Lunedì 19 Novembre 2018
   
Text Size

PALLAMANO, L'ORA DELLA VERITA'

pallamano-generica
Nella settimana decisiva che porterà ai primi due appuntamenti ufficiali della stagione, la Pallamano Conversano, anche quest’anno targata Indeco, fa suo il memorial “Magnani – Festi”, classica anteprima del campionato che si svolge in quel di Bologna.

Il torneo era riservato a formazioni delle prime tre categorie nazionali. Sei le partecipanti, suddivise in due gironi da tre: ai ragazzi di Trillini era riservato un triangolare abbastanza agevole, con Teramo, formazione di Elite, e Castenaso, compagine della periferia felsinea con un passato in prima serie, qualche anno fa.

Come da pronostico, doppia vittoria, più in scioltezza con i bolognesi (48-24 il risultato finale), un po’ più sofferta, considerando anche i ranghi ridotti e un rodaggio fisico ancora da completare, la conquista della posta in palio con il Teramo. Ottenuto l’accesso alle semifinali, i biancoverdi hanno strapazzato 36-21 l’Ambra, formazione di Poggio a Caiano, e guadagnato il pass per la finalissima, ove hanno battuto il Bologna per 33-32.

Il risultato finale non deve ingannare: gli uomini del presidente Latela sono rimasti in pieno possesso della gara per quasi tutto il tempo, concludendo la prima frazione con quattro lunghezze di vantaggio e amministrando oculatamente nella ripresa. Un buon test per l’Indeco, che affronta con fiducia il tour de force che l’aspetta nei prossimi giorni a Lignano Sabbiadoro; la località udinese diventerà la capitale della pallamano d’Elite nazionale.

Domenica sera, davanti al pubblico giuliano, il Conversano contenderà alla sua rivale storica, l’Italgest Casarano, la supercoppa Italiana. Da lunedì sotto con l’Handball Trophy, una competizione che vede i nostri ragazzi quali campioni uscenti: nel primo turno (ore 20:00), nuovo scontro con il Teramo. In caso il cammino sia favorevole, Di Maggio e compagni scenderebbero in campo il giorno dopo, allo stesso orario, contro la vincente di Gammadue – Fasano, e poi mercoledì nella finalissima, in programma per le 18.

In conclusione, novità dal mercato. Vi avevamo riportato qualche giorno fa di un probabile “taglio” dalla rosa per il terzino sinistro rumeno Mircea Muraru. La sua poca incisività nella fase d’attacco non avrebbe convinto Trillini e il suo staff; tuttavia la situazione sembra essere rientrata, al momento, stante anche l’impossibilità di trovare un adeguato sostituto. In entrata, resta sempre in auge la pista che porta a Ninni D’Alessandro: l’ex pivot della nazionale dovrebbe aggregarsi al gruppo conversanese quanto prima, secondo alcune voci, aggiungendosi al già folto plotone di giocatori autoctoni.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI