Venerdì 16 Novembre 2018
   
Text Size

Pallanuoto “made in Conversano”

pallanuoto main

La pallanuoto, sport affermatissimo a livello mondiale, disciplina Olimpica dal 1900, vide le sue prime partite giocate da galeotti portati a lavarsi nei mari o nei fiumi. Da settembre 2011 l'Airon Club investe in questo sport, precisamente investe nella persona di Giancarlo Cito, come mister unico di tutte le categorie di gioco. Parco giocatori di ben 60 unità, divise tra Acquagol (8-9 anni), Under11, Under20 e Promozione (ex Serie D). Tutte squadre che hanno preso parte ai campionati regionali di categoria. L'unico ad oggi concluso é quello Under20, che ha visto la compagine Conversanese chiudere al 3^ posto.

Ancora in corsa sono invece i campionati regionali delle categorie Acquagol, Under11 e Promozione che vedono le squadre dell'Airon Club rispettivamente al 1^ posto (8 partite su 8 vinte), 7^ posto e 2^ posto. Sottoponiamo mister Giancarlo Cito ad un’intervista per conoscere quanto più possibile rispetto questo progetto, molto ambizioso, che già raccoglie i suoi frutti dopo pochissimi mesi dal suo lancio.

Hai creato da zero questo “progetto pallanuoto” a Conversano?

"In verità una buona parte del progetto me lo porto dietro da Castellana. Il mio trasferimento a Conversano non ha intaccato l’integrità della squadra che mi ha seguito interamente all’Airon. Almeno per quanto concerne i grandi ci sono voluti molti anni per creare pallanuotisti evoluti e competitivi, questo è uno sport molto selettivo e poco diffuso nel sud est Barese. Un’altra parte del progetto l’ho eredita dal mio collega Nicola Renna, ragazzini in via di sviluppo. Infine ci sono i piccoli, le promesse del futuro, coloro i quali stanno tenendo sul gradino più alto il nome dell’Airon. Stupendo tutti hanno vinto ogni partita in maniera schiacciante anche con avversari blasonati come Bari e Taranto, culle della pallanuoto pugliese".

pallanuoto2Molti a Conversano ignorano la presenza di una squadra di pallanuoto, come pensi si possa ovviare a questa poca visibilità?

"La poca visibilità è dovuta a due motivi: il progetto in questa città è datato settembre 2011, nuovissimo. Inoltre la pallanuoto, in questa regione, è uno sport poco seguito lontano da Bari. Ovvieremo facendo parlare di noi e perseverando nell’educare i più piccoli alla pallanuoto e alle sue regole".

Cosa ne pensi delle strutture a vostra disposizione?

"Gli impianti sportivi adatti alla pallanuoto, in Puglia, sono solo due: Bari e Modugno. Altre strutture si adattano bene perché dispongono di una vasca profonda. Qui a Conversano disponiamo di un’ottima struttura, dotata di ogni attrezzo utile a questo sport. Una buona palestra ed un’impeccabile organizzazione. Unica nota dolente, appunto, la vasca, che per metà non gode di una profondità adeguata".

Quali sono le caratteristiche di un giocatore di pallanuoto?

"Resistenza, velocità e azzarderei spirito di adattamento. Sono le caratteristiche di base per poi sviluppare una buona visione di gioco e un’intelligenza tattica tanto evoluta da poter essere applicata in acqua".

Come si svolge un allenamento di pallanuoto?

"Si lavora per un buon 50% nuotando, è l’unico modo per aumentare la capacità polmonare di un atleta adulto. Gli allenamenti si basano su velocità e resistenza. Il restante 50% si suddivide tra la tecnica con la palla e la tattica di squadra. Nulla è lasciato al caso, in acqua tutto si complica durante una partita".

pallanuoto3Qual è il tuo giudizio rispetto il “vivaio”?

"Come detto prima i risultati migliori provengono proprio dall’Acquagol (8-9anni). Hanno attualmente affrontato 8 partite vincendole tutte e senza fare troppa fatica. In questa fascia di età i bambini apprendono subito e fanno proprie le rigide regole della pallanuoto. Ci si appassiona così tanto da rinunciare volentieri alla finale di uno sport blasonato come il calcio pur di fare la partita di pallanuoto. I piccoli durante l’anno hanno già acquisito i fondamentali di questo sport emettendoli in pratica contro avversari più esperti di loro".

Come giudichi invece la stagione che sta vivendo la squadra di Promozione?

"Attualmente l’Airon è al secondo posto a 5 punti dalla prima, non sarà facile ma l’obiettivo unico è quello di scavalcare il Valenzano e salire in Serie C. La squadra è molto giovane e composta quasi interamente dai ragazzi che militano in Under20".

Nella rosa della squadra di Promozione è presente qualche Conversanese?

"Si, è uno dei più grandi, Alen Russo. Gioca con noi ormai da 6 anni. Centroboa di grande forza e tenacia. Mentre tra i più piccoli i conversanesi sono molti di più".

Pensi che qualche ragazzino del vivaio possa essere pronto per il salto in categorie superiori ? Magari un inserimento nella prima squadra?

"Il conversanese Luca Ramunni è già stato convocato in Under 20 pur avendo solo 14 anni. Avrà sicuramente altre chance per mettersi in mostra. Il castellanese Paolo Polignano è un mancino dalla grande tecnica ed è ormai una pedina fondamentale per la prima squadra pur avendo appena compiuto 17 anni".

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI