Giovedì 18 Ottobre 2018
   
Text Size

PALLAMANO, ACQUISTATO REZNICEK

articolo5conversano Un metro e 93 centimetri per 90 chili, classe 1985, nato il 14 marzo, ceco, biondo come il suo connazionale Pavel Nedved. È Tomas Reznicek, mancino, il terzo rinforzo stagionale per l’Indeco Conversano. Il terzino di Sumperk si aggiunge così agli arrivi già confermati di Konstantinos Tsilimparis ed Eduardo Arcuri e sarà per almeno un anno in biancoverde.

Nonostante Reznicek sia originario della Repubblica Ceca, quasi tutta la sua carriera si è svolta in Slovenia. Dal 2005, quando aveva solo 20 anni, ha militato nel Gorenje Velenje, facendo il salto di qualità nello scorso torneo e accasandosi al Celje Pivovarna Lasko, compagine dal quale è stato prelevato. Si tratta di un giocatore che, per caratteristica fisica, è molto possente e fa del tiro la sua arma migliore.

Il suo status di giovane talento non è passato inosservato neanche in patria: Reznicek ha già militato in nazionale, con uno score di un centinaio di gol in circa 50 partite disputate. Si tratta di uno degli astri nascenti della nazionale boema, e non a caso è stato convocato anche nel 2007 ai mondiali di Germania, ove ha realizzato 6 reti. A gennaio scorso, fu accostato al Bologna, che cercava un mancino per sostituire il deludente Bratislav Stankovic.

Non è tutto, però, in casa biancoverde. Il mister Riccardo Trillini, sostituito Pavan, sta sondando il terreno assieme al ds Gigi Zito per completare la batteria di terzini. C’è da rimpiazzare anche Capote, che, come anticipato in esclusiva da Conversanoweb, ha raggiunto gli spagnoli del Cuenca. A questo proposito sono al vaglio della società diverse piste da seguire.

Guillermo Corzo Gomez ha intanto ottenuto la cittadinanza italiana, liberando un posto da straniero nel roster a disposizione dell’allenatore marchigiano. Potrebbe essere questa una importante novità anche in chiave nazionale: il quasi 30enne atleta sarebbe così arruolabile in brevissimo tempo per la rappresentativa di Equisoain, offrendo valide alternative al ct iberico.

Gli ultimi ritocchi saranno a livello di seconde linee. La dirigenza è in cerca di un’ala sinistra che possa far tirare il fiato a Radovcic (le lungaggini burocratiche hanno ritardato e quasi allontanato l’ipotesi dell’ingaggio di Juan Ignacio Cantore) e di un pivot da svezzare all’ombra del titolare Arcuri. In quest’ultimo caso, in pole position ci sarebbero un paio di atleti, giovanissimi e dalle promettenti doti tecniche e fisiche.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI