiva che è sì ultima in classifica, ma è allo stesso tempo pronta a vendere cara la pelle nelle ultime gare di campionato. Sin dal loro arrivo al Pala Botteghelle, gli arancioverdi sono stati costretti a convivere con le minacce di alcuni presenti che, forse, speravano in una squadra ormai rassegnata a perdere. Così non è stato, e siamo sicuri che così non sarà da qui alla fine del torneo.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI