Giovedì 15 Novembre 2018
   
Text Size

Derby Fruttattiva - Azzurri, finisce con un pareggio

fruttattiva-derby

Usciva poco meno di un anno fa, esattamente il 17 giugno 2011, nei migliori negozi musicali il singolo di Ligabue “Il peso della valigia”. Ci sono voluti nove mesi, proprio come una gravidanza, per preparare quella valigia che oggi è piena delle cinque reti della Fruttattiva C5, in particolare delle doppiette di Andrea Rotondo e Pierluigi Di Chito.

Il secondo derby della storia del calcio a 5 conversanese finisce, contro ogni pronostico, in parità, merito dei ragazzi di mister Matteo Del Re, capaci di portare a casa un punto assolutamente insperato alla vigilia, ma che a conti fatti sta anche stretto alla compagine aiacina. Grintosi, determinati e decisi sin dal riscaldamento, Giancarlo Berardi e compagni hanno messo alle corde l’assoluta favorita di questa stracittadina, forse troppo intenta ad organizzare viaggi piuttosto che impegnata a preparare la partita.

Che in casa Fruttattiva ci sia la voglia di firmare una grande impresa lo si capisce un’ora prima dell’inizio del match, quando dagli spogliatoi esce, per il consueto allenamento prepartita, anche Giuseppe Genco, fino a ieri ko per la lussazione alla spalla subita due settimane fa, ma troppo stuzzicato dalla voglia di “viaggiare”con i suoi compagni.

A dire il vero in avvio, la sfida tra la Fruttattiva e gli Azzurri, tutto sembra fuorché un derby. Da una parte, infatti, ci sono il giovane Palumbo, lo stesso Genco, l’inossidabile Berardi, capitan Rotondo e il sorprendente Di Chito, tutti, rigorosamente, di Conversano. Dall’altre, invece, mister Masi schiera Dalcin, Chiarella, Soares, Belleboni e Badin, tutti, rigorosamente, sudamericani. Anche per questo il numeroso pubblico presente al Pineta sembra parteggiare per l’Aiace, nonostante l’inizio ad handicap dei ragazzi dello squalificato Matteo Del Re, bucati due volte nel giro di pochi minuti da Chiarella e Soares.

La reazione degli arancio verdi, quest’oggi in maglia viola, non si fa attendere e porta la firma di Di Chito, abile a sfruttare l’incertezza di Dalcin e a trovare lo spiraglio giusto da pochi centimetri. A questo punto tra le due squadre inizia un botta e risposta che produce le reti di Belleboni sulla sponda azzurra e Lomele e ancora Di Chito, sulla sponda aiacina. Siamo a metà primo tempo, il punteggio è già sul 3-3 e la sensazione è che le emozioni non siano finite.

Pochi istanti più tardi, infatti, un’altra sassata di Chiarella dalla distanza riporta avanti gli Azzurri che, tuttavia, rischiano con Lomele, prima di capitolare nuovamente sullo show di Andrea Rotondo, capace di liberarsi dell’intera difesa azzurra con una splendida veronica e bucare Dalcin. Gli applausi per il capitano arancio verde sono scroscianti e meritati, gli stessi che poco dopo merita Giuseppe Genco, poco preciso a tu per tu con il portiere dopo l’assist di Berardi. Il primo tempo, di fatto, si chiude qui.

Nella ripresa pronti via e Andrea Rotondo regala un’altra perla delle sue, questa volta direttamente su calcio di punizione, prima di mostrare la sua maglia numero 2 a tutto il pubblico conversanese che, intanto, continua ad osannarlo. Per la Fruttattiva è il coronamento di una grande rimonta in cui c’è anche la firma indelebile del portiere Palumbo, straordinario nel dire di no sulla pronta replica azzurra firmata Soares. Replica che si concretizza subito dopo sull’asse Belleboni-Chiarella con quest’ultimo che trova il tap-in vincente. Colpita, ma non affondata, la banda del presidente Guglielmi riprende la propria marcia ma a metà frazione è costretta a fare i conti con l’espulsione di capitan Rotondo, spedito sotto la doccia a seguito di uno scontro con Chiarella.

Per l’Aiace sembra finita. E’ proprio qui, però, che i ragazzi di Del Re, in campo con tre under e il solo Genco, dimostrano grande forza di volontà e grinta da vendere, riuscendo ad uscire indenne dai due minuti di inferiorità numerica. Nel finale il tecnico aiacino continua a dare fiducia ai giovani che al cospetto dei sudamericani azzurri non sfigurano assolutamente contribuendo a portare a casa un pareggio che vale molto di più di un semplice punto in classifica. Tra qualche settimana forse sarà davvero il momento di preparare la valigia, ma perlomeno la Fruttattiva C5 non sarà la sola, seppur per motivi diversi.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI