Mercoledì 19 Dicembre 2018
   
Text Size

Conversano: per l’Indeco è stato un 2015 di successo

Conversano- Per l'Indeco un 2015 di successo

 Indeco Conversano, si chiude un anno da urlo.

Roscino: “Lo scudo U18 l’emozione più grande”

 

Conversano – Cominciano a scorrere i titoli di coda sul 2015 da favola dell’Indeco Conversano, ma prima di archiviare definitivamente gli ultimi 12 mesi di gioie, successi e record, la banda di mister Pino Fanelli è chiamata a superare l’ostacolo Casalgrande Padana che continuare la propria rincorsa verso la vetta. Domani, con fischio d’inizio fissato per le ore 18.30, infatti, capitan Chiarappa e compagne saranno di scena in terra emiliana al cospetto della locale compagine, attualmente sesta in classifica con 14 punti all’attivo. Il match, dunque, è di quelli parecchio insidiosi come spiega anche la giovanissima Denise Roscino (nella foto di Giuseppe La Guardia), numero 7 rossoblu: “Non sarà una partita facile e i motivi sono tanti. Prima di tutto non giochiamo in casa e questo è un fattore che spesso su di noi incide molto; in più veniamo da delle dure sconfitte e da due vittorie molto sudate e questo vuol dire che la squadra non sta attraversando un bel momento. Conoscendoci però sono convinta che ci riprenderemo e torneremo più forti e combattenti di prima, anche perché la nostra voglia di fare sempre meglio c’è come c’è sempre stata, e penso che il mister lo veda. Speriamo solo che con la partita di domani si possa chiedere al meglio questo 2015 e possa allo stesso tempo accendere qualche speranza in più in ognuna di noi”. Come già anticipato con la sfida di domani si chiude un anno indimenticabile per l’Indeco e per una Denise Roscino vincitrice nella scorsa stagione di ben due scudetti: “É stato un anno davvero fantastico e probabilmente le parole non bastano per descrivere emozioni così grandi come quelle che abbiamo provato. La Coppa Italia, lo scudetto, la Supercoppa e, titolo non meno importante, il tricolore Under 18. Forse è stata proprio quest’ultima la vittoria che ha regalato l'emozione e la soddisfazione più grande. E’ un titolo che ho indubbiamente sentito più mio, sicuramente il più sudato perchè ha di fatto chiuso l’avventura nel settore giovanile. Si è trattato del raggiungimento di un sogno da sempre voluto e, dopo anni e anni di pianti e sacrifici, realizzato al meglio. Obiettivi per il futuro? Questo è il mio ultimo anno di scuola superiore. La pallamano ha fatto parte della mia vita per molto tempo, in pratica da sempre, quindi sarebbe per me un grande dispiacere lasciare questo sport. Purtroppo per il mio futuro la priorità sarà quella di continuare gli studi all’università e quasi sicuramente dovrò lasciare Conversano e di conseguenza questa società. Spero, tuttavia, di poter trovare una sistemazione adatta sia per il mio percorso di studi, sia dare un seguito a questa mia grande passione, quindi magari una nuova squadra pronta ad accogliermi. Ad ogni modo credo che non bisogna mai smettere di sognare e di credere in ciò che si vuole, ed è ciò che farò. Comunque vada sarò orgogliosa di quello fatto fino ad ora”.

 

Ufficio Stampa Indeco Conversano

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI